Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Utenti degli sportelli tartassati: «La Posta faccia retromarcia»
La Lega giudica «inaccettabile» la scelta di aumentare le commissioni per chi effettua pagamenti allo sportello
CANTONE
3 ore
«Non stiamo trattando con Julius Bär»
EFG ha smentito l'ipotesi di una fusione. Un annuncio accolto con delusione dalla Borsa ma che non sorprende gli analisti
CANTONE
3 ore
Manutenzione continua invece di costosi restauri
Si tratta di un progetto a cui prende parte l'Istituto materiali e costruzioni della SUPSI. S'inizia dal Sacro Monte di Orselina
CONFINE
3 ore
A Milano è caccia alle targhe svizzere
Nel capoluogo lombardo è boom di multe ad auto elvetiche. Ma molti non pagano
CANTONE
3 ore
Voglia di un buon fritto? Evitate i take away
Su 14 prelievi non conformi, ben 9 provenivano da rosticcerie da asporto e tre da esercizi pubblici. Aperte dieci procedure contravvenzionali
LOCARNO
4 ore
Sold-out per MoVie, il cinema Pedibus
Ieri l'appuntamento ha proposto una programmazione di cortometraggi d'autore legati al tema della mobilità
LUGANO
4 ore
Schnellmann non correrà alle Comunali
Il granconsigliere PLR ha comunicato oggi la sua decisione: «I due seggi in Municipio vanno sostenuti e riconfermati»
FOTO E VIDEO
CANTONE
4 ore
Il numero del soccorso è il 144, anche per Babbo Natale
La Federazione ticinese servizi ambulanza propone un video per augurare buone feste e sensibilizzare l'utenza
CANTONE
4 ore
Cambia l'orario dei treni ma non le lamentele
Nel primo lunedì mattina post 15 dicembre la percezione è la stessa. «In piedi in prima classe, se mi sento male non c'è nemmeno spazio per cadere»
LUGANO
6 ore
Lara e Valon, la coppia più “antipatica” della Svizzera?
La sciatrice e il calciatore nell’occhio del ciclone. Francesco Lurati, esperto di gestione della comunicazione: «Nell’era dei social, è problematico non avere una strategia chiara»  
CANTONE
18.04.2019 - 16:060

Che Pasqua avremo? Hotel fiduciosi: «Sarà buona, quasi eccellente»

Quasi quattro hotel su dieci confermano l’andamento positivo delle prenotazioni. Ma c’è anche chi non ha ricevuto nessuna chiamata. L’analisi dell’Osservatorio del Turismo

LUGANO - La Pasqua bene o male tira sempre. Certo, c’è l’annata in cui va meglio e quella in cui si batte la fiacca. Quest’anno che annata sarà? Ce lo dice l’Osservatorio del Turismo (O-Tur) che ha realizzato un’inchiesta sentendo il settore alberghiero e valutando l’andamento delle prenotazioni. Ebbene, fino ad oggi il 38% degli hotel consultati ritiene che le prenotazioni registrate sono “buone” o addirittura “eccellenti”. Ci sono però anche gli insoddisfatti, quelli che hanno  dichiarato un andamento delle prenotazioni “pessimo” (4.9%) oppure che non hanno ancora ricevuto prenotazioni (12.2%). L’inchiesta mette in evidenza che se si prendono «in considerazione anche coloro i quali hanno dichiarano un andamento “soddisfacente”, la percentuale di strutture che valuta l’andamento delle prenotazioni in maniera piuttosto positiva cresce fino ad arrivare a circa il 50% dei rispondenti».

Modalità di prenotazione - Qui c’è poco da scoprire: le piattaforme OTA (quindi Expedia, Booking, TriVaGo, Venere, ecc) vincono su tutto. Le hanno usate il 35% dei turisti. Solo l’1% delle prenotazioni per Pasqua 2019 è avvenuto tramite Walk in (ovvero direttamente in hotel), il 2% tramite agenzie di viaggio mentre il 23% delle prenotazioni è stato effettuato tramite internet. «È opportuno segnalare - si legge nell’inchiesta - come il canale diretto (fax, telefono) sia stato scelto in media per il 40% delle riservazioni, evidenziando come questa modalità di prenotazione sia ancora molto diffusa all’interno del Canton Ticino».

Comunque vada sarà presenza - Che la Pasqua, comunque vada da un punto di vista metereologico, porta bene o male turisti è un dato di fatto. Lo studio realizzato dall’Osservatorio del Turismo ha messo a confronto la presenza dei turisti paragonando il mese in cui si festeggia la Pasqua rispetto al mese senza tale festività. Il numero medio di presenze turistiche nei mesi di marzo in cui la Pasqua è caduta è stato pari a 142'536 unità, mentre nei mesi nei quali tale festività non è stata celebrata il numero medio di presenze è stato di circa 129'059 unità. Spiegano gli autori dello studio : «Conseguentemente è possibile affermare che l’impatto del weekend pasquale sui pernottamenti alberghieri registrati del mese di marzo è di circa 14mila unità. Per quanto concerne gli anni nei quali la Pasqua è caduta nel mese di aprile, le presenze medie registrate sono state di 231'935 unità, a fronte di una media di 202'595 degli anni in cui la Pasqua era a marzo, per una differenza di circa 30mila unità». 

I record

Per il mese di marzo il massimo dei pernottamenti è stato registrato nell’anno 2008 con 171'873 unità, una differenza di circa 36mila unità rispetto al mese peggiore che è stato quello di marzo 2016. Nel caso del mese di aprile, l’anno nel quale è stata registrata la performance migliore è quello del 2006 con 279'583 presenze turistiche mentre l’anno con il valore minore è associato al 2015 con 206'467 unità, per una differenza complessiva di circa 73mila pernottamenti.

Commenti
 
Max Bartolini 8 mesi fa su fb
Mah se la percentuale degli hotel che si dicono soddisfatti è del 50% non mo sembra positivo. Poi chiaro che se si guarda il bicchiere mezzo pieno allora va bene. Chi non ha ricevuto nessuna prenotazione dovrà farsi probabilmente un esame su prezzi, accoglienza, marketing e struttura
GI 8 mesi fa su tio
ma tra il "buone" e "addirittura eccellenti" non ci sarebbe "l'ottimo" ?? Importante è che vi sia il sole !!! Felice Pasqua a tutti coloro che la vogliono e possono passare in Ticino !!!!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-16 13:44:26 | 91.208.130.87