Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
ARBEDO-CASTIONE
10 ore
Officine: «I terreni per il compenso agricolo ci sono?»
CAMORINO
11 ore
Asilanti in sciopero, l’appello a De Rosa: «Chiudete il bunker»
CEVIO
11 ore
Troppo caldo per la funivia San Carlo-Robiei
MURALTO
12 ore
Un telo nero per oscurare la scena del presunto delitto
CANTONE
13 ore
«Biometria 2020», quasi un milione per il progetto
BELLINZONA
13 ore
Con lo striscione in Parlamento per il diritto allo studio
CANTONE
14 ore
Sette milioni per sentieri e percorsi per mountain bike
CANTONE
14 ore
Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"
LUGANO
15 ore
«Altro che allarmismo, la canicola può uccidere»
CANTONE
16 ore
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
16 ore
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
17 ore
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
17 ore
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
17 ore
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
18 ore
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
CHIASSO
09.11.2018 - 14:540

Più posti per i richiedenti l'asilo

In attesa del Centro in zona Pasture, la capacità dell’alloggio di via Motta 1b a Chiasso verrà temporaneamente portata dagli attuali 134 a 200 posti letto

CHIASSO - Martedì sarà pubblicata la domanda di approvazione dei piani per l’autorizzazione di un aumento temporaneo della capacità dell’alloggio per richiedenti l’asilo di via Motta 1b a Chiasso. La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha infatti trasmesso la relativa domanda alla Segreteria generale del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP). La documentazione del progetto è stata pure inviata al Comune di Chiasso e sarà consultabile dal pubblico durante 30 giorni.

La Confederazione e i Cantoni della regione procedurale Ticino e Svizzera centrale hanno stabilito - ricordiamo - che spetterà al Ticino ospitare il centro federale d’asilo (CFA) con funzione procedurale della regione, con una capacità ricettiva di 350 posti letto. Il CFA senza funzione procedurale di 340 posti sarà invece ubicato nella Svizzera centrale.

Stando alla pianificazione attuale, gli alloggi del centro definitivo potranno essere pronti soltanto nel 2023. La SEM ha quindi pianificato, quale soluzione transitoria, di adeguare l’esistente edificio di proprietà delle FFS in zona Pasture, a cavallo dei Comuni di Balerna e Novazzano, per alloggiarvi 220 persone, una soluzione transitoria che potrà però entrare in funzione solo nella seconda metà del 2019.

La SEM richiede quindi l’autorizzazione per aumentare temporaneamente la capacità dell’alloggio di via Motta 1b a Chiasso dagli attuali 134 a 200 posti letto, al fine di garantire, in caso di necessità, un sufficiente numero di posti d’accoglienza in Ticino. Tale aumento di capacità verrà attuato solo se la situazione lo dovesse richiedere e unicamente durante il periodo da aprile 2019 fino alla messa in funzione dell’alloggio transitorio in zona Pasture, prevista per la seconda metà del 2019.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 05:09:04 | 91.208.130.87