Tio.ch / 20 minuti / Davide Giordano
+ 6
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 min
L'economia ticinese? «Bilancio positivo»
Il rapporto annuale dell'O-De registra un aumento delle esportazioni e delle nuove imprese. Difficoltà nel settore culturale e alimentare
LUGANO
18 min
Il Ticino degli affari si sfrega le mani
Periodo cruciale per Business Network International nella Svizzera italiana. L’organizzazione conta ora un nuovo gruppo. E non è finita
MENDRISIO
50 min
Carlo è stato ritrovato «sano e salvo»
Scomparso lo scorso 12 febbraio da Mendrisio, Il 51enne è stato rinvenuto questa mattina «in buone condizioni»
CANTONE
1 ora
«Il Governo annulli la nomina della direttrice aggiunta alla Giustizia»
Lo chiede il gruppo MPS-Pop-Indipendenti: «Si è proceduto senza lo straccio di un concorso». Interrogativi sul bando annullato e i requisiti svaniti
BELLINZONA
1 ora
Rabadan, tutto ciò che c'è da sapere su accessi e posteggi
La Polizia comunale ha comunicato le disposizioni generali valide dal 20 al 25 febbraio
SVIZZERA / CANTONE
2 ore
La Comco dà luce verde alla cessione di Tertianum
L'azienda di cura e assistenza per le persone della terza e quarta età gestisce attualmente cinque strutture anche in Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
4 ore
Treni bloccati per più di due ore tra Lugano e Melide
La circolazione sulla tratta è ripresa attorno alle 8.30. Ma alla stazione di Melide la situazione è complicatissima
CANTONE
4 ore
«Trattato come un alieno dopo la morte del mio partner»
Due uomini che si amano da una vita, lui direttore di banca, l’altro insegnante. Ma l’Alzheimer favorisce i parenti. Che alla fine si sono presi tutto
CASTIONE
5 ore
Stephanie, dal banco alla cattedra
Stephanie Ongaro, classe 1995, insegna alle scuole elementari di Castione. E ci racconta la sua passione
FOTO E VIDEO
NOVAZZANO
12 ore
Festa grande per il carnevale
Si è conclusa la 31esima edizione
ROVEREDO (GR)
15 ore
Spavento per Re Lingera: cade e si rompe il setto nasale
Il carnevale di Brenno Martignoni si chiude con un rovinoso tonfo durante uno show pomeridiano. «Mi rimetterò quanto prima», racconta
LUGANO
19.09.2019 - 11:020

La boxe maestra di vita: «Quando cadi ti devi rialzare subito»

Abbiamo incontrato il pugile luganese Marius Antonietti che sabato a Gebenstorf disputerà il suo settimo match da professionista: «Il pugilato insegna, ma comporta anche tanti sacrifici»

LUGANO - La boxe può considerarsi una metafora della vita. Combatti. Cadi. Ti rialzi. A volte vinci. Altre perdi. L’ex campione olimpico dei pesi supermassimi Roberto Cammarelle (oro a Pechino nel 2008) amava dire che il pugilato «arricchisce, forma e fa diventare uomo. Cementa il corpo e la mente». La nobile arte, insomma, è spesso considerata una maestra di vita.

Maestra di vita - E lo è stata anche per il pugile professionista luganese Marius Antonietti che il prossimo sabato (21 settembre) sul ring di Gebenstorf (canton Argovia) incrocerà i guantoni con Sladjan Dragisic, il terzo boxeur più forte della Serbia. «La boxe è sacrificio e dolore, ma ti insegna a non mollare dopo una sconfitta», racconta Marius ai nostri microfoni. «Grazie a lei ho imparato che quando cadi ti devi rialzare. Subito. Sul ring come nella vita. Ma soprattutto ho appreso il rispetto. Il rispetto per gli avversari e per la loro storia. Un insegnamento che ho trovato sia nelle vittorie, che, soprattutto, nelle sconfitte».

«Rapporto speciale fin da piccolo» - Entrato nell’immaginario collettivo anche grazie a capolavori cinematografici come la struggente “Million Dollar Baby” di Clint Eastwood, il pugilato non è stato però il primo sport praticato da Marius. «Ho iniziato con la kickboxing, ma fin da bambino ho avuto un rapporto speciale con la boxe. I miei idoli sono sempre stati dei pugili». Poi, un giorno, ecco l’illuminazione definitiva. «Feci alcuni allenamenti in palestra con altri ragazzi e da lì capii che quella era la mia strada».

Umiltà e impegno - Una strada che ha portato Marius ad ottenere cinque vittorie (quattro per KO) nei primi sei incontri da professionista. «Al momento, però, non guardo troppo in là nel tempo. Prendo match dopo match. Rimango umile e lavoro per migliorare i miei limiti. D’altronde di pugili forti ce ne sono molti».

Tanti sacrifici - Tra di loro c’è anche il suo avversario di sabato, Dragisic. E per arrivare all’incontro preparato il 29enne luganese si sta allenando duramente in palestra agli ordini del suo coach e mentore Rocco Berardinelli. «Per me è come un fratello. Oltre che seguirmi fisicamente mi dà anche un grandissimo supporto morale». Sacrifici e poco tempo libero sono infatti ingredienti fondamentali della vita di un pugile: «La boxe è questa. È dura», dice sorridendo Antonietti. «Non so come andrà questo match ma sicuramente sarà una lezione per il prossimo incontro che terrò il 26 ottobre in Italia».  Perché la boxe è una maestra di vita e Marius è pronto ad imparare.

Tio.ch / 20 minuti / Davide Giordano
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
Rita Turrin 5 mesi fa su fb
Non è sport è violenza da abolire
Lucadue 5 mesi fa su tio
Che quando cado devo rialzarmi l'ho imparato già da bambino. Dare sganassoni all'avversario è tutt'altro che rispetto, ma se lo si fa sportivamente su un ring diventa una virtù`. Se lo fai privatamente è reato. Boh...
azzzchestress 5 mesi fa su tio
Gente con problemi esistenziali ......
RobediK71 5 mesi fa su tio
Memorabile l’inizio, ma sul ring ti devi alzare in 3 secondi, nella vita non è necessario subito
mats70 5 mesi fa su tio
Poi questi maestri di vita li ritrovi fuori dalle discoteche e dagli stadi a menare.
Pepperos 5 mesi fa su tio
Publicité occultes
Val Caste 5 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 11:45:04 | 91.208.130.89