CANTONE
17.03.2019 - 11:000
Aggiornamento : 14:39

La "parcella" di Denti fa venire il mal di pancia ad alcuni medici

Sotto accusa i 240 mila franchi (più 100 mila di indennità) per presiedere l'Ordine. La fronda scrive al Governo, ma lui replica: «Attacchi elettorali. La mia è una retribuzione da manager»

BELLINZONA - Una retribuzione di 240 mila franchi, quasi pari a quella di un consigliere di Stato, che sta causando mal di pancia tra alcuni associati. Come scrive oggi il Caffè, l’onorario del presidente dell’Ordine dei medici ticinesi (Omct), Franco Denti, è finito sotto accusa. A puntare il dito un gruppo di medici, «alcune decine a cui però se ne sono aggiunti altri», scrive il domenicale, che circa un mese fa hanno inviato una lettera al Governo per contestare, oltre alla mancata trasparenza sulle retribuzioni, anche la modifica degli statuti votata lo scorso novembre a grande maggioranza.

Gli aspetti per cui è stato chiamato in causa il Consiglio di Stato sono due: da un lato gli statuti modificati, così da poter rieleggere senza limiti di tempo tutti i membri del Consiglio direttivo. E se per il presidente un limite di tempo non è mai esistito (ma «di regola» vengono raccomandati due mandati, cioè un periodo di otto anni, anche se lo stesso Denti ha iniziato il quarto mandato), per tutti i membri è stata introdotta la rielezione senza limiti temporali. Quattro di questi avevano raggiunto i 12 anni consecutivi di carica.

Dall’altro lato, ed il vero nodo, sotto accusa sono finiti gli onorari: «Da molti anni - si legge nella lettera - viene concesso all’Ufficio presidenziale un importo annuale globale di 400 mila franchi, senza nessun dettaglio, in modo del tutto opaco». Solo «dopo insistenti richieste - si legge ancora - si è riusciti ad ottenere la seguente informazione, in via ufficiosa da parte del segretariato e poi confermata, suo malgrado, dal presidente durante una seduta del consiglio direttivo: 240 mila franchi di onorario per il presidente Denti; 60mila franchi di onorari complessivi per i due vicepresidenti; 100 mila franchi di spese per il dottor Denti al fine di coprire il deficit del suo studio medico». Questa la radiografia che la lettera ha sottoposto al Governo, cui vengono posti alcuni interrogativi, tra cui se «il Consiglio direttivo di una corporazione di diritto pubblico può attribuire al presidente e ad altri membri onorari in modo globale, senza sapere chi riceve cosa e perché».

La replica del diretto interessato è stata raccolta dallo stesso giornale: «È stata forse l’assemblea con più partecipanti della nostra storia. È tutto trasparente, tutto regolare. Il resto è campagna elettorale, sono attacchi diretti, personali che non fanno parte del mio bagaglio culturale». La remunerazione? «La mia carica - ribatte Franco Denti - non è quella di semplice presidente. Ma è quella di presidente, direttore e segretario generale dell’Ordine dei medici. Se si mettono insieme i tre ruoli, le tre funzioni che ricopro, vien fuori che i miei emolumenti complessivi sono quelli che prenderebbe qualsiasi manager che dirige degli accademici».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-18 10:04:14 | 91.208.130.85