Foto lettore Tio.ch/20 minuti
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
13 min
Covid-19: il Ticino vola sul Cervino
L'iniziativa fa parte del progetto "Hope". E stavolta omaggia la regione elvetica più colpita dalla pandemia
CANTONE
3 ore
Laboratori anche in prima e seconda media
La novità sarà introdotta a partire da settembre. Manuele Bertoli: «La scuola che verrà non c'entra nulla»
CANTONE
3 ore
«La tassa di collegamento non sarà retroattiva»
L’annuncio del Governo che attende comunque di conoscere le motivazioni della sentenza
LOCARNO
4 ore
È morto Gianfranco Cotti
L'ex consigliere nazionale del PPD si è spento a Locarno all'età di 90 anni
FOTO
CANTONE
4 ore
Facciamo le scarpe al coronavirus
All'asta un modello unico di Adidas Stan Smith “Angels”. L'intero ricavato andrà alla Catena della Solidarietà
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
«Divieto di fare la spesa per gli over 65? Manca la base giuridica»
La misura messa in campo in Ticino sarebbe fuorilegge.
CANTONE
4 ore
«La responsabilità salva vite umane, non molliamo»
Dei 132 decessi nel cantone, 43 sono morti in casa anziani.
CANTONE
5 ore
Se #stareacasa è un pericolo, cerca aiuto
Il 117 resta il numero principale per un intervento immediato. Non abbiate paura a telefonare
CANTONE
5 ore
Il virus bloccherà la tassa?
Stangata sui posteggi. Il PPD chiede al governo di "congelarla" con una mozione.
CANTONE
5 ore
Sospesi i lavori alla Galleria del Ceneri
Dopo la foto dell'MpS, la decisione di Alptransit vista la situazione "straordinaria"
CANTONE
6 ore
Tre settimane senza ristoranti: «Siamo stravolti»
Il presidente di GastroTicino Massimo Suter si sfoga, e chiede un nuovo intervento alla politica
MENDRISIO
6 ore
Ladro espulso per vent'anni
La sentenza al termine del dibattimento tenutosi oggi a porte chiuse
CANTONE
6 ore
Il "Ghiro" vuole fare la spesa
L'over 65 Giorgio Ghiringhelli minaccia ricorso al Tram, contro il divieto agli anziani di entrare nei supermercati
CANTONE / BERNA
7 ore
L'amministrazione delle dogane può chiudere altri valichi
Le nuove disposizioni entreranno in vigore domani. Chi infrange le restrizioni rischia una multa
CANTONE
7 ore
Coronavirus: come prendersi cura di sé e degli altri durante la pandemia
Da oggi attive una Hotline e una mail specificamente dedicate al sostegno della popolazione
CANTONE / GERMANIA
7 ore
CD neonazisti, assistenza giudiziaria alla Germania
Il materiale era stato inviato da un uomo nel canton Zurigo. Le tracce contenevano incitamento all'odio razziale
CANTONE
8 ore
Sull'aeroporto non si vota, tutto rimandato
«La decisione del Governo è dettata dallo stato di emergenza legato alla diffusione del coronavirus nel nostro cantone»
CADENAZZO
01.04.2019 - 08:580

«Situazione di pericolo per i ciclisti», ma «problema complesso»

Un ciclista denuncia lo stato della pavimentazione sul cavalcavia della ferrovia tra Cadenazzo e Gudo

CADENAZZO - «Lo stato del giunto della pavimentazione e la pericolosità per i ciclisti non necessitano commenti». La denuncia, corredata di foto, è di un ciclista della regione che ha attraversato il tratto di «centinaia di metri» in corrispondenza del cavalcavia sulla ferrovia della strada tra Cadenazzo e Gudo.

L'uomo precisa di avere già segnalato il problema ai servizi tecnici di Cadenazzo lo scorso anno, ma di avere appreso che «il problema è uno di quelli complessi» poiché «proprietario del sedime sono le FFS e l’intervento comporta il rifacimento della struttura stradale».

Anche in occasione di slowUp Ticino - che si terrà il 14 aprile -, il cittadino si domanda: «Cosa aspettano Municipio e FFS per ordinare un risanamento con misure anche transitorie per una situazione di pericolo di tutta evidenza?». 

Foto lettore Tio.ch/20 minuti
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
centauro 12 mesi fa su tio
Dopo tutti questi commenti con i pro e i contro dove un po' tutti hanno le loro ragioni mi viene un pensiero, considerando che la strada non è di grande importanza e i probabili lavori di sistemazione saranno alquanto non immediati, nella provvisorietà più o meno lunga, sarebbe sufficiente installare dei segnali di pericolo per i ciclisti in modo da fugare ogni responsabilità.......misura efficacie, a basso costo e contenti tutti!!!
Nmemo 1 anno fa su tio
@ F/A-18. Soldatino del Bersani ex sindaco di Giubiasco, ora vicesindaco di Bellinzona: brucia? Serve un buon unguento! Non trastullarti troppo! Il resto arriva a breve.
beta 1 anno fa su tio
PS : al ciclista consiglio un paio di occhiali se non vede dove poggia il ... palmer !
Nmemo 1 anno fa su tio
Andrea Bersani, ora vicesindaco di Bellinzona, ha deciso un provvedimento coatto intimato con la comminatoria penale, per un manifesto elettorale.
Nmemo 1 anno fa su tio
Il giunto longitudinale che si estende per tutta la lunghezza delle rampe del cavalcavia non è a norma, per la deformazione del campo stradale. Un incidente con ferite porta precise responsabilità a prescindere. Motivo per il quale qualcuno il messaggio lo recepirà.
F/A-18 1 anno fa su tio
@Nmemo Io invece penso che se un ciclista cade e si fa male sono cavoli suoi, non si può pensare ad avere strade sempre perfette, le strade si degradano col tempo e ciclicamente vengono rifatte. Che ognuno si prenda i propri rischi e se uno non vuole rischiare di farsi male può anche rimanere a casa.
Nmemo 1 anno fa su tio
@Nmemo Una strada pubblica aperta alla circolazione comporta per il proprietario precise responsabilità sotto il profilo del diritto applicabile. Inoltre anche all’autorità locale, competente per la vigilanza sulla sicurezza del territorio giurisdizionale, che peraltro dispone di tutti i mezzi necessari allo scopo, spetta di ordinare un risanamento, anche con misure coatte, adeguate al caso.
sedelin 1 anno fa su tio
@Nmemo uélla! misure coatte! per un nonnulla...
sedelin 1 anno fa su tio
problemi grassi.
miba 1 anno fa su tio
In aggiunta a quanto ha già postato Curzio prima di me ma questo ciclista sta in mezzo alla strada proprio prima di un dosso (cavalcavia) ??
Lokal1 1 anno fa su tio
@miba Come citato anche da Daniele77, non è vietato farlo, sta nel buon senso delle cose, ma anche se come ciclista il buon senso mi dice che devo stare sulla destra.... Vero È che è anche mio diritto in caso di necessità spostarmi sulla sinistra ( centro carreggiata ) esempio: devo superare dei pedoni, o ciclisti più lenti. Oppure scansare un'ostacolo, magari creato poi da un automobilista o camionista che ha assicurato male il suo carico, o peggio ancora volontariamente gettato dal finestrino! E nel far ciò devo magari rimetterci la pelle o la spina dorsale rovinando la mia vita e quella della mia famiglia? Per cosa poi? Per star qui a discutere se buttare giù o no un po di catrame in una buca? Salutoni
miba 1 anno fa su tio
@Lokal1 Poi però non lamentarti se nel sorpassare pedoni, ciclisti più lenti ecc PRIMA DI UN DOSSO (cavalcavia) senza visibilità qualcuno ti centra.... Chi è causa del suo male pianga se stesso. Concordo comunque con te sul star qui a discutere se buttare giù o no un po' di catrame: se il ciclista usasse le piste ciclabili e tenesse la destra come USUALMENTE dovrebbe fare avrebbe sicuramente evitato una INUTILE polemica. Salutoni anche a te :)
Lokal1 1 anno fa su tio
@miba Sono d'accordo, ma torno a ribadire l'uso del buon senso da parte di tutti. Dai facciamo i bravi, in bici non è come in auto dobe viaggio a 50km/h con la radio....viaggio si è no a 7 o 8 km/h e oltre che avere una visibilità differente su quel dosso, sento anche se dall'altra parte sta arrivando un'auto. Cmq quel dosso uno è obbligato a farlo se è andato a fare la spesa in qualche centro commerciale e poi vuole tornare verso il piano di magadino passando dalla ciclopista
Lokal1 1 anno fa su tio
Vero È che il buonsenso ha lasciato l'umanità tempo fa! A leggere certi commenti, scrivere certi articoli, e speculare su certe cose ne rende la conferma
daniele77 1 anno fa su tio
anche se ritengo che anche i ciclisti meritino strade adeguate, concordo con te, il giunto si trova in mezzo, dove il ciclista non dovrebbe stare (anche se non è vietato farlo). Mi sembra esagerato cmq fare un articolo su questo. inoltre ricordiamoci che questa strada è agricola, è già bello che non l'abbiano già chiusa al traffico.
Nmemo 1 anno fa su tio
Sembrerebbero infastiditi questi automobilisti che usano strade agricole circolando a velocità superiori di quanto consentito, comunque di pericolo per le condizioni stradali locali. La responsabilità del mantenimento del corpo stradale conformemente alle norme è prioritaria rispetto a commenti fuori luogo.
curzio 1 anno fa su tio
Il giunto si trova esattamente in mezzo alla strada. Esattamente lì dove i ciclisti prepotenti intralciano il traffico. Caro "ciclista della regione" che denuncia la pericolosità del giunto: pedala mantenendoti al lato della carreggiata oppure, meglio ancora, utilizza le ciclopiste costruite appositamente per te e pagate dagli automobilisti!
Lokal1 1 anno fa su tio
@curzio Anche se hai in parte ragione ( dove dovrebbe trovarsi un ciclista ) ricorda che sicuramente un ciclista è anche un automobilista... Quindi prima di giocare il ruolo del signor pantalone....ricorda che quei soldi erano anche i nostri! Il problema è solo tuo se di tanto in tanto NON ti va di utilizzare le ciclopiste
curzio 1 anno fa su tio
@Lokal1 Sul "sicuramente un ciclista è anche automobilista" avrei qualche dubbio. Se così fosse, i ciclisti dovrebbero rendersi perfettamente conto dell'intralcio che provocano quando guidano appaiati in mezzo alla strada, rendendo impossibile o difficoltoso il sorpasso. Le ipotesi sono quindi tre: i ciclisti non sono automobilisti e quindi non si rendono conto di quello che fanno. Oppure, quando sono in sella alla loro bicicletta si dimenticano a casa il cervello. Oppure sono semplicemente dei ciclisti menefreghisti e maleducati e come tali saranno anche automobilisti menefreghisti e maleducati.
Lokal1 1 anno fa su tio
@curzio Opto sicuramente per la 3a possibilità
WGWG 1 anno fa su tio
Si dovrebbe pure denunciare la prepotenza dei ciclisti verso i pedoni. Provate ad attraversare la strada quando sopraggiunge uno o più ciclisti a vedere se vi danno la precedenza, righe gialle o non righe gialle. Se non vi investono fisicamente sicuramente con un sacco di insulti. Sembrano loro i proprietari delle strade. Forse il pericolo li corrono di più i poveri pedoni.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:54:19 | 91.208.130.87