LOCARNO
21.08.2019 - 12:240

Rifiuti al Festival: «Non ancora del tutto eco»

È una valutazione positiva quella dell'osservatorio OKKIO, anche se «alla Rotonda sono stati usati piatti compostabili che non sono stati compostati»

LOCARNO - Dopo aver verificato il grado di ecosostenibilità della gestione dei rifiuti durante Moon & Stars l'osservatorio OKKIO ha valutato anche il Festival di Locarno appena concluso.

Il bilancio complessivo rispetto agli anni scorsi, come a Moon & Stars, è stato positivo. «La raccolta differenziata nell'area del Festival, grazie ai molti ben distribuiti ecopunti (anche se migliorabile nell'informazione), è risultata buona», scrive l'osservatorio in una nota odierna.

Meno bene la Rotonda - Per quanto concerne la Rotonda del Festival, invece, non è stato fatto meglio di Moon&Stars. «Nei due eventi - sottolinea OKKIO - i bicchieri erano esemplarmente multiuso e gestiti con deposito, ma per il servizio dei pasti sono stati usati piatti compostabili, senza però essere compostati, ma bruciati nell'inceneritore di Giubiasco». «Peccato - prosegue l'osservatorio - perché il compostaggio sarebbe stato possibile se solo i piatti fossero stati raccolti separatamente dagli altri rifiuti. Gli impianti, sia per il compostaggio a regola d'arte, sia per la igienizzazione e il susseguente trattamento per produrre biogas, anche se ancora pochi, ci sono anche da noi».

OKKIO ricorda come produrre composto utile in agricoltura da sostanze quali cellulosa, fibre della canna da zucchero o mais è indubbiamente meglio che «produrre CO2 e ceneri da dover confinare per sempre nella discarica speciale di Lostallo/Sorte».

L'osservatorio è ottimista: «Non rimane che sperare in una versione perfettamente eco per l'edizione del Festival dell'anno prossimo». A tale scopo OKKIO ha informato il responsabile della tematica dei rifiuti sulle varie opzioni e sulle possibilità di miglioramento.

Guarda le 2 immagini
Commenti
 
vulpus 2 mesi fa su tio
Hanno stufato con questa menata: ci si sciacqua la bocca con il biodegradabile, il riciclaggio ecc ecc: ma avete fatto un esame se inquina meno eliminare nell'inceneritore queste stoviglie, oppure produrre questi aggeggi , definiti biodegradabili, oppure riciclabili? È un'altra ciofeca, fatta ad arte per andare ulteriormente a mungere i cittadini in questo campo. Si crea l'apprensione di non rispettare l'ambiente, ma signori ecco subito la soluzione, che vi costerà qualche franchetto in piÙ. Ma pensiamo alle feste popolari che organizzano una miriade di associazioni e gruppi, retti unicamente dal volontariato. Queste imposizioni fanno passare la voglia di fare qualcosa.
Alessandro Milani 2 mesi fa su fb
Ci vuole greta!
Um999 2 mesi fa su tio
Basta non consumare e il risultato si avvicinerà di certo al 100%. In alternativa ognuno si potrebbe portare le stoviglie da casa. Boh
Um999 2 mesi fa su tio
Basta non consumare e il risultato si avvicinerà di certo al 100%.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-17 22:14:38 | 91.208.130.87