Depositphotos (archivio)
CANTONE
15.11.2019 - 12:250

Antibiotici, il "fai da te" è pericoloso anche per l'ambiente

DSS e DT lanciano una campagna di sensibilizzazione in occasione della settimana mondiale dedicata all’utilizzo prudente degli antibiotici

BELLINZONA - In occasione della settimana mondiale dedicata all’utilizzo prudente degli antibiotici (dal 18 al 24 novembre, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità), i Dipartimenti della sanità e della socialità (DSS) e del territorio (DT) hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione ad hoc, estendendo la tematica anche alla protezione ambientale. Come utilizzo l’antibiotico? Come mi comporto con le dosi che rimangono negli armadi? E perché non devo eliminarli gettandoli nella toilette? Tutte domande a cui l’iniziativa “a quattro mani” intende fornire risposte.

Il problema degli antibiotici è stato recentemente toccato a più riprese anche dalla politica cantonale. Lo scorso giugno, un’interrogazione (primo firmatario Tiziano Galeazzi) chiedeva al Governo di fare chiarezza in merito alla presenza di antibiotici nelle acque superficiali, nelle stazioni di depurazione delle acque fognarie e nei terreni agricoli.

«Oggi sappiamo che residui di antibiotici e batteri resistenti si possono riscontrare nell’ambiente e in particolare nei fiumi a valle degli impianti di depurazione delle acque», si legge in una nota congiunta dei due dipartimenti. Tramite alcuni ammodernamenti già previsti, nei prossimi anni la depurazione delle acque migliorerà ulteriormente, sottolineano inoltre DSS e DT, che ritengono «indiscutibile» che la riduzione alla fonte del consumo di antibiotici rivesta «un’importanza centrale anche per l’ambiente».

Per questo motivo, è importante utilizzare gli antibiotici «solo se prescritti dal medico, nella quantità descritta sulla ricetta e per la durata consigliata, evitando in assoluto il "fai da te"».

La campagna e il quiz

La Campagna “Antibiotici: l’uso corretto ne preserva l’effetto e protegge l’ambiente!” coinvolge medici, dentisti, farmacisti, veterinari, direttori sanitari di case per anziani, cliniche, ospedali ma anche aziende e laboratori soggetti all’Ordinanza sull'utilizzazione di organismi in sistemi chiusi. A tutti questi soggetti, il Cantone distribuirà del materiale informativo specifico e una guida sullo smaltimento dei Rifiuti sanitari.

Fino alla fine di novembre sarà possibile partecipare a un quiz a premi sul sito www.ti.ch/antibiotici: 10 domande per imparare qualcosa in più sull'uso corretto degli antibiotici e sul loro impatto ambientale!

Commenti
 
Bayron 3 sett fa su tio
Che palle con questo ambiente!!
seo56 3 sett fa su tio
@Bayron Anche quello!!! Vivi e lascia vivere.
Nicklugano 3 sett fa su tio
Sicuramente l'industria farmaceutica non sponsorizza simili trovate...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 11:49:19 | 91.208.130.86