Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CAPOLAGO
4 min
I vecchi binari del Generoso hanno riaperto la chiesetta
Il restauro è stato finanziato con la vendita dei vecchi pali disseminati lungo il percorso che conduce in vetta
CANTONE
35 min
La Galleria di Grancia è rimasta chiusa per «problemi tecnici»
È successo attorno alle 17:30 di questa sera per poi riaprire circa 15 minuti dopo con qualche disagio al traffico
CANTONE
54 min
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
1 ora
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
VEZIA
1 ora
Ecco come mantenere in vita i negozi di paese
Sono stati presentati i risultati di uno studio promosso dall'Ente regionale per lo sviluppo del Luganese
LUGANO
2 ore
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
CANTONE
4 ore
Poliziotti sotto tiro, il sindacato reagisce
Il sindacato Ocst funzionari di polizia segnala l'aumento di attacchi, fisici e verbali, contro le forze dell'ordine
CANTONE
5 ore
«Senza aiuti Covid, noi cliniche private costrette a licenziare»
«Abbiamo garantito il pieno supporto al Cantone nella gestione dell'emergenza Covid»
GORDOLA
5 ore
Chi ha aiutato Aurèle sulla via dei Monti Motti?
La polizia è in cerca dell'uomo che aveva aiutato Aurèle a ritrovare la via. Si è smarrito di nuovo.
BELLINZONA
10.09.2018 - 22:150

Nuove officine, soddisfazione PS

Il Municipio di Bellinzona ha chiesto un credito di 20 milioni di franchi

BELLINZONA - Il comitato sezionale e i Consiglieri comunali PS sostengono il messaggio del Municipio di Bellinzona che chiede un credito di 20 milioni di franchi per il nuovo stabilimento industriale FFS (nuove Officine) e la pianificazione del sito sul quale sorgono le attuali Officine FFS.

«La realizzazione del nuovo stabilimento industriale FFS - è stato sottolineato - permetterà, da una parte di garantire la permanenza in Ticino di un’attività industriale moderna con un importante numero di posti di lavoro qualificati e, dall’altra parte, di recuperare una zona pregiata e strategica in centro città per farne un quartiere modello».

I rappresentanti PS vogliono uno sviluppo sostenibile della Città, «la quale con il recupero dei terreni occupati attualmente dalle Officine sarà in grado di realizzare un quartiere modello sostenibile a ridosso della stazione ferroviaria e del nodo intermodale dei trasporti pubblici. Questo a tutto vantaggio della Città stessa, del Bellinzonese e dell’intero Canton Ticino. Ci troviamo in questa positiva situazione di poter disegnare parte del futuro del nostro Comune grazie all’impegno esemplare dimostrato dalle maestranze delle attuali Officine che, con il sostegno di tutto il Ticino, ha impedito alle FFS di chiudere la loro attività industriale in Ticino».

«Non neghiamo alcune criticità del progetto, principalmente legate a questioni pianificatorie e agricole, confidiamo però nell’importanza strategica del medesimo per la Città, il Bellinzonese e tutto il Ticino, affinché si possano trovare le giuste soluzioni per la fase transitoria (garanzie dei volumi di lavoro rispettivamente che non ci siano licenziamenti o ricollocamenti delle attuali maestranze ma una loro riqualifica) e per una realizzazione esemplare del nuovo stabilimento e del nuovo quartiere cittadino».

Il Partito Socialista conferma di essersi impegnando a fondo, dentro e fuori le istituzioni, per arrivare  al più presto ad una soluzione condivisa che permetta di garantire l’esistenza delle Officine in un orizzonte temporale di almeno 40 anni e che nel contempo dia l’opportunità alla Città di pianificare meglio il suo sviluppo sostenibile. «Per il Comune di Bellinzona, il progetto è parte integrante del suo futuro. Il PS ritiene quindi molto importante  partecipare attivamente e in maniera costruttiva al progetto, sostenendo chiaramente il messaggio municipale».

«Una cosa è certa, come socialisti di Bellinzona veglieremo a che il progetto venga portato avanti e concretizzato da tutti gli attori in campo con serietà, correttezza e rispetto. Così come è certo che veglieremo a che la pianificazione e l’urbanizzazione dell’attuale sedime delle Officine avvenga mettendo al primo posto la sostenibilità a tutti i livelli. Per raggiungere questi obiettivi concludono - ci aspettiamo una costruttiva collaborazione da parte di tutti i partner, ad iniziare dalle FFS».

L'assemblea sezionale è convocata per decidere sul messaggio municipale giovedì 4 ottobre 2018 alle ore 20:15 presso l’aula magna delle Scuole Nord a Bellinzona.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 18:13:27 | 91.208.130.89