tipress
LUGANO
08.07.2019 - 06:040
Aggiornamento : 10:09

Le 9 cose che vorrebbero i luganesi, sul bus

Il consigliere comunale Giovanni Albertini (Ppd) girerà al Municipio le proposte raccolte tra gli utenti del trasporto pubblico. Eccole

LUGANO - La lista dei desideri è lunga. Forse è irrealizzabile, ma tanto vale sognare. Sogni modesti, da passeggeri del trasporto pubblico: il consigliere comunale Giovanni Albertini (Ppd-Gg) li ha raccolti nelle scorse settimane tramite un sondaggio online e il risultato è un'interrogazione che presenterà oggi al Municipio. Sette punti che – precisa – «vogliono essere delle critiche costruttive e degli spunti su cui lavorare».

Orari serali ed eventi - Le proposte del “popolo dei bus” a Lugano cominciano dagli orari: «È emerso – rileva Albertini – che le fasce serali non sono adeguatamente coperte» a Lugano. Il numero di corse «andrebbe intensificato fino almeno alle 24 e il mattino prima delle 6, anche durante il fine settimana». Gli orari inoltre potrebbero essere più flessibili e «venire adeguati in occasione di eventi e manifestazioni cittadine». 

Più sconti sui biglietti - La seconda voce di lamentela è – naturalmente – il costo dei biglietti, e qui i passeggeri si sbizzarriscono: immaginano «una tessera famiglia» dove a pagare siano solo gli adulti, un «abbonamento a metà prezzo durante la stagione estiva», o un biglietto domenicale a prezzo fisso per tutta la giornata. Non risparmiano critiche alla nuova funicolare tra piazza Cioccaro e la stazione Ffs, il cui costo (1.30 franchi a corsa) è giudicato eccessivo, e la segnaletica carente per quanto riguarda l'accessibilità.  

Tariffe da semplificare - Altra nota dolente è la complessità della mappa tariffaria. Al Municipio i partecipanti al sondaggio «chiedono di allestire un'area urbana unica per tutte le tratte Tpl, e una extraurbana per le Arl» riassume Albertini. Per semplificare ancor più le cose, c'è chi propone «un biglietto della durata di due ore con libera circolazione su tutta la rete».

Minibus e Park and Ride - Poi c'è il nodo delle fermate, che per le Autolinee regionali «dovrebbero essere estese in condivisione con le Tpl» a cominciare dal piazzale della stazione. I collegamenti con la periferia inoltre «potrebbero essere potenziati con un servizio navetta mini-bus». Per finire agevolazioni agli utenti del Park and Ride nell'utilizzo di bus e bike-sharing: perché no? Sognare non costa nulla. Ora la palla passa all'esecutivo. 

Le 9 proposte di Albertini: 

1 - Potenziare le corse in orario serale, fino alle 24 e prima delle 6 am

2 - Orari flessibili, da adeguare in caso di eventi e manifestazioni

3 - Sconti per le famiglie e sconti domenicali; abbonamento estivo a metà prezzo 

4 - Ridurre il costo del biglietto della funicolare della Stazione; migliorare la segnaletica

5 - Creare due uniche aree tariffali: urbana ed extraurbana

6- Introdurre un biglietto di due ore che permetta di circolare liberamente su tutta la rete

7 - Aumentare le fermate delle linee extraurbane (Arl) a Lugano, in condivisione con la Tpl

8 - Potenziare i collegamenti con la periferia: servizio navette mini-bus

9 - Offrire agli utenti del Park and ride tariffe agevolate per bus e bike-sharing

 

Allegati
Commenti
 
Homer_Simpson 3 mesi fa su tio
Autisti meno Arrogantiiiiiiiiiii
RobediK71 3 mesi fa su tio
No ma, il numero uno dev’essere il Wifi gratuito a bordo !! Portiamoci avanti
Antonella Ciaccia 3 mesi fa su fb
Intensificare le corse nelle ore di punta (alcune linee hanno 15 minuti di attesa troppo se bisogna prendere più di 1 bus) .Al mattino presto e dopo le 20 di sera troppa attesa per non parlare della domenica e festivi...molti lavorano!!!
Jessica Soghon 3 mesi fa su fb
Che regolino anche l'aria condizionata...giusto che sia fresco ma a volte si gela, non puoi sederti perché ti arriva dritta in testa...e capita pure d'inverno in giornate di sole.
lollo68 3 mesi fa su tio
Punto 3: c'era la campagna "Cambia l'aria" che ho sempre sfruttato e in certi comuni lo sconto arrivava al 75 %! Come mai non c'è più?
Elena Rusconi 3 mesi fa su fb
Ma forse direi alle fermate rispettare gli orari perche se loro sono in ritardo tu devi aspettare ma se sono in anticipo e non di poco col cavolo che ti aspettano!!!! Poi vogliamo parlare delle delle pensiline alle fermate? Via Fola aperta a nord se piove non ti puoi neanche riparare per non parlare di sedersi! E non da ultimo se mettete lo schermo con gli orari la gente forse vorrebbe anche poterlo vedere perche tra il sole e soprattutto il sudiciume non si vede na mazza percio tanto vale risparmiavate un po di soldi!
don lurio 3 mesi fa su tio
Queste proposte il Municipio e Consiglio Comunale dovrebbero saperlo e metterle in pratica e questo da molto tempo dormiglioni.
Vanesa Martinez 3 mesi fa su fb
Le corse prima delle 6 è ora!!!! Per arrivare al lavoro non c’è bus, ridículo chiedere di utilizzare i mezzi pubblici quando non ci sono... Ottimizzare il servizio. Bisogna chiedere ogni volta di abbassare il bus e ti vedono con un passeggino bebe... non aspettano che sei con il passeggino bloccato, o che un anziano o donna incinta siano seduti. Il weekend aumentare le corse, per motivare l’utilizzo del mezzo pubblico però anche perché ci sono tante persone che lavorano (ospedali ad esempio) e aspettano io bus mezza ora dopo l’orario di lavoro.
Flavia Rigo 3 mesi fa su fb
la 10ma gliela metto io: evitare la velocità con conseguenti brusche frenate alle fermate !!!
Patrizia Patti 3 mesi fa su fb
Rispondo a GI: Ringraziare chi conduce si. Io dico buongiorno e buonasera o arrivederci ma la metà di loro non ti degna di sguardo! Mettiamo anche Educazione (migliora l’inizio della giornata)
GI 3 mesi fa su tio
ne aggiungo una decina: i tanti passeggeri dovrebbero, ogni tanto, anche ringraziare chi conduce il mezzo per il servizio.....
Raffaella Norsa 3 mesi fa su fb
Direi che la prima è anche molto sensata nonostante,soprattutto nei week end, l’ultima corsa alle 24 rimane ridicolo
Mirella Zanni Abdul 3 mesi fa su fb
Direi la 6 che sarebbe la più sensata... però per 3 ore. Esempio ...oggi: Se devo uscire da Agno e andare dal dottore a Molino Nuovo o Cannobio , tra il trenino e cambi bus ... andata e ritorno se ne vanno 11 franchi. Tanto vale prendere la macchina.
Stefano Casalinuovo 3 mesi fa su fb
Aggiungerei la possibilità di fare biglietti con carte contact less
avalon 3 mesi fa su tio
... e quante persone ci sono a bordo..??
Pepperos 3 mesi fa su tio
Per una Modica cifra 2chf, un divano e un o schermo TV , per guardare hubporn,,,, eventualmente l'autista un prosecco me lo può offrire..
Saul Gianoli Dibb 3 mesi fa su fb
Punto 5 è l unica proposta sensata
Spalma Büter 3 mesi fa su fb
anche la 1 non é male, potenziare le corse serali, dovrebbero fare h24, abbonamento annuale che costa un "rene" e di notte sei a piedi....
Massimo Ferrantini 3 mesi fa su fb
Saul Gianoli Dibb ...e più gnocca seduta qua e là 😂😂
Norma Jean 3 mesi fa su tio
In settimana non è possibile che dalla fermata Genzana verso Vezia ci sia una corsa alle 19:48 e quella dopo...alle 20:18! Dopo 30 minuti in un orario del tutto normale, neanche fosse notte fonda o domenica, soprattutto anche quando il giovedì sera i negozi chiudono alle 21. È vero che Lugano non è Zurigo, dove i tram passano ogni 8-10 minuti e coprono maggiori fasce orarie, ma penso sia del tutto ragionevole ampliare queste fasce fino almeno alle 23, con pochi minuti di distanza tra una corsa e l’altra.
lollo68 3 mesi fa su tio
@Norma Jean E' meglio che ogni giorno debba prendere l'auto per recuperare i figli dopo le loro attività malgrado abbiano l'abbonamento annuale perché l'ultimo autopostale è alle 18:52?
Foxdilollo78 3 mesi fa su tio
Avrei aggiunto la coincidenza bus-treno
Valerio Castellani 3 mesi fa su fb
Se erano a gratis va bene tutto no problem andate a piedi che fa bene alla salute i mezzi per girare consumano sia pieni che vuoti l’erba voglio la si paga fategli le fermate sotto casa 👁
Stefano Sironi 3 mesi fa su fb
Non ho capito niente :D
Valerio Castellani 3 mesi fa su fb
Stefano Sironi meno male uno che capisce qualcosa
Spalma Büter 3 mesi fa su fb
di gratis in Svizzera non c'é più niente, solo l'aria inquinata che si respira...anzi neanche quella, si paga l'inquinamento che respiriamo
Cristina Botta 3 mesi fa su fb
Valerio Castellani ma la punteggiatura?
Valerio Castellani 3 mesi fa su fb
Cristina Botta non mi piacciono i punti lascio a voi che siete più bravi così capite meglio ma ci lamentiamo sempre ma prendiamoci anche qualche colpa non tutta ma una parte il lamentio e una moda infinita oggi bonne journee 💋🌹
Valerio Castellani 3 mesi fa su fb
Cristina Botta ecco vedi chi vuol capire capisce anche senza punti 🌹🌲
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 23:10:50 | 91.208.130.86