ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
36 min
Cassa pensioni dei dipendenti comunali: «I nodi vengono al pettine»
BELLINZONA
51 min
In Italia era ricercato, in Ticino prendeva l’assistenza
CANOBBIO
1 ora
Un anno di lavori per la nuova pista ciclabile
MELIDE
2 ore
«Io, donna non vedente, cerco qualcuno che venga in tandem con me»
LUGANO
3 ore
Tokyo? No, Lugano all'ora di punta
LUGANO
3 ore
"Opera per tutti" e "Tristar Triathlon Lugano", chiuse alcune strade
SANT’ANTONINO
3 ore
Prezzi italiani in Ticino: «Il test sta dando buoni frutti»
CANTONE / GRIGIONI
13 ore
Il Passo del Lucomagno è stato riaperto
CANTONE
14 ore
Un futuro più digitale per la SUPSI
LUGANO
15 ore
Quando vivevamo senza fili
LUGANO
16 ore
LAC: cibo, bevande e pulizie cambiano mano
LUGANO
16 ore
Tamponamento a Lugano Sud ed il traffico va in tilt
CAPRIASCA
16 ore
Cade da un muretto, interviene la Rega
CANTONE
16 ore
Approvvigionamento dell'acqua, una nuova ordinanza in caso di penuria
CAMPIONE D'ITALIA
16 ore
«I debiti di Campione li paghi l'Italia»
CANTONE
30.04.2019 - 08:210
Aggiornamento : 11:11

Così Ada ridarà il sorriso a chi ha combattuto il cancro

Un’iniziativa parlamentare di Sara Beretta Piccoli chiede di coprire le spese dentali dei pazienti oncologici meno abbienti. La deputata: «È un aiuto mirato e l’idea me l’ha suggerita...»

BELLINZONA - «L’ho presentata ora perché non volevo si dicesse che lo facevo per conquistare qualche voto. Proprio perché è un progetto a cui tengo molto» dice la granconsigliera Sara Beretta Piccoli, che ha appena inoltrato la sua ultima (il 7 aprile scorso non è stata infatti rieletta) importante iniziativa parlamentare generica. Alla proposta ha dato un nome, Ada, che sta per “Aiuti dentali appropriati”, in altre parole alle casse pubbliche viene chiesto un sostegno economico per le cure odontoiatriche dei malati oncologici. Ma Ada è anche, racconta la deputata che di professione è igienista dentale, «il nome di una mia paziente che mi ha suggerito l’idea». E la proposta ha assunto un colore interpartitico grazie ai 25 parlamentari che l'hanno sottoscritta.

I danni collaterali - Un’idea che scaturisce dai bisogni reali dei malati. L’urgenza principale resta naturalmente quella di guarire, ma poi una volta debellato il male il paziente deve fare i conti con gli effetti collaterali delle cure. Ed è qui che Ada potrebbe aiutare. «La radioterapia (spesso più della chemioterapia) - ricorda l’atto parlamentare - interessa direttamente la zona del collo e della testa. Questo tipo di terapia può provocare dei danni a denti e gengive e incidere anche sulle funzioni masticatorie della bocca». I problemi vanno dal sorgere della carie, all’erosione dello smalto con conseguente rottura dei denti, alle infezioni, eccetera... I molteplici disturbi odontoiatrici legati alla malattia e alle cure sono un’evidenza riconosciuta dall’Istituto europeo di oncologia che sottolinea l’importanza della salute del cavo orale per il benessere dell’intero organismo.

Le lacune assicurative - «Non c’è purtroppo la prassi - sostiene Beretta Piccoli - di sensibilizzare i pazienti oncologici a una preventiva visita odontoiatrica, spesso perché il dentista diventa l’ultimo dei problemi nella concitata corsa contro il tempo per la cura del tumore». Da qui l’obiettivo dell’iniziativa parlamentare che, da un lato, evidenzia la probabilità molto elevata di dover ricorrere a cure dentali, dall’altro, constata come, quasi sempre, il malato non possiede una copertura assicurativa specifica per affrontare spese onerose.

Mirata sul ceto medio/basso - «Ada - sottolinea la deputata uscente - vuole affrontare il problema in maniera mirata». Non con aiuti a pioggia, ma riservando il sostegno finanziario al paziente oncologico con un imponibile al di sotto degli 80.000 franchi (per coppia o famiglia) e al di sotto dei 50.000 per il singolo, e comunque a persone che non ricevono altri aiuti sotto forma di compensazione da parte del Cantone. E più nel dettaglio, Ada chiede di coprire la spesa di due pulizie dentali annuali, eventuali estrazioni ed un eventuale protesi parziale o totale appropriata ad alimentarsi in modo corretto, per il costo massimo di questi tre punti.

Commenti
 
Giuseppe Casartelli 1 mese fa su fb
👍
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Mi sembra un ottima proposta
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 1 mese fa su fb
Mi sembra un ottima proposta
Mary Rojas Galeano 1 mese fa su fb
La mia cassa malati mi ha coperto tutto !! Anche adesso che sono ai controlli per il tumore
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Karmen Goy 1 mese fa su fb
Un po tardi
Giuseppe Casartelli 1 mese fa su fb
👍
Scila Schenini 1 mese fa su fb
Non solo x chi ha avuto il cancro.. Ci sono tante malattie che purtroppo x “vincerle” bisogna prendere tanti medicamenti che rovinano i denti!😔
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Con quello che si paga la cassa malati è il minimo...poi pagano il cambio di generebe le vere cose come questa?speriamo in bene
GI 1 mese fa su tio
ottima idea per quanto i valori di riferimento sembrino un tantino alti.....a beneficiarne sarebbe la stragrande maggioranza dei contribuenti.....
comp61 1 mese fa su tio
Bella cosa.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-18 09:50:39 | 91.208.130.85