Tipress
L'esperto Bruno Cereghetti
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE
20 min
Otto modi per scoprire la biodiversità delle foreste ticinesi
Il DT lancia un video promozionale e otto percorsi didattici sulla scia dell’omonima campagna federale.
VIDEO
CANTONE
1 ora
«Meno fatica + attenzione»
È la nuova campagna di sensibilizzazione per chi si sposta in sella a un e-bike.
CANTONE
1 ora
Il Ticino registra tre nuovi casi di coronavirus
Da inizio settimana sono 17 i tamponi risultati positivi al Covid-19 nel nostro cantone
VIDEO
CANTONE
3 ore
Ragazzo di Cadenazzo aiuta un senza tetto
Il video "gira" su TikTok. Tutta scena? No. Chi lo ha realizzato, lo ha fatto col cuore.
CANTONE
4 ore
«Non ci sono dati che il virus è più debole. Usate le mascherine»
Cifre che dicono tutto e niente. Valanghe di interrogativi. E l'epatologo Andreas Cerny non ci tira certo su di morale.
CANTONE
5 ore
Il coronavirus colpisce i Bed&Breakfast
Raiffeisen: «Probabilmente molti alloggi sono stati riconvertiti in appartamenti in affitto».
MENDRISIO
5 ore
La prima cieca laureata USI «Io, salva grazie alla lettura»
Per Cecilia Soresina, non vedente dalla nascita, la lettura ha rappresentato molto più che una semplice passione:
CANTONE
11 ore
Canicola bye bye
Il rischio di una nuova ondata di calore viene definito «molto basso» dagli esperti di Meteosvizzera
CANTONE
17 ore
La "bonaccia" prima della tempesta
«Tale dato non deve trarre in inganno» avverte Fernando Piccirilli, capo della nuova Sezione esecuzione e fallimento
FOTO
CANTONE
17 ore
Gli avvoltoi monaci sono tornati, puntualissimi
La scorsa estate ne erano stati avvistati quattro esemplari, quest'anno ce n'è (per ora) uno in più.
LUGANO
18 ore
«Tanta tristezza, ma ci sono altre priorità»
Niente rally del Ticino a causa del Covid. La delusione degli ultimi vincitori, Andrea Crugnola e Moira Lucca.
CANTONE
19 ore
Test in tempo reale, ecco il dispositivo portatile
Il progetto si chiama MicroCoVSens ed è sviluppato da SUPSI, IOR ed EPFL.
CANTONE
19 ore
Meno criminalità transfrontaliera durante il lockdown
Il fenomeno è dovuto alle restrizioni di viaggio. Per Berna i controlli sistematici alla frontiera «non sono necessari»
CANTONE / SVIZZERA
20 ore
Settore sanitario: il Governo risponde picche a Carobbio e Marchesi
La prima chiedeva di formare più medici, il secondo di non essere dipendenti dalla manodopera estera.
CONFINE
21 ore
Tragedia a due passi dal Gambarogno
Una donna è deceduta mentre si trovava in riva al lago. Inutile l'intervento dei soccorritori
QUINTO
21 ore
Al doppio della velocità consentita sull'A2
Un 54enne del Locarnese è stato fermato il 10 agosto in territorio di Quinto
CANTONE
21 ore
Anche il Rally del Ticino si arrende al virus
La 23esima edizione della competizione è stata rimandata al giugno del 2021.
CANTONE
22 ore
A caccia di punti (e a tutto sport) con B2Mission
B2Mission fa muovere le aziende in tutta la Svizzera. Così si rafforza lo spirito di squadra e si promuove la salute
LOCARNO
22 ore
Polizia in Piazza per aver un «maggior dialogo con la popolazione»
La campagna itinerante permetterà agli agenti incontrare i cittadini di Locarno e quelli dei Comuni convenzionati.
CANTONE
22 ore
Tre nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'463. Il bilancio dei morti resta fermo a 350.
VIDEO
ONSERNONE
23 ore
Swing the World è più dolce sul Pizzo Zucchero
L'altalena di Fabio Balassi ed Elisa Cappelletti è comparsa anche in Valle Onsernone
CASTEL SAN PIETRO
1 gior
Strada chiusa per oltre cinque mesi
Via Monte Generoso, fra la piazzetta di Gorla e la zona Croce, non sarà percorribile fino a febbraio 2021
MONTEGGIO
1 gior
Assalto al portavalori: due arresti
Un italiano in manette a Chiasso, un altro in Polonia. E cinque persone indagate all'estero
CANTONE
1 gior
Rientri dai paesi a rischio: controlli più efficienti
Ora le autorità cantonali ticinesi ricevono le informazioni sui viaggiatori direttamente dal Canton Zurigo
BIBORGO
1 gior
La Val Pontirone "ostaggio" di Swisscom
Nessuna copertura di rete mobile: un'interpellanza chiede al Comune di intervenire
FOTO
LOCARNO
1 gior
«Rilanciamo l'Astrovia con un'app»
Il percorso tra la foce della Maggia e Tegna è in stato d'abbandono. Ecco le idee per rinnovarlo
BELLINZONA
1 gior
Massaggi e minacce: mobbing in ufficio
L'azienda coinvolta sarebbe molto importante. Più dipendenti si sono rivolti ai sindacati.
LUGANO
1 gior
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
1 gior
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
LUGANO
1 gior
Rivoluzione tecnologica nel calcio, un incontro con Massimo Busacca
L'evento con l'ex fischietto e oggi capo del Dipartimento arbitrale della Fifa è previsto stasera a Lugano
CANTONE
1 gior
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
CANTONE
10.06.2019 - 22:070
Aggiornamento : 12.06.2019 - 11:38

«Lo scandalo sta nel superpotere dei periti dell’AI»

Per Bruno Cereghetti, esperto di sanità e socialità, è in atto un travaso di persone dall’invalidità all’assistenza. Alla povertà. La legge che lo permette, dice, «è da repubblica delle banane»

LOCARNO - «Il problema mostruoso, che non si vede da queste statistiche, su cui mi permetto di nutrire anche qualche dubbio, è che l’invalidità oggi è causa di povertà». A reagire con veemenza alle statistiche sui gradi di invalidità pubblicate da Tio/20Minuti, è Bruno Cereghetti, esperto di sanità e socialità, che da tempo si sta occupando, dal profilo «ermeneutico» specifica, dell’interpretazione della legge e delle sue conseguenze.

In che senso l’invalidità porta alla povertà?

«Nel senso che l’Assicurazione per l'invalidità (AI) oggi espelle sistematicamente le persone con grosse difficoltà dal circuito delle rendite unicamente per ragioni economiche. E butta questa gente in assistenza».

La grande invalidità viene però riconosciuta. Due terzi dei casi hanno rendita intera…

«Certo, ma l’invalidità ordinaria - ad esempio il 55enne muratore con le spalle rotte - viene estromessa con tutte le scuse possibili. Attenzione, si tratta di un’estromissione legale. Sarebbe sbagliato andare a colpire la AI che non fa altro che applicare la legge. Il problema è che nessuno si occupa di cambiare quest'ultima».

Nemmeno la politica a quanto pare.

«Direi di più. Neanche la sinistra a cui sta più a cuore il destino del lupo che non quello di queste povere persone».

Perché questa legge, riprendendo le sue parole, è scandalosa?

«L’ordinamento giuridico che regge questo settore è degno di una repubblica delle banane. Grida vendetta il fatto che il primato sulla decisione, se uno sia o no in invalidità, e del relativo grado, compete al perito medico o al medico dell’AI. Ma quest’ultimo è uno stipendiato dell’AI e dunque ha tutto l’interesse a difendere il sistema che è incentrato sul contenimento dei costi!».

E i periti esterni?

«Quando l’AI vuole approfondire un caso danno mandato ai periti esterni. E qui esce l’aspetto aberrante, perché il perito viene scelto unilateralmente dall’assicurazione, è pagato dall’assicurazione e ha tutto l’interesse a difenderla. Perché se dopo cinque perizie ne facesse tre a favore dell’assicurato, non vedrebbe più un incarico».

E invece qual è la situazione?

«In Ticino abbiamo lo scandalo di due mega periti che ricevono, ciascuno, 400mila franchi all’anno solo dall’AI. E questi fanno, lo garantisco, perizie al 100% contro gli assicurati, attestando che sono comunque capaci di lavorare. Il giudizio del perito, purtroppo è assoluto. Inattaccabile».

Qual è la sua previsione?

«Il mio pronostico è che nei prossimi tempi il travaso verso l’assistenza sarà accentuato, perché i conti dell’AI vanno male».

La legge, secondo lei, è sbagliata. Qual è, se esiste, la falla che permetterebbe di contestarne la legittimità?

«Sarebbe auspicabile un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo. L’articolo 6 della CEDU dice che ogni persona ha diritto di essere giudicata da un giudice che sia veramente imparziale ed esterno. Invece il nostro sistema, da repubblica delle banane ripeto, affida il giudizio a dei periti di parte, per giunta pagati dall’assicuratore. Solo un ingenuo può pensare che siano super partes».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tamara Biaggi 1 anno fa su fb
Guardate che il « caro » esperto riceve una percentuale sui casi ai quali riesce a far prendere l’AI...mica lo fa per beneficenza 😂
Kathana Luiz 1 anno fa su fb
O MOMENTO DE VER A LUZ É AGORA Não perca esta oportunidade de tempo de vida. Junte-se * ILLUMINATI * e obtenha! * Riqueza, fama e poderes *. Lembre-se que você é apenas humano e deve ser apoiado e protegido! Junte-se a nós hoje e seja um membro de sucesso para o resto da sua vida! * WhatsApp nós em ... "+13187665666" * LEMBRE-SE QUE A DISTÂNCIA NÃO É UMA BARREIRA * 🔺666🔺
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
Bravo cereghetti
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
Che paese di ladri......medici venduti e ladri
Mauro Santus 1 anno fa su fb
nulla di nuovo...
Gus 1 anno fa su tio
Come sempre le analisi di Bruno Cereghetti sono perfette. Ha sempre ragione!
Thor61 1 anno fa su tio
Ha espresso una realtà, omettendo di dire solo che è il suo partito (E soci) la causa della situazione reale!!! Poi vogliamo dimenticarci del PRIMO responsabile pratico?! No!!! Lo stato quando si è "Privatizzato" è stato il PRIMO, durante la "Ristrotturazione" a mandare i suoi lavoratori in A.I. chi aveva il "Raffreddore" quindi anche il C.F. va adeguatamente ringraziato! Saluti ;o))))
Pepperos 1 anno fa su tio
Una revisione votata dal Popolo Svizzero!!!! Che nessuno vuole cambiare; che in futuro verranno inasprire le norme per l'accesso alle prestazioni.
Mr. Freeze 1 anno fa su tio
Il periodo transitorio per il cambiamento di occupazione è diventata la ricetta per tutte le stagioni. L'AI non fa altro che allinearsi, guarda caso, con le perizie assicurative di parte fatte apposta per negare ogni diritto. Per anni si sono elargite allegramente rendite AI per personaggi che poi sono partiti per l'estero senza controlli di nessun genere. Non è una novità. Complimenti ai periti e a tutta la cricca.
Ivana Kohlbrenner 1 anno fa su fb
alla fine il castello di sabbia crollerà..... ipocresia, prepotenza, incuranza della vita altrui..... ed un unico interesse INTERESSI PERSONALI DI POCHI SULLE SPALLE DELLA COMUNITA
Led Swan 1 anno fa su fb
Il signor Cereghetti ha perfettamente ragione. Basti pensare a come viene fissato il famoso reddito ipotetico laddove, in pratica, una rendita d'invalidità la può ottenere chi ha un reddito elevato mentre gli altri devono presentarsi all'ufficio AI con la testa in meno e forse possono sperare...
vulpus 1 anno fa su tio
Il sig. Cereghetti fa un lavoro encomiabile. Peccato che la politica ( alla quale sembra dia fastidio) non ne approfitti delle sue conoscenze e competenze.
Rüben Rota 1 anno fa su fb
Isidoro Alamillo Fernandez leggi questo!
elvicity 1 anno fa su tio
e poi ci sono quelli che da decenni, per una depressione ricevono l'AI al 100%. Si infatti allora era ancora l'era delle vacche grasse.
bimbogimbo 1 anno fa su tio
bravo cereghetti... poi li paghi tu tutti questi « invalidi »? I soldi per i veri invalidi ci sarebbero, se facessero dei controlli seri a tappeto. Peccato che come sempre per colpa di alcuni furbi, i veri malati ne fanno le spese... questo è il problema e non la cassa che finanzia i bisognosi!!!
albertolupo 1 anno fa su tio
@bimbogimbo Mi sembra che Cereghetti si esprima con cognizione di causa e non stia facendo riferimento a “falsi invalidi”. Scusa tanto, ma quanto scrivi mi sembra nulla più che un commento da bar.
arca51 1 anno fa su tio
bravo cereghetti queste cose vanno portate a conoscenza della gente è scandaloso.....e poi critichiamo altre repubbliche ,guardiamoci allo specchio
samarcanda 1 anno fa su tio
L'ennesimo scandalo irrisolvibile.
samarcanda 1 anno fa su tio
Ero malata di cuore, ma i medici (per anni) dicevano che me lo mettevo in testa. Gravi infezioni che mi hanno rovinato la vita. Poi, dopo aver insistito, finalmente la cura e la guarigione, ormai, però, non al 100%, ma sto bene e al cuore non penso nemmeno più. Un luminare italiano aveva capito all'istante la mia situazione: sarei potuta morire d'infarto in qualsiasi momento. Mi ha curata alla perfezione.
Pepperos 1 anno fa su tio
Lalegge va cambiata! Ma non c'è volontà politica. Quindi?.....
UCM Associazione Utenti Sanità Pubblica - Consulenza ed assistenza 1 anno fa su fb
Purtroppo è una vergognosa realtà. Numerosi nostri clienti si trovano confrontati con perizie dei medici dell’AI incredibilmente assurde.
Camilla Mainardi 1 anno fa su fb
Bruno Cereghetti , bella persona integra e competente, ha perfettamente ragione . Il diritto a un perito “ terzo” deve essere garantito ed inderogabile . Ma che scherziamo??? 😦
max0920 1 anno fa su tio
a livello federale ci vorebbe una legge che obbliga le imprese nei vari settori ad assumere un numero minimo di dipendenti in assistenza ed in invalidita', poi ci vorebbe un decastero che unisca l'invalidita' e l'assistenza in un unico luogo e che stabiliscano che chi riceve l'invalidita e l'assistenza ricevano lo stipendio uguale e uguali agevolazioni e doveri, e che consenta di pignorare dalla rendita una minima parte della rendita per pagare i debiti se ci sono.
miba 1 anno fa su tio
Scusi Signor Cereghetti, ma trovo che sarebbe stato (molto) più onesto dire anche come e perchè si è arrivati a questa situazione e mi dispiace, ma una grossa fetta di responsabilità l'ha proprio il suo partito (PS). Indietro negli anni le proiezioni erano state calcolate giuste, chi pagava i contributi, per quanti anni, come avveniva il finanziamento ecc ecc ecc. Poi è arrivato il vostro partito, accanoto sostenitore delle porte e finestre aperte (alias libera circolazione) ed è evidente che queste proiezioni sono state sballate in pieno: persone giovani e/o stranieri , che pagano pochi o nulli anni di contributi e beneficiano subito di rendite AI ed i soldi poi mancano... Non è stata forse la stessa cosa con la LAMal? In sostanza e concludendo: belle parole e teorie tante ma coerenza molto vicina allo zero.....
Irena Rogozinska 1 anno fa su fb
Sono d’accordo con sig.Bruno Cereghetti ,purtroppo ho sentito su mia pelle .Medico di assicurazione riso in faccia.Sistema difende assicurazioni non assicurati
Maryl Fusi 1 anno fa su fb
Me personalmente hanno distrutto medici ticinesi durante grave operazione ginecologica.In 2 mesi 9 interventi in anestesia totale...Dal 12/2015 aspetto risultati da AI!!!25 perizie fatte in Ticino dicono contrario che confermano cliniche a Zurigo dove mi hanno salvato la vita❤Ma nessuno chiede di cosa vivi per anni con 2 figli!!!E assurdo!!!
Raffaella Norsa 1 anno fa su fb
Maryl Fusi io sono in attesa da 2 anni e mezzo anche a me qui in Ticino danno diagnosi di una malattia perché non è riconosciuta mentre fior Fiore di specialisti italiani e di Zurigo (con lastre, risonanze e altri esami alla mano) dicono esattamente il contrario. Io se non avessi il padre di mio figlio e i miei che mi aiutano sarei sotto i ponti. Mi hanno fatto licenziare perché inabile al 100% però la pratica è sempre ferma dal medico cantonale. In comune mi hanno risposto “non si preoccupi perché quando avrà la risposta le daranno gli arretrati” io ho una casa di proprietà per cui sono considerata ricca e non ho alcun aiuto. Senza calcolare che devo curarmi dallo specialista in Italia privatamente 😡
Maryl Fusi 1 anno fa su fb
Raffaella Norsa crudele realta.Capisco fin ad ultimo punto tutto😢Mi dispiace tanto😢🙈
Meck1970 1 anno fa su tio
.... però i soldi per fare strutture nuove ce li hanno ( vedi Bellinzona). Quando sei in infortunio per condizioni abbastanza gravi.... prima assieme alla SUVA ti aiutano... Quando passano i 2 anni ti trattano come se uno non avesse mai avuto niente e ti buttano fuori dicendo che non hai nessun indennizzo a favore.
Franco Norghauer 1 anno fa su fb
Complimenti 👏👏
8Paola3 1 anno fa su tio
Dunque pur facendo ricorso andiamo a sbattere contro un muro. E la cosa assurda che essendo in AI e hai davvero problemi o ti manca un braccio o una gamba, devi lavorare. Assurda realtà...
Donato Cerullo 1 anno fa su fb
I conflitti d'interesse in CH tra politica, economia e finanza di chi dovrebbe tutelare i più deboli della società stanno raggiungendo livelli incredibili...
Pippo Giuseppe Fuoti 1 anno fa su fb
Uno lavora 40 anni e più versa i contributi e poi......
Pippo Giuseppe Fuoti 1 anno fa su fb
Anzi legge ridicola
Pippo Giuseppe Fuoti 1 anno fa su fb
Ridicoli
Pippo Giuseppe Fuoti 1 anno fa su fb
Ma va ci simo arrivati e poi.... Magari ti propongono una riqualifica a 58 anni
Anthina Agostini 1 anno fa su fb
Qualcuno non lo sapeva? Mica è una novità che fanno i loro interessi... come pure il potere di decidere la percentuale d’invalidità...
tip75 1 anno fa su tio
un altro capitolo della vergogna , dove ti giri ti giri c’è sempre qualcuno di disonesto
Andrea Franzini 1 anno fa su fb
Alessia Vernizzi cof cof cof.. leggiti l’articolo 😉
Alessia Vernizzi 1 anno fa su fb
Andrea Franzini letto grazie!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 11:08:31 | 91.208.130.86