Keystone - foto d'archivio
CANTONE
26.06.2019 - 14:170

Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"

Le scuole private dovranno presentare un'istanza per l'esercizio ogni quattro anni. Il Governo vuole «garantirne la qualità»

BELLINZONA - Le scuole private in Ticino d'ora in avanti riceveranno un'autorizzazione temporanea. Se attualmente, infatti, l'autorizzazione all'apertura e all'esercizio viene chiesta una volta sola, da subito avrà invece una durata di quattro anni, ma sarà sempre rinnovabile. Il Consiglio di Stato ha approvato una modifica del Regolamento della legge della scuola.

Nel comunicato stampa, il Governo non lo dice chiaramente, ma sembra proprio che il "caso Fogazzaro" abbia fatto scuola: l'obiettivo è «aggiornare il sistema di autorizzazione e vigilanza delle scuole private» per «garantire all’utenza la loro qualità». Il passaggio dall’autorizzazione a tempo indeterminato a quella a tempo determinato permette di affiancare all’ordinaria vigilanza anche un processo di accreditamento a scadenze regolari.

Con la modifica di regolamento approvata oggi tutte le autorizzazioni attualmente in essere scadranno tra il 31 luglio 2020 e il 31 luglio 2022. In vista di tale scadenza, le scuole saranno informate della necessità di presentare una nuova istanza per il rinnovo quadriennale.

Il Consiglio di Stato auspica che il Gran Consiglio approvi presto il messaggio n. 7628 che aggiorna le basi legali inerenti all’autorizzazione all’apertura e all’esercizio delle scuole private «a tutela del loro buon nome e di questa componente della scuola ticinese».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 05:58:13 | 91.208.130.85