TiPress - foto d'archivio
LUGANO
26.09.2018 - 16:100

Nasce l’Associazione dei cittadini per il territorio del Luganese

L’assemblea si è tenuta martedì 25 settembre a Breganzona

LUGANO - È stata costituita martedì 25 settembre a Breganzona l’Associazione dei Cittadini per il territorio del Luganese. La nuova associazione è il frutto del coordinamento delle realtà già presenti sul territorio da qualche anno: Cittadini per il territorio di Massagno, Viva Gandria, Uniti per Brè, Cittadini per il territorio di Viganello e del Pian Scairolo, Capriasca Ambiente.

L’assemblea ha disapprovato l’attività della Commissione Regionale dei trasporti del Luganese (CRTL). Si chiede in particolare un radicale mutamento di gestione della Commissione che si è vista bocciare da Berna il rapporto PAL 3 (Programma agglomerato luganese di terza generazione), perdendo il diritto a cospicui finanziamenti previsti dalla Confederazione.

Alla presidenza della nuova associazione è stato chiamato Carlo Lepori, deputato in Gran Consiglio.

La decisione di costituire un’Associazione del Luganese parte dalla constatazione che i gruppi locali hanno svolto attività di portata regionale:
- PAL2 e PAL3
- Partecipazione alle revisioni del Piano Direttore Cantonale
- Ricorso contro PR del Pian Scairolo
- Osservazioni ai PR Stazione di Lugano, Sant’Anna Lugano, Via Stadio.
- Petizioni contro progetti deturpanti (rotonda Cassarate)
- Osservazioni e proposte sul progetto Tram-treno.

Tre anni fa è stato pubblicato lo studio dedicato a “Un programma sostenibile per lo sviluppo dell’agglomerato luganese”.

L’Assemblea, dopo l’approvazione dello statuto e le nomine di rito, ha preso atto delle prossime attività. La nuova Associazione del Luganese ha in programma:
- Partecipazione a consultazioni sul Piano Direttore cantonale e sull’offerta per il trasporto su gomma nel Luganese.
- Patrocinio di studi su temi di interesse generale: alternativa all’allargamento a sei corsie dell’Autostrada A2, come eliminare le congestioni stradali nel Luganese e nel Malcantone.
- Rimessa in esercizio della funicolare degli Angioli.
- Attenzione particolare allo sviluppo del Piano del Vedeggio, che rappresenta la quarta città del Cantone, con 15 mila posti di lavoro e 15 mila abitanti.

Prossima occasione di dibattito sarà l’annuale raduno delle Associazioni che si occupano di territorio nel cantone, previsto a Lugano l’8 dicembre.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 23:03:33 | 91.208.130.86