CONFINE / CANTONE
16.02.2019 - 20:020

Non paghi le multe? «Ti blocchiamo l'auto»

La proposta di legge arriva dal deputato comasco di Fratelli d’Italia Alessio Butti. E spunta anche l'hashtag #adesstebalatancati che fa il verso al noto slogan Udc “bala i ratt”

COMO - È ormai un tema di stretta attualità quello delle multe non pagate in Italia da cittadini stranieri. Soprattutto nella zona di confine, dove ad essere interessate sono spesso le auto con targhe ticinesi.

Per tentare di porre rimedio alla «debolezza» del sistema sanzionatorio italiano e per colmare il vuoto normativo, il deputato comasco di Fratelli d’Italia, Alessio Butti, ha illustrato la sua proposta di legge appena depositata in Parlamento. Secondo Butti, manca infatti un sistema «che consenta di individuare in automatico il mezzo che circola ancora sul territorio nazionale. E, se anche lo si individuasse, gli attuali meccanismi di pignoramento sono generici e non adatti alla situazione specifica».

La modifica della legge mira quindi ad estendere il fermo amministrativo nel caso in cui, dopo la notifica all’intestatario e in assenza di ricorso, la sanzione non venga pagata. «Una manovra che permetterebbe allo Stato di incassare milioni di euro finora non incassati», ha aggiunto il deputato.

Inoltre, Butti propone di istituire una banca dati delle violazioni al Codice della Strada, consultabile da tutte le forze di polizia. La proposta è stata accompagnata con un ironico, ma anche polemico, #adesstebalatancati che fa il verso al noto slogan Udc “bala i ratt” sui frontalieri.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 05:17:25 | 91.208.130.86