Google Street View
Via Sottomontagna e Via Prati Grandi, le due strade che saranno videosorvegliate.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
6 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
8 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Sostegno a Carobbio, «senza disperdere voti»
Il PS ringrazia Greta Gysin che con la sua rinuncia concretizza l’appoggio unitario alla candidatura
CANTONE
9 ore
PS, Verdi e Mps pronti al referendum contro il credito per Lugano Airport
I partiti contrari al credito cantonale deciso dalla maggioranza della Commissione della gestione e delle finanze del Gran Consiglio
CANTONE
9 ore
Airolo-Pesciüm, cala il sipario su un'ottima stagione estiva
La vendità delle stagionale "3in1" ha fatto segnare un incremento del 73% rispetto al 2018
LUGANO
10 ore
L'Ambasciatrice del Perù in visita a Palazzo Civico
Il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha accolto oggi Ana Rosa Valdivieso Santa Maria
TORRICELLA-TAVERNE
10 ore
Una serata da ricordare per i neo-diciottenni del comune
Il Municipio di Torricella-Taverne ha festeggiato giovedì scorso i giovani nati nel 2001
SVIZZERA
10 ore
«In Ticino è stato fatto un buon lavoro»
Christoph Blocher ha commentato i risultati dell'ultima tornata elettorale. A livello nazionale l'arretramento dell'Udc è meno negativo di quanto temesse
LUGANO
11 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
FOTO
MENDRISIO
11 ore
Una raccolta fondi per sistemare la chiesetta sul San Giorgio
L'edificio presenta vistose crepe e problemi strutturali. I lavori sono partiti nelle scorse settimane
COMANO
12 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
BELLINZONA
13 ore
Tornano “Sapori e Saperi” e i gustosi prodotti ticinesi
È giunta alla diciottesima edizione la più importante vetrina del settore che riunisce sotto lo stesso tetto le specialità più rappresentative del nostro territorio
VIDEO
CANTONE
13 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
BALERNA
13 ore
Nuova apicoltura africana in Venezuela
Padre Angelo Treccani ha iniziato una collaborazione con l’Associazione Acqua e Miele per produrre miele di qualità
MASSAGNO
14 ore
A Massagno sboccia l'Ottobre rosa
Il comune ha aderito all'iniziativa “1 tulipano per la VITA” a sostegno delle vittime del tumore al seno
CADENAZZO
17.09.2019 - 09:010
Aggiornamento : 14:02

Cadenazzo pensa alla videosorveglianza per bloccare i furbetti

Il traffico parassitario è un problema in alcune strade residenziali del Comune. Il vicesindaco: «Entro metà-fine ottobre metteremo due telecamere»

CADENAZZO - Il traffico parassitario è un grosso problema per Cadenazzo. Tanto che per combatterlo il Municipio ha deciso di ricorrere alla videosorveglianza emanando una nuova ordinanza comunale. «Entro metà-fine ottobre - spiega il vicesindaco Renzo Marielli ai microfoni di Radio Ticino - metteremo due telecamere in due punti sensibili».

Per la precisione gli obiettivi saranno piazzati dalle 16.00 alle 19.00 in due strade residenziali del Comune: Via Sottomontagna e Via Prati Grandi. Da qui giornalmente passano diversi “furbetti” diretti nel Gambarogno e nel Locarnese che vogliono evitare le code che puntualmente si creano sulla Cantonale. «Cadenazzo si trova su un asse stradale molto trafficato», precisa ancora Marielli. «Alla sera possono passare anche 500 veicoli e almeno l’80% di essi vanno verso Gambarogno o Locarno. Sono tanti per una zona residenziale».

La videosorveglianza, quindi, servirà a sanzionare le persone che transitano per le due strade senza abitarci. «I residenti del comparto dovranno fare registrare la propria targa». 

Il Municipio ha preso questa decisione dopo aver monitorato il traffico ed essersi consultato con degli ingegneri. Ed ha fatto tutto questo alla luce del sole. «Abbiamo pubblicato l'ordinanza e avvisato la popolazione interessata tramite una lettera», precisa il vicesindaco. «Questo per garantire la massima trasparenza».

L’obiettivo del Municipio è chiaro: rendere più sicuro un comparto frequentato in settimana dai ragazzi che si dirigono verso le scuole medie. E la sicurezza dei ragazzi vale l’investimento totale previsto di 80.000 franchi.

Commenti
 
tazmaniac 1 mese fa su tio
invece di trovare soluzioni o creare percorsi alternativi, più facile far pagare ai contribuenti, mi sembra giusto... l'accoppiata Zali-Gobbi assomiglia sempre più alla banda bassotti...
vulpus 1 mese fa su tio
Eh già come al solito, la soluzione viene cercata nel borsello degli automobilisti . La solita teoria del tassa e paga. Cari di Cadenazzo, la soluzione c'era e non l'avete voluta: creare la grande rotonda, a partire dalla stazione, ristorante al Bosco, e Marzorati. Le colonne erano finite da un pezzo, e il disturbo era minimo. Purtroppo i buoi sono fuori dalla stalla. Ogni tanto bisognerebbe avere il coraggio di andare oltre la soglia dell'uscio e veder cosa capita in giro
RobediK71 1 mese fa su tio
Eh già, i ragazzi
Nmemo 1 mese fa su tio
Fa bene il Municipio di Cadenazzo a tutelare con videosorveglianza la sicurezza e la “pace” delle zone residenziali del comune. Dovesse fare altrettanto la grande Città! Inutile pretendere. Con un capo dicastero sicurezza che non ha dimostrato, in decenni, capacità di amministrare nel rispetto delle leggi cui il comune è dotato, è fiato sprecato.
Gimmi 1 mese fa su tio
Sembra una buona soluzione (da verificare in pratica) ! Pero' dato che negli orari di traffico limitato ,il traffico su Via Sasso Corbaro aumenterà ,(visto i divieti) ed sarebbe anche auspicabile da parte del municipio,di sistemare il manto stradale di Via Sasso Corbaro,(che attualmente é molto rovinata) e di creare un marciapiede continuo su tutta la via, se si vuole avere la sicurezza per i pedoni.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 02:58:04 | 91.208.130.87