tipress
Paolo Clemente Wicht
LUGANO
25.08.2019 - 17:310

Wicht: «Adesso dico la mia»

Il fiduciario luganese a tutto tondo sulla vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto. La denuncia alla ex moglie? «Ha mentito sapendo di mentire»

LUGANO - La versione di Wicht. In un comunicato inviato ai media, l'ex presidente dell'Udc ticinese ha raccontato oggi la sua versione sulla vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto. Ed è tornato ad accusare la ex moglie: nella denuncia che ha portato all'arresto del 53enne, avrebbe «mentito sapendo di mentire». 

È stato «un anno di grande sofferenza per me e i miei cari» confessa Wicht nella nota. Il fiduciario luganese respinge «categoricamente le accuse messe ingiustamente a mio carico» e chiede «unicamente verità e giustizia». 

Assieme agli inquirenti il 53enne - finito in galera l'estate scorsa - ha ricostruito «tutti gli investimenti fatti con mia moglie durante il matrimonio» e afferma di avere «dimostrato con tutti i documenti giustificativi la destinazione effettiva di tutti i mezzi finanziari». 

Nei giorni scorsi l'ex politico ha presentato alla Procura un incarto di dodici pagine, in cui denuncia a sua volta la donna. «Ho sempre agito con impegno e trasparenza anche nei confronti dei miei clienti coinvolti negli investimenti, e non ho creato nessuna perdita per nessuno: il patrimonio che ho creato, attualmente tutto nelle mani e sotto il controllo della mia ex moglie, ne è la concreta dimostrazione».

Auspicando che «l'azione della magistratura sia imparziale e incisiva» il fiduciario chiude la nota ventilando la possibilità di una conferenza stampa «per dei doverosi e più ampi chiarimenti, viste le strumentalizzazioni politiche sul mio arresto». 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 12:40:15 | 91.208.130.89