CANTONE/EMIRATI ARABI UNITI
20.06.2019 - 17:010
Aggiornamento : 17:21

La sostenibilità ticinese a Dubai

Una scuola internazionale adotta astucci e borse che una ditta di Agno produce utilizzando vecchi poster pubblicitari in PVC

AGNO/DUBAI - La Fairgreen International School di Dubai è un istituto che fa tutto il possibile all’insegna della sostenibilità: dall’impiego di energia solare alla separazione dei rifiuti. E ora ci mette lo zampino anche il Ticino: la scuola ha infatti fornito agli studenti borse, zaini, astucci e altri accessori prodotti attraverso il riciclaggio di vecchi poster pubblicitari in PVC. Fairgreen International School sarà la prima scuola negli Emirati ad adottare questa filosofia basata sull’innovazione, la creatività ma soprattutto sulla protezione dell’ambiente con un’azione tangibile e concreta.

Ma cosa c’entra il Ticino? Si tratta di un concetto sviluppato dalla startup Etuix, nata in Ticino dalla mente di Gianmarco Galli e ora trasferitasi a Dubai con la filosofia “Non spendere per distruggere, investi per creare”. Il general manager Matteo Boffa di Magliaso è inoltre coinvolto in diverse iniziative internazionali dedicate alla sostenibilità e all’economia circolare. Un grande supporto è certamente da attribuire alla Camera di commercio Svizzera (Swiss Business Council), della quale Boffa è parte del consiglio di amministrazione.

Con la sua scelta, la Fairgreen International School di Dubai ha permesso di riciclare cinquecento metri quadri di plastica PVC che altrimenti sarebbe finita al macero, pesando sulla società, l’economia e in particolare l’ambiente.

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 23:52:38 | 91.208.130.87