Depositphotos - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CONFINE
10 min
Il latitante in fuga finisce contro il muro
Durante i controlli per il Covd-19 la Guardia di Finanza si è imbattuta in una "vecchia conoscenza"
FOTO-VIDEO
BELLINZONA
38 min
Tragedia sui binari a Bellinzona
Un uomo travolto e ucciso da un treno passeggeri questa notte. L'inchiesta è in corso
CANTONE
1 ora
Cerette e capelli a domicilio? Attenti alle sanzioni
Tali attività non sono consentite e la polizia si attiva su puntuali segnalazioni (anche da tutti.ch).
CANTONE
8 ore
«Scordiamoci che tutto tornerà come prima. Stabilità? Verso il 2024»
Il cambio di abitudini lavorative? Meno metri quadri per gli uffici e appartamenti diversi.
CONFINE
11 ore
A Varese 7 robot made in Italy per assistere chi è in isolamento in ospedale
Servono per monitorare i malati e tener loro compagnia, anche se inizialmente erano stati pensati per fare altro
FOTO
CANTONE
12 ore
Furgone si schianta contro un camion: da ferito esce da solo dalle lamiere
Uno spaventoso incidente quello avvenuto questa sera sulla A2 non lontano da Airolo
CANTONE/ITALIA
13 ore
Emergenza Covid-19: seimila frontalieri hanno perso il lavoro
Si parla in particolare di stagionali attivi nel settore turistico, fortemente colpito dalla pandemia
CANTONE
14 ore
Arrivato dalla Cina il materiale medico per il Ticino
Le attrezzature mediche sono destinate a 13 ospedali fra cui l'Ente Ospedaliero Cantonale e il Cardiocentro
SONDAGGIO
CANTONE/SVIZZERA
14 ore
Mascherine a prezzi esorbitanti? Soprattutto in Ticino
Il 25% delle 130 cyber-truffe registrate da coronafraud.ch riguarda il nostro cantone
LUGANO
28.03.2019 - 12:290

Il telelavoro arriva ufficialmente in Città

L’Esecutivo di Lugano ha approvato l‘ordinanza municipale, che resterà esposta agli Albi comunali per un periodo di 30 giorni

LUGANO - L’Esecutivo di Lugano ha approvato un‘Ordinanza municipale sul telelavoro. Il primo anno di applicazione dell'ordinanza sarà un periodo di prova.

Lavoro a domicilio - Il telelavoro è una modalità di lavoro che non necessita della presenza fisica continua in ufficio ma che utilizza strumenti, in particolare informatici, al fine di permettere uno scambio di dati tra l'azienda e l'impiegato, che svolgerà la sua attività dal proprio domicilio. Questa modalità, che si sta sviluppando nel settore privato e nel pubblico, rientra sotto il concetto di mobilità aziendale ed è una misura utile a migliorare l'equilibrio tra vita privata e professionale. Il suo impatto tocca diversi settori: l'Ufficio federale dell'ambiente, ad esempio, ha calcolato che se 450'000 impiegati in Svizzera usufruissero del telelavoro un solo giorno alla settimana si risparmierebbero 67'000 tonnellate di CO2 all'anno.

Chi potrà usufruirne - La possibilità di fare capo al telelavoro si applica a tutti i collaboratori della Città escluso chi lavora a turni e i docenti. Il telelavoro riveste carattere volontario e preferibilmente sarà effettuato in alternanza con la presenza sul luogo di lavoro.

«Non vi sono né diritti acquisiti, né obblighi» - precisa la Città di Lugano -, occorre tuttavia rispettare dei criteri:
- potrà accedere al telelavoro il collaboratore che non svolge un’attività per cui è richiesta una presenza fisica continuativa sul posto di lavoro;
- gli obiettivi e i risultati dovranno essere facilmente misurabili;
- l’investimento tecnico sarà proporzionale e il luogo adatto a lavorare da casa;
- modalità, durata e condizioni del telelavoro si baseranno su una convenzione che potrà essere disdetta da ambo le parti con preavviso di un mese.

Lavoro e famiglia - Fra i vantaggi di questa tipologia di lavoro già sperimentata in altri enti pubblici – basata sulla fiducia reciproca - si annoverano il miglioramento della qualità di vita, con particolare riferimento al rapporto tra lavoro e vita famigliare; un potenziale impatto positivo sulla motivazione, la qualità e il tasso di assenteismo generate da una responsabilità e autonomia accresciute; la riduzione dei tempi di spostamento e dei costi di trasporto, con impatto sull'inquinamento acustico e ambientale; la gestione condivisa delle postazioni di lavoro con abbattimento dei costi; la possibilità di integrare meglio percorsi di rientro graduale al lavoro post malattia o infortunio.

I rischi - Al fine di decidere sui singoli casi, la Città precisa che si dovranno tuttavia considerare anche i potenziali rischi quali un maggior impegno richiesto nell’organizzazione del lavoro e nel controllo del risultato, i costi aggiuntivi per equipaggiare convenientemente i collaboratori attivi con modalità telelavoro e un rischio di isolamento o conflitto interno.

L’Ordinanza municipale resterà esposta agli Albi comunali per un periodo di 30 giorni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-07 07:25:32 | 91.208.130.85