tipress
LUGANO
10.10.2019 - 21:540

Dopo l'amianto, il cobalto: operaia ammalata

Il caso di una donna impiegata in una ditta del Luganese è finito sul tavolo del Ministero pubblico

LUGANO - Non solo amianto. Sul lavoro ci si ammala anche a causa di metalli pesanti, come il cobalto. È il caso di una donna impiegata in passato in una ditta del Luganese, su cui indaga il Ministero pubblico. Ne ha dato notizia la Rsi. 

Oggi l'operaia ha 59 anni, e soffre di gravi problemi respiratori. L'esposizione sarebbe avvenuta su più anni, dal 1984 al 1988 e dal 2007 al 2014. La Suva ha riconosciuto la malattia come professionale, ma inizialmente la Procura aveva cestinato il caso con un decreto d'abbandono. La Camera dei ricorsi penali ha però ordinato la riapertura del fascicolo: nei giorni scorsi è stato nominato un perito. 

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 17:07:01 | 91.208.130.87