FOTO BLUESTOBOP.CH
Tra i grandi protagonisti dell'edizione 2019 anche Dana Gillespie.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
22.07.2019 - 12:480
Aggiornamento : 20:29

Il blues sarà donna

Presentata la 31esima edizione di Blues to Bop, in programma dal 29 agosto al 1. settembre a Lugano, nelle piazze Cioccaro, San Rocco e Riforma. E con la consueta chiusura a Morcote (Piazza Granda)

LUGANO - Blues to Bop 2019 è la seconda edizione orfana del fondatore e direttore artistico della manifestazione Norman Hewitt, di cui hanno preso il timone e colto quell’immutata passione Ed Bersier e Filippo Corbella.

Quattro giorni di concerti, ma anche di approfondimenti, che andranno a celebrare la storia del blues e le sue origini, con giovani promettenti, così come con numerose star - tra le quali, oltre ai grandi musicisti già annunciati lo scorso mese di aprile (come Sleepy LaBeef e i Birds Of Chicago), da oggi in cartellone troviamo anche Dana Gillespie -.

«Anche quest’anno è stato svolto un intenso lavoro per realizzare la manifestazione, il cui costo, per i più curiosi, è di circa 200mila franchi - sottolinea Claudio Chiapparino, direttore della Divisione eventi e congressi - Un prezioso sforzo di squadra che garantisce continuità e stimoli sempre nuovi per uno degli appuntamenti musicali più attesi dal pubblico locale e dai visitatori della regione».

«In 30 anni Blues to Bop ha saputo affermarsi per la qualità della proposta, ma anche per delle caratteristiche davvero uniche nell’ambito degli eventi della Svizzera italiana, e non solo - spiega subito dopo Roberto Badaracco, capo Dicastero Cultura, sport ed eventi della Città durante l’incontro con i media - La sua atmosfera costituisce l’habitat ideale in cui lasciarsi trasportare dalle emozioni. Spettatori di casa nostra e turisti – spesso giunti a Lugano espressamente per seguire la manifestazione – si ritrovano a condividere un momento di festa all’insegna della grande musica internazionale».

Un’edizione, questa, declinata particolarmente al femminile. Sui palchi vedremo difatti alternarsi - oltre alla già citata, nonché cara amica della manifestazione, Dana Gillespie -, la “nostra” Judith Emeline, così come Leyla McCalla e Vanessa Collier, le quali, nonostante la giovane età, sfoggiano un repertorio intenso e profondo, scandagliando le radici del genere «con un attitudine moderna, in grado di fare breccia sui giovani», precisa Bersier.

Vedremo inoltre esibirsi i Birds of Chicago in un live che dalle radici virerà verso rock e soul, i ticinesi Freddie & The Cannonballs - che saranno impegnati anche con Bat Battiston e Marco Marchi -, il polistrumentista Hubby Jenkins, capace di passare con naturalezza dal violino al banjo.

Poi la Jamiah Rogers Blues Superman - «una delle formazioni più vivaci del Midwest» -, il quartetto gospel delle Como Mamas, Jontavious Willis - che presenterà il suo ultimo album “Spectacular Class” -, così come gli italiani Max & Veronica, i quali, per l’occasione, saranno affiancati dalla talentuosa Alessandra “CekkaLou” Cecala al contrabbasso e alla voce.

E, ciliegina sulla torta, uno degli ultimi artisti viventi della Sun Records - che a Blues To Bop abbiamo già visto nella seconda metà degli anni Novanta e poco dopo l'inizio del nuovo Millennio - ovvero Mr. Sleepy LaBeef, accompagnato dalla Dave Keyes Band.

Da segnalare, inoltre, un'importante novità di questa edizione, ossia cinque appuntamenti di approfondimento e riflessione - realizzati in chiave ludica da alcuni protagonisti della rassegna - sulle caratteristiche del blues e sui messaggi che da sempre veicola.

Info: bluestobop.ch

 


 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 01:23:31 | 91.208.130.85