Archivio Tipress
La vicenda è quella che riguarda l'Istituto Fogazzaro di Breganzona.
LUGANO
06.06.2019 - 19:310

Da Napoli una denuncia contro Falò

A seguito del servizio sulle maturità conseguite in Italia, l’istituto Papi di Pomigliano d’Arco lancia l’accusa di diffamazione e concorrenza sleale

LUGANO - Un viaggio di 850 chilometri fino a Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, per sostenere e passare gli esami di maturità in Italia. È quanto hanno fatto per anni studenti ticinesi dell’Istituto Fogazzaro di Breganzona. Una vicenda approfondita lo scorso gennaio dalla trasmissione Falò della RSI.

E ora l’Istituto G. Papi di Pomigliano d’Arco ha denunciato Falò per diffamazione e concorrenza sleale, come ci conferma il giornalista RSI Gianni Gaggini, autore del servizio. La denuncia è giunta dopo due diffide inoltrate attraverso lo studio legale luganese di Massimiliano Parli.

«Hanno tutto il diritto di denunciare. Ma resta il fatto che sono in corso dei procedimenti nei loro confronti, sia a livello penale che politico» ci dice Gaggini, da noi interpellato. Insomma, l’istituto dovrà comunque spiegare per quale motivo centinaia di studenti provenienti dal Ticino hanno deciso di affrontare un viaggio così lungo per ottenere la maturità.

Da parte sua, il giornalista RSI si mostra tranquillo: «Ho raccolto testimonianze dirette, da persone che tra loro non si conoscevano. Le ho incrociate e verificate. Se queste condizioni non ci fossero state, non avrei pubblicato nulla» conclude.

Ora la questione è nelle mani del procuratore pubblico Andrea Gianini.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 01:28:43 | 91.208.130.89