Immobili
Veicoli

LOCARNOTecnologia all'avanguardia al Santa Chiara

23.10.18 - 14:00
La clinica ha inaugurato una nuova apparecchiatura per la Risonanza Magnetica, la prima di questo tipo in Svizzera
LOCARNO
23.10.18 - 14:00
Tecnologia all'avanguardia al Santa Chiara
La clinica ha inaugurato una nuova apparecchiatura per la Risonanza Magnetica, la prima di questo tipo in Svizzera

LOCARNO - Nella diagnostica medica di oggigiorno la tecnica della Risonanza Magnetica è imprescindibile.

Il Locarnese, negli ultimi otto anni aveva a disposizione un solo apparecchio, oramai vetusto e obsoleto, di comproprietà della Clinica Santa Chiara e dell’Ospedale La Carità, dove era anche fisicamente collocato.

Ora, in base alle attuali esigenze di pazienti e medici, il Cantone ha dato il permesso per l’istallazione di un secondo impianto nel Locarnese che è stato montato in questi mesi alla Clinica Santa Chiara ed è stato messo in servizio il 2 agosto scorso (anche se inaugurato il 20 di ottobre).

Il Sistema di Risonanza Magnetica (Philips Ingenia 3T Elition X) è un apparecchio di nuovissima generazione, di alta gamma, con tecnologia innovativa per acquisizioni più rapide senza perdita di qualità d’immagine.

Non solo permette sequenze più veloci: è molto di più. Permette di accelerare gli esami completi ai pazienti e questo garantisce un nuovo livello di produttività e di qualità delle immagini, per aiutare lo staff a concentrarsi su quello che più conta: migliorare la cura dei pazienti.

Il sistema installato alla Clinica Santa Chiara è stato sviluppato e realizzato tenendo in particolare considerazione il comfort del paziente. Si è creata un’atmosfera che li trasporta fuori dall’ambiente di imaging, in una realtà rilassante che sono i pazienti stessi a scegliere. Il video scelto viene proiettato sulla parete e visto dal paziente dall’interno del tunnel mediante uno specchio facile da posizionare. Al paziente vengono fornite delle cuffiette per l’ascolto, regalando un’esperienza assolutamente stimolante. In questo modo si evitano reazioni da stress e claustrofobia che erano assai frequenti negli impianti più vecchi. Da notare anche che il diametro del “tubo” è aumentato di 10 cm da 60 a 70 cm.

Si tratta della prima macchina di questo tipo in Svizzera e di una delle prime in Europa.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO