TiPress - foto d'archivio
La consegna delle firme per l'iniziativa legislativa "Per comuni forti e vicini al cittadino" il 3 gennaio 2019.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
5 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
8 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
8 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
11 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
11 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
11 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
13 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
14 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
14 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
15 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
15 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
17 ore
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
LUGANO
1 gior
Lo Stato alla caccia delle imposte non pagate dal direttore della Aston
CANTONE
18.04.2019 - 10:190

Avanzo di 137 milioni: «Il Cantone non ha bisogno dei Comuni»

Il sindaco di Vernate chiede al Gran Consiglio di «vegliare all’immediata messa in atto dell’iniziativa dei comuni»

VERNATE - «Questi risultati non ammettono repliche e non vi è spazio né giustificazione alcuna per ulteriori temporeggiamenti o controproposte». È con queste parole che il gruppo promotore dell'iniziativa "Per Comuni forti e vicini al cittadino" commenta i risultati del Consutivo 2018, che ha chiuso con un avanzo d'esercizio di oltre 137 milioni di franchi.

Un risultato che giustificherebbe la richiesta di stralciare la quota di 25 milioni di franchi che i Comuni devono versare annualmente al Cantone per risanare le finanze cantonali.

L'iniziativa legislativa è stata depositata il 1 novembre presso la Cancelleria di Stato a Bellinzona. Sono 64 i Comuni che vi hanno aderito - le firme sono state consegnate il 3 gennaio -, chiedendo la modifica del Decreto legislativo concernente la partecipazione finanziaria dei Comuni al finanziamento dei compiti cantonali (del 29 gennaio 2014), in particolare il contributo comunale versato da 6 anni a questa parte.

Essendo sostenuta da oltre un quinto dei 115 comuni del Canton Ticino, l'iniziativa deve essere vagliata dal parlamento. Il gruppo promotore - per bocca del sindaco di Vernate Giovanni Cossi - chiede pertanto che il Consiglio di Stato «abbia a presentare il Rapporto sull’iniziativa al più tardi contestualmente al Preventivo 2020, stralciando da subito il contributo nel Preventivo medesimo come pure nel Piano finanziario della nuova legislatura». E al Gran Consiglio viene domandato di «vegliare all’immediata messa in atto dell’iniziativa e in generale al necessario riequilibrio dei rapporti finanziari fra Cantone e Comuni».

1 mese fa Consuntivo: tendenza positiva grazie a fattori straordinari
4 mesi fa In 64 "per Comuni forti e vicini al cittadino"
3 mesi fa Iniziativa dei comuni: «Nessuna indebita ingerenza»
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-26 01:49:56 | 91.208.130.86