Deposit
LUGANO
25.11.2019 - 16:250
Aggiornamento : 27.11.2019 - 08:47

Il Consiglio svizzero della stampa accoglie il reclamo

I nomi dei bambini non andavano pubblicati

LUGANO - Il Consiglio svizzero della stampa ha accolto il reclamo avanzato contro l’articolo pubblicato lo scorso gennaio  su Tio.ch dal titolo «La sexy autostoppista ticinese è di nuovo in attività. In Liguria». Nell’articolo - che era una ripresa da diversi media italiani - scrivevamo che ad incastrare la donna sono stati due tatuaggi  sulle braccia con i nomi dei due figli. Si trattava di due nomi poco comuni, riportati puntualmente da diversi media italiani. Secondo Il Consiglio svizzero della stampa con la pubblicazione dei due due nomi Tio avrebbe  violato la cifra 7 della «Dichiarazione dei doveri e dei diritti del giornalista», in quanto «non giustificata da un interesse pubblico superiore - e in rispetto alla protezione di bambini che meritano una tutela maggiore». Dopo tre giorni dalla pubblicazione dell’articolo e su richiesta delle due scuole,  Tio ha eliminato dallo scritto i nomi dei due bambini tatuati sul braccio della donna. Nomi che continuano ad essere presenti in tutti gli articoli pubblicati dai media italiani e facilmente accessibili a qualunque utente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 15:47:21 | 91.208.130.87