DT
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
8 ore
Renzetti "flashato" a 177 km/h: «Ero arrabbiato con l'arbitro»
Il presidente dei bianconeri ha calcato un po' troppo il piede sulla A13 rientrando da una partita fuori casa: «Non pensavo la mia Golf fosse così potente»
CANTONE
9 ore
Merlini: «C'è desiderio di cambiamento, e va rispettato»
Dopo l'odierna sconfitta, il candidato PLR intende ritirarsi dalla politica: «Ora ho più tempo per la mia attività professionale»
CANTONE
11 ore
La bucalettere strabocca: «Avrei potuto rubare diverse schede»
Molte persone aspettano l’ultimo momento per imbucare la busta del voto per corrispondenza. Un’abitudine che però può creare qualche problema...
CANTONE
11 ore
Carobbio: «La mia elezione? Un segnale per l’uguaglianza di genere»
Per la prima volta una donna rappresenterà il Ticino al Consiglio degli Stati
BELLINZONA
12 ore
Un furgoncino "social" nella capitale
Obiettivo del Social Truck: creare legami tra i giovani e favorire la creazione di ponti nei rapporti dei giovani con gli abitanti.
STABIO
12 ore
Esame superato, ecco i nuovo cavalieri
Si sono svolti con successo gli esami di equitazione alla Scuderia Happy Hours di Stabio
CANTONE
12 ore
«Nessuna guerra con la Carobbio, troveremo accordi»
Un esponente dell’UDC e una del PS andranno d’accordo insieme al Consiglio degli Stati? Marco Chiesa: «Certamente sull’aumento dei premi casse malati troveremo soluzioni convergenti»
CANTONE
13 ore
Neve sull'A2, «lunghi ritardi» verso nord
Spazzaneve in azione sul posto. Disagi alla circolazione in entrambe le direzioni
LOSTALLO (GR)
13 ore
Un nuovo Municipio per Lostallo
A partire dall'anno prossimo nell'esecutivo siederanno due volti nuovi: Moreno Monticelli e Filipe Ferreira Carneiro
CANTONE
14 ore
Piero Marchesi e Bruno Storni vanno a Berna
Sono loro i primi subentranti di Marco Chiesa e Marina Carobbio
CANTONE
15 ore
Lombardi: «Sapevo che col ticket avrei rischiato»
La reazione dell’ormai ex senatore PPD ticinese dopo la sua mancata rielezione
CANTONE
15 ore
Giovanni Merlini lascia la politica
Il candidato del PLR non è riuscito a conservare il seggio lasciato vacante da Fabio Abate. Caprara: «Mi assumo la responsabilità di questo risultato»
CANTONE
17.06.2019 - 17:110

Approvvigionamento dell'acqua, una nuova ordinanza in caso di penuria

Il Dipartimento del territorio comunica che il 15 maggio scorso il Consiglio Federale ha avviato una procedura di consultazione in merito a questa problematica

BELLINZONA - In occasione dell’odierna giornata mondiale per la lotta alla desertificazione e alla siccità, il Dipartimento del territorio (DT) comunica che il 15 maggio scorso il Consiglio Federale ha avviato la procedura di consultazione della nuova Ordinanza sulla garanzia dell’approvvigionamento con acqua potabile in situazioni di grave penuria (OAP).

Aggiornata la vecchia Ordinanza - L’attuale Ordinanza, in vigore dal 1992, è stata aggiornata e adeguata alla nuova Legge federale sull’approvvigionamento economico del Paese (LAP). La nuova versione verte in particolare sulla pianificazione volta a evitare situazioni di penuria, prevenirne gli effetti e aumentare la resilienza dei distributori. La definizione dei compiti che spettano a Cantoni e distributori è ora più chiara e semplificata, delegando ai Cantoni maggiori competenze, in particolare riguardo alla definizione dei quantitativi minimi da approvvigionare.

Diversi compiti per il Cantone - Tra i compiti attribuiti al Cantone si segnala, «l’allestimento dell’inventario digitale dell’approvvigionamento idrico, che consiste in un catalogo elettronico degli impianti quali le sorgenti, le falde acquifere, le captazioni a lago, i serbatoi, gli impianti di pompaggio e la rete di distribuzione».  Tale registro verrà allestito secondo le direttive dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e aggiornato regolarmente.

A fine 2020 - Per contro, un importante compito delegato ai distributori riguarda l’elaborazione di una documentazione specifica relativa all’OAP, che dovrà essere approvata dall’Autorità cantonale. A tal fine, l’Ufficio della protezione delle acque e dell’approvvigionamento idrico (UPAAI) ha elaborato un modello della documentazione OAP, che ha recentemente presentato al comitato dell’Associazione acquedotti ticinesi per ottenere un parere consultivo da parte delle aziende di distribuzione d’acqua potabile (AAP) direttamente coinvolte nell’erogazione. La documentazione definitiva sarà consegnata agli enti distributori dopo l’entrata in vigore della nuova OAP, verosimilmente a fine 2020.

«Standard cantonale» - Il modello di documentazione OAP mira anzitutto a definire uno «standard cantonale» che dovrà essere ripreso dalle AAP nella sua struttura e adattato nei contenuti alle specifiche esigenze e realtà locali. Il manuale OAP è un importante strumento per la gestione delle crisi che possono essere di varia natura: dalla siccità agli incidenti, fino alle perturbazioni sistemiche che compromettono il normale approvvigionamento idrico. «Questo vademecum - precisa il Dipartimento - è stato concepito affinché possa essere utilizzato rapidamente anche da personale non attivo nella zona colpita e in collaborazione con gli enti di primo intervento. Il manuale è strutturato secondo un principio modulare, che ne facilita compilazione e aggiornamento».

Concetti chiave di comunicazione - Oltre a informazioni pratiche per affrontare i casi di emergenza è presente anche una sezione relativa ai concetti chiave della comunicazione in situazione di allarme. Aspetti, questi ultimi, ritenuti di grande rilevanza nell’ambito di un’efficace gestione della crisi, sia internamente all’organizzazione che nei confronti dei media e della popolazione. Parallelamente alla messa a disposizione della documentazione OAP, è stato avviato l’allestimento dell’inventario cantonale digitale dell’approvvigionamento idrico. Il suo completamento durerà nel tempo, in quanto sono dapprima richieste la fornitura e l’aggiornamento dei Piani generali dell’acquedotto in formato digitale; attività, queste, che le AAP saranno chiamate a svolgere nei prossimi anni.

Commenti
 
Nmemo 5 mesi fa su tio
Si chieda consulenza al Bersani da Giubiasco, designato a presiedere il consiglio direttivo AMB, che prima è riuscito a sperperare 17 milioni di fr del contribuente per un acquedotto che si alimenta da sorgenti che è accertato restano a secco per 90 giorni consecutivi in caso di siccità
GI 5 mesi fa su tio
wow finalmente metteranno il rubinetto anche alle sorgenti, unico modo per controllare l'erogazione/consumo.....tutto il resto mero contorno....visto che la stragrande maggioranza dell'acqua potabile è di origine sorgiva, laghi a parte....o mi sbaglio ??
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 06:00:59 | 91.208.130.86