tipress
CANTONE / BERNA
30.01.2019 - 15:340
Aggiornamento : 17:43

Influenza: nuovo picco a fine gennaio

Particolarmente colpiti Ticino e Grigioni

LUGANO - L'epidemia di influenza in Svizzera si è ulteriormente rafforzata nell'ultima settimana di gennaio. Particolarmente colpiti Ticino e Grigioni.

Nella settimana 4/2019, 148 medici del sistema di vigilanza Sentinelle hanno segnalato 27 casi ogni 1000 consultazioni, indicano i dati aggiornati al 29 gennaio e pubblicati oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Estrapolato all'insieme della popolazione, questo tasso corrisponde a 214 consultazione per sintomi influenzali ogni 100'000 abitanti. Una situazione decisamente migliore rispetto a un anno fa, quando la quota era vicina a 350. La soglia epidemica stagionale di 68 casi sospetti ogni 100'000 abitanti era stata superato nella seconda settimana dell'anno.

I bambini tra 0 e 4 anni e tra 5 e 14 anni sono i più colpiti quest'inverno, con rispettivamente 443 e 339 casi ogni 100'000 abitanti. Tuttavia, il numero di persone affette dalla malattia è in aumento in tutte le fasce d'età. I meno colpiti sono gli ultra 65enni (123 casi), ai quali viene in autunno particolarmente consigliata la vaccinazione.

L'influenza è diffusa in tutte le regioni, ma la più colpita è quella comprendente Ticino e Grigioni, con 480,1 casi sospetti ogni 100'000 abitanti. Seguono la regione Argovia/Basilea/Soletta e dalla Svizzera occidentale (GE, NE, VD, VS) con rispettivamente 253,8 e 222,6 casi. Meno colpite la Svizzera centrale (175,1) e la regione comprendente Berna, Friburgo e il Giura (143).

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 23:18:54 | 91.208.130.89