tipress
CANTONE
21.10.2019 - 11:510

Le polizie comunali sono sotto-dotate

È quanto è emerso, tra le altre cose, dalla Conferenza cantonale sulla sicurezza organizzata dal Dipartimento delle istituzioni

BELLINZONA - In alcune regioni del Ticino, gli agenti in forze alle Polizie comunale «non corrispondono al numero minimo richiesto». E i Comuni si impegneranno ad aumentarli «in tempi adeguati». È quanto è emerso nell'ultimo incontro della Conferenza cantonale sulla sicurezza, organizzato dal Dipartimento istituzioni. 

Nella riunione - ha reso noto oggi il Di -  è stato discusso anche il tema delle assunzioni di agenti con precedenti penali. Di recente, il Consiglio di Stato ha confermato che le denuncie contro agenti di polizia sfociano in una condanna «soltanto nel 5 per cento dei casi». 

Altro tema "scottante" sono i controlli di velocità. Che non sempre rispettano il buonsenso (come nel caso del discusso radar di Bellinzona). Tramite una piattaforma condivisa con le Polizie comunali, il Cantone intende «agire criticamente su quei Corpi che non dovessero interpretare in maniera corretta le modalità d’azione tenendo conto degli aspetti di legalità e di opportunità, che un controllo di velocità impone».

Nel corso dell'incontro si è anche proceduto a spartire i diversi compiti di polizia, nell'ottica della riforma Ticino 2020 e del progetto "Polizia Ticinese".

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 16:53:29 | 91.208.130.86