Tipress (archivio)
CANOBBIO
15.05.2019 - 12:270
Aggiornamento : 13:42

Canobbio vuole salvare il proprio ufficio postale

Il Municipio ha scritto una lunga missiva ai vertici del Gigante Giallo spiegando i motivi per cui il servizio va mantenuto: «Fatelo diventare il punto di riferimento per i comuni della Collina Nord»

CANOBBIO - Canobbio vuole salvare il proprio ufficio postale. Ma non solo. Vuole che diventi «il riferimento per tutti i comuni della Collina Nord di Lugano». Lo ribadisce - con forza - il Municipio che nelle scorse settimane ha inviato una lunga lettera ai vertici del Gigante Giallo per spiegare i motivi per cui il servizio nel comune del Luganese debba essere mantenuto. 

Out troppi uffici della Collina Nord - Diversi uffici postali della Collina Nord sono in procinto di chiudere e questo è un fatto incontestabile. Ma quello di Canobbio - vista la centralità - potrebbe rappresentare un'ottima alternativa per tutti i comuni della zona. «Si trova - precisa il Municipio - in una posizione attrattiva, privilegiata e strategica E potrebbe quindi beneficiare di un sostanziale aumento di lavoro». 

Aumento del traffico - Il Municipio poi non capisce il motivo per cui gli abitanti a Nord di Lugano debbano recarsi in città per usufruire del servizio postale, peggiorando nel contempo la situazione del traffico. Anche la proposta della filiale in partenariato non convince assolutamente l'esecutivo visto che «la gente dovrebbe comunque recarsi a Lugano per molti servizi».

«15'000 abitanti, 0 uffici postali?» - Il Municipio poi dà i numeri di quello che considera una vera e propria ingiustizia. «La grande Lugano conta circa 63'000 abitanti e ci risulta abbia ben 10 uffici. Questo fa una media di circa 6'300 abitanti per ogni filiale. I Comuni della Collina Nord (Porza, Vezia, Origlio, Comano, Savosa, Cureglia, Canobbio e Ponte Capriasca, ndr) contano circa 15'000 abitanti. Ci pare veramente strano che nel prossimo futuro per ben 15'000 abitanti non vi possa essere una filiale postale di riferimento». 

Commenti
 
Zico 3 mesi fa su tio
Il municipio doveva scivere unalettere ai 7 CF, ai cds ed ai consiglieri nazionali. loro sono i colpevoli di questa maledetta situazione. loro si devono vergognare di aver distrutto un'azienda fiore all'occhiello della Svizzera. Pagata tra l'altro con i sacrifici dei nostri padri, nonni e bisnonni. i politicanti si devono vergognare. Berna ....puahhhhhh
seo56 3 mesi fa su tio
Bella ma inutile iniziativa del Municipio di Canobbio!! Purtroppo il “gigante giallo” è sempre più sordo e menefreghista
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-23 11:42:43 | 91.208.130.87