EOC
Alcuni membri dell’UCEP e della squadra di sala operatoria con la paziente.
LUGANO
25.09.2018 - 12:130
Aggiornamento : 22.10.2018 - 14:11

Rimosso un tumore al fegato con tecniche di trapianto

L'intervento - una prima ticinese condotta da un team multidisciplinare dell'EOC - è durato 10 ore. La paziente è guarita recuperando senza complicazioni

LUGANO - Per la prima volta in Ticino un’equipe medica ha potuto operare un tumore complesso al fegato di una paziente ricorrendo a tecniche solitamente impiegate per i trapianti di questo organo. La paziente di 59 anni sottoposta al delicato intervento è guarita e ha recuperato senza complicazioni.

Lavoro di squadra - Una prima chirurgica a livello cantonale, resa possibile grazie al lavoro di squadra dei medici, del personale curante e dei tecnici dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), con il coinvolgimento di diverse specialità e professioni; un team multidisciplinare altamente specializzato guidato dal professor Pietro Majno-Hurst assieme al dottor Ruben Balzarotti Canger.

Il lavoro di squadra è infatti indispensabile a 360 gradi; tanto per la fase di accertamenti clinici prima dell’operazione, quanto per l’intervento chirurgico vero e proprio e per la fase immediatamente successiva all’intervento, come pure per la degenza in reparto.

L’intervento per questo tipo di tumori - spiega in una nota l’EOC - è tecnicamente più complesso di un trapianto di fegato. Durante l’operazione, per togliere il tumore nella sua totalità, è necessario sezionare e ricostruire le connessioni vascolari e biliari, mentre il fegato va riposizionato sotto controllo ecografico. L’intervento si svolge con modalità identiche a quelle usate nei centri specialistici per i trapianti pediatrici e la sua durata è di circa dieci ore.

Condizioni di massima sicurezza - L’Unità Cantonale Epato-bilio Pancreatica (UCEP) dell’EOC offre oggi tutte le condizioni necessarie affinché questi interventi possano essere eseguiti nella massima sicurezza, in conformità con il mandato federale MAS per fegato e pancreas (definitivamente assegnato alla fine del 2017 all’EOC).

Il gruppo dell’UCEP è attivo da quattro anni ed è oggi in grado di garantire anche in Ticino questo tipo di interventi complessi, possibili solo in pochi ospedali in Svizzera.

Il professor Majno-Hurst, in precedenza responsabile del Centro epatobiliare dell’Ospedale Universitario di Ginevra, dall’inizio dell’anno è il capo del Dipartimento di Chirurgia dell’EOC e dell’Ospedale Regionale di Lugano (ORL).

Il dottor Balzarotti Canger è il responsabile per la chirurgia del fegato e del pancreas legata ai mandati di Medicina Altamente Specializzata (MAS).

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-22 15:08:01 | 91.208.130.86