TiPress - foto d'archivio
MURALTO
27.05.2019 - 18:230

Ragazza morta al La Palma, chiesta la proroga del carcere per il 29enne

La procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis ha previsto una ricostruzione sul posto di quanto accaduto, ma anche una perizia psichiatrica sull’imputato

MURALTO - Rischi di fuga, recidiva e collusione. Sono queste le motivazioni alla base della richiesta di proroga di tre mesi della carcerazione preventiva del 29enne tedesco residente nel canton Zurigo fermato lo scorso 9 aprile a Muralto. Lo riferisce la Rsi.

L’uomo, compagno della 22enne ritrovata morta nel bagno dell’albergo La Palma du Lac, respinge l’accusa di omicidio intenzionale, subordinatamente omicidio colposo. E continua a sostenere che quello costato la vita alla giovane inglese sia stato un gioco erotico finito male.

La procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis ha previsto una ricostruzione sul posto di quanto accaduto, ma anche una perizia psichiatrica sull’imputato.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 21:57:47 | 91.208.130.86