Tio/20min/DG
Mezzo battello di plastica. Ogni giorno
+ 6
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
12 min
Corsi di nuoto: c'è ancora tempo per iscriversi
CANTONE
13 ore
Nuovo corso alla Corsi
CANTONE
13 ore
Soccorritori e sub si esercitano in vista dell'estate
CANTONE
16 ore
Patriziati riuniti in assemblea
CAMORINO
17 ore
Portali aperti al cantiere Alptransit
CANTONE
19 ore
Bellinzona diventa “Fair Trade Town”
CANTONE
19 ore
100 anni del Dono nazionale svizzero
LUGANO
20 ore
Nuda e in stato confusionale sul lungolago
AIROLO
21 ore
Incidente sull'A2, feriti due occupanti del bus
AIROLO
22 ore
Incidente in autostrada, coinvolto un bus
CAMPIONE D’ITALIA
23 ore
«Campione colpito da calamità»
GORDOLA
23 ore
I bimbi sperimentano con le loro mani
CANTONE
23 ore
Flussi migratori e pressione alla frontiera nell'incontro con i Cantoni
AGNO
1 gior
Interruzioni notturne sulla linea FLP
GAMBAROGNO
1 gior
Centocampi in bilico: il giovane agricoltore getta la spugna?
CANTONE
26.02.2019 - 17:000

Dai copertoni ai WC, ecco lo schifo che alberga nel Ceresio

Nel "Clean Up Day", prima giornata di sensibilizzazione sull'inquinamento da microplastiche, lanciato un messaggio importante: «Il cittadino può fare la differenza»

AGNO - Mezzo battello di plastica. Ogni giorno. È quanto viene raccolto quotidianamente da Claudio Zanola, responsabile della pulizia del Ceresio.

Il problema dell'inquinamento da microplastiche era il tema centrale del "Clean Up Day", tenutosi oggi ad Agno. Per l'occasione è stato possibile assistere alle operazione di pulizia del fondale da parte del gruppo subacqueo "Pesce Sole Sub".

Ma non sono solo le plastiche ad aver trovato dimora nel lago. Per ammissione di Diego Dick, presidente di "Pesce Sole Sub", il fondale è ricco di tutto: «dai copertoni alle batterie delle automobili, fino addirittura a lavandini, gabinetti, motori e trapani».

Eppure, come spiega Nicola Solcà, Capoufficio gestione dei rischi ambientali e del suolo, si potrebbe fare molto per migliorare la situazione: «Ognuno di noi può fare la sua parte. E la differenza».

Il Dipartimento del Territorio, intanto, si è già attivato per monitorare la situazione: «Dalle nostre misurazioni - sottolinea Claudio Zali - i dati sono in linea con il lago Lemano, ma di molto superiori rispetto a quelli del Lago di Zurigo. Servono altre misurazioni. E ovviamente occorre intervenire alla fonte. Il cittadino può e deve contribuisce alla diminuzione di questo fenomeno».

Tio/20min/DG
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
Evry 2 mesi fa su tio
Ma da quale parte del confine provengono, analizzando la direzione del flusso delle acque del Ceresio si arriva ad una risposta concreta.
Alessia Mancassola 2 mesi fa su fb
Ci stiamo uccidendo con le nostre stesse mani.....!!!!!Duro dà dirsi ma è cosi
Mary Maria Baumgartner 2 mesi fa su fb
Peró non puoi andare al Parco con il tuo cane. Ts ts ts
Stefano Bruschi 2 mesi fa su fb
C'è ancora troppa gente che se ne frega altamente della natura e pensa ancora che il pianeta possa sopportare tutto questo
Blobloblo 2 mesi fa su tio
Fenomeno
Alan Spongee Galbü 2 mesi fa su fb
Lorenzo Lambrughi tutto il mondo è paese...
Angela Koutantis 2 mesi fa su fb
Alan Spongee Galbü non è una giustificazione
Alan Spongee Galbü 2 mesi fa su fb
Certo lo so benissimo e non sto giustificando niente. fanno schifo anche a me queste cose. Era solo per dire che purtroppo anche qui in ticino c'e gente di merda che butta rifiuti ovunque
Angela Koutantis 2 mesi fa su fb
Alan Spongee Galbü su questo hai ragione
Perazzi Enrico 2 mesi fa su fb
Alan Spongee Galbü Questi * esseri* vanno sanzionati pesantemente! 😎
streciadalbüter 2 mesi fa su tio
Il lago di Lugano,malgrado la profondita` notevole,manca dei grandi fiumi come il lago Maggiore:Non é altro che uno stagno ed io mi ricordo dei preservativi che galleggiavano di fronte alla Rivetta Tell.
Homer_Simpson 2 mesi fa su tio
Vietiamo anche gli pneumatici,, le batterie ed elettrodomestici, è tutta roba che inquina il lago.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
@Homer_Simpson Facciamo i copertoni in vetro? :-)
Homer_Simpson 2 mesi fa su tio
Si, si, si, colpa della plastica. Vietiamo le bottiglie di plastica, le confezioni, i sacchetti, le stoviglie monouso, le cannucce e tutto quello non biodegradabile e che non possiamo più buttare fuori dal finestrino / nel lago / nel mare.
Kyem Molteni 2 mesi fa su fb
A fare schifo è la gente che oltre a non avere il minimo senso civico non ha nemmeno un minimo di coscienza ambientale 😡
Angela Koutantis 2 mesi fa su fb
Kyem Molteni esatto
sedelin 2 mesi fa su tio
una marea di gente INCIVILE e MALEDUCATA. Congratulazioni al SIGNOR diego dick che opera per la pulizia del lago!
GI 2 mesi fa su tio
lo stesso vale per i bordi delle strade.....in troppi aprono il finestrino e scaricano ciò che non serve più .....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-26 10:06:11 | 91.208.130.86