tipress
MENDRISIO
10.11.2019 - 12:350
Aggiornamento : 11.11.2019 - 08:01

«La polizia non deve comportarsi così»

Un controllo su dei giovanissimi alla sagra di San Martino ha suscitato le ire dei genitori

MENDRISIO - Non c'è sagra senza bisboccia. E la bisboccia, si sa, spesso richiama le forze dell'ordine. Alla sagra di San Martino però i controlli di polizia hanno interessato anche i giovanissimi. 

Un gruppetto di adolescenti della regione, tra i 12 e i 14 anni, sarebbe stato oggetto di verifiche su possibili infrazioni alla legge sugli stupefacenti. Controlli che non avrebbero portato a contravvenzioni, ma a puntuali strascichi polemici. 

«Mio figlio è stato controllato ben quattro volte in una serata» polemizza una madre del Mendrisiotto, che in un post su Facebook si è sfogata per gli «interventi sproporzionati» della polizia. Il 13enne è stato controllato venerdì sera, tra le 20 e le 23, assieme ad alcuni coetanei e «a ragazzini ancora più piccoli» racconta la donna.

«Hanno trattato i ragazzi come fossero criminali - si legge nel post polemico -. Prendendoli per le braccia invece di chiedere loro semplicemente di seguirli, accusandoli di reati che non avevano commesso, mettendo loro addosso le mani senza alcun motivo».

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-19 14:57:25 | 91.208.130.89