CANTONE
26.11.2018 - 06:510
Aggiornamento : 09:51

Philipp Plein replica a Dadò: «Fai qualcosa per il tuo paese invece di attaccarmi»

Immediata la risposta del presidente del PPD: «Lei non è venuto qui in Ticino per far beneficenza, ma solo perché conviene a lei»

LUGANO - È bagarre tra Philipp Plein e Fiorenzo Dadò. Nella serata di ieri lo stilista ha replicato stizzito alle critiche del presidente del PPD - storpiandone il nome in Dadu -, che poche ore prima aveva definito «una vergogna» la campagna pubblicitaria lanciata dal marchio in occasione del Black Friday.

«Perché mai un politico come Fiorenzo Dadu deve attaccare il gruppo Plein? È triste ed imbarazzante vedere politici che tentano di guadagnare popolarità con questa misera e ridicola propaganda», si legge sul profilo Instagram dello stilista. «Invece di concentrarsi sui problemi del paese e sul suo lavoro si mette ad attaccare un gruppo di grande successo che non sta facendo altro che pagare tasse e creare posti di lavoro», prosegue, aggiungendo di aver «portato più valore nel Canton Ticino di quanto lui potrà mai fare».

Nel merito della campagna, Plein ha inoltre colto l’occasione per sottolineare il successo della stessa, che ha «attirato molte più donne rispetto alle campagne precedenti». Un aumento delle vendite di oltre il 300% rispetto allo scorso anno, puntualizza lo stilista, prima della stoccata conclusiva: «Questo significa che pagheremo più tasse alla fine dell’anno al Canton Ticino… Il Cantone che tu rappresenti e che paga le tue bollette».

«Ma mi faccia il piacere» - La nuova replica di Fiorenzo Dadò non si è fatta attendere. «Signor Philipp Plein, ma mi faccia il piacere. Lei non è venuto qui in Ticino per far beneficenza a noi, ma è qui in Ticino unicamente perché conviene a lei», ha scritto ieri sulla propria pagina Facebook il presidente pipidino.

«Vada pure avanti ad occuparsi della sua moda e a prendersi gioco del dramma delle donne, noi, come anche altri tra i quali il sindaco di Milano, andremo avanti a denunciare questo lerciume pubblicitario», ha concluso Dadò.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 13:58:28 | 91.208.130.87