tipress
LUGANO
24.07.2019 - 18:140

Efg ha tagliato 20 posti in Ticino

L'istituto zurighese, ex Bsi, ha presentato oggi il bilancio del primo semestre. Con numeri negativi

LUGANO - Una ventina di posti tagliati in Ticino. E altre sforbiciate in vista. L'istituto zurighese Efg, che ha acquistato nel 2016 la Banca della Svizzera italiana (Bsi), ha pubblicato oggi il bilancio del primo semestre dell'anno. 

I numeri non sono positivi: gli utili sono calati di circa un terzo, a 31,5 milioni di franchi. Nel prossimo triennio la banca prevede nuove acquisizioni, ma anche nuovi tagli. Nel mese di giugno - ha riferito oggi la Rsi - sono stati soppressi una ventina di posti nella sede di Lugano, tra licenziamenti e prepensionamenti (non è chiaro in quale proporzione). Sui conti dell'istituto peserebbero ancora i costi di integrazione della ex Bsi.  

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 00:54:10 | 91.208.130.89