keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
RIVA SAN VITALE
56 min
Presentata la lista "Per Riva"
Sulla lista civica figurerà anche in nome di Eusebio Vassalli, municipale uscente
CANTONE
56 min
Scattato il divieto d'accensione fuochi
La misura, attiva in tutta la Svizzera italiana, si è resa necessaria a causa del periodo molto secco
MENDRISIO
1 ora
I giocattoli tornano in vita grazie al volontariato
Ventuno volontari di AMAC hanno partecipato ad Azione 72 ore
CANTONE
2 ore
Per i Verdi due no e due sì il 9 febbraio
Il Comitato cantonale invita a respingere i due oggetti cantonali in votazione e ad approvare i due federali
CANTONE
2 ore
Pernice bianca: «Dati italiani spacciati come ticinesi»
La Federazione cacciatori ticinesi prende posizione e critica le informazioni «assolutamente non veritiere e fuorivianti» fornite dal Comitato promotore dell'iniziativa
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 ore
Fumo in Piazza Cioccaro, arrivano i pompieri
Nel palazzo sono in corso dei lavori di ristrutturazione
CANTONE
3 ore
Processionaria del pino, ecco come proteggersi
Nelle prossime settimane, in alcune aree del Ticino, si potranno osservare spostamenti di larve pelose di lepidotteri lungo i tronchi degli alberi e sul terreno, sia nei giardini sia nel bosco
CANTONE
4 ore
Votazione sull'aeroporto di Lugano, l'MPS chiede un rinvio
La data del 26 aprile viene giudicata «inadeguata» e si propone un giorno alternativo
CANTONE
4 ore
"Pratiche didattiche nella scuola dell’obbligo", resi noti i risultati
L’intelligenza, o meglio la sua definizione, è un tema che non fa l’unanimità
BIASCA
5 ore
«Io, perseguitato da Berna, fuggo dal Ticino»
È stato accusato di essere un trafficante d'armi. Poi l'accusa è caduta. È stato in carcere. Ora chiede giustizia. Ma qualcuno oltre Gottardo continua a legargli le mani. È la storia di Arnaldo La Scala, ticinese scambiato per siciliano.
FOTO
LUGANO
5 ore
Skate park: «È giunto il momento di rinnovare l’area street?»
Un’interrogazione di Rodolfo Pulino chiede al Municipio se sono previsti interventi nel breve periodo
CANTONE
6 ore
Legittima difesa, un costituzionalista contro il contenuto dell'opuscolo
Lo ha contattato Giorgio Ghiringhelli, primo firmatario dell'iniziativa
BELLINZONA
7 ore
«I nostri giardini allagati ogni volta che piove forte»
La singolare situazione di un 44enne di Camorino e dei suoi vicini: «Il terreno da cui proviene l’acqua è comunale. Eppure da mesi nessuno fa niente». Le autorità: «Ci attiveremo»
LUGANO
04.09.2018 - 18:040
Aggiornamento : 19:49

Formula E, Borradori: «Noi ci siamo, spetta a loro scegliere»

Il sindaco di Lugano conferma i contatti con gli organizzatori della corsa di auto elettriche: «Hanno urgenza di trovare alternative dopo il "no" di Zurigo. Noi abbiamo detto sì, ma con dei paletti»

LUGANO - Quasi certi del "no" di Zurigo a una nuova edizione della corsa di auto elettriche, gli organizzatori dello Swiss ePrix avevano già preso (ma sarebbe il caso di dire ripreso) contatto con il Municipio di Lugano nelle scorse settimane. A confermarlo è il sindaco di Lugano, Marco Borradori. «Hanno iniziato a farsi vivi già a partire dal 6 di agosto», ammette. 

È seguìto un incontro informale tra il Municipio e organizzatori della corsa, e uno «più formale» il mese scorso. Incontro avvenuto, ci tiene a precisare Borradori «su loro richiesta». «Erano in difficoltà, deduco per la decisione di Zurigo resa nota oggi. Avevano quindi l'urgenza di trovare alternative». 

Non solo Lugano - Lugano non è l'unica opzione che la Formula E avrebbe preso in considerazione: «Sono stati trasparenti e ci hanno confermato di aver contattato anche Berna. Il nostro vantaggio è che abbiamo un circuito omologato. Ma la decisione spetta assolutamente a loro. Hanno sponsor importanti che possono determinare una o l'altra scelta», prosegue il sindaco.

Borradori conferma di essersi messo a disposizione: «Abbiamo posto tutte le condizioni del caso. La nostra posizione, d'altra parte, è molto rilassata. Per noi non c'è nessun problema nel caso scegliessero altre destinazioni. Ma dovessero optare per Lugano dovranno sottostare ai paletti che abbiamo imposto».

Costi e paletti - Centrale sembra essere la questione dei costi. Che Lugano non ha intenzione di assumersi: «Abbiamo chiesto che siano loro a farsi carico di tutte le spese, lo stesso d'altra parte ha fatto anche Berna. La Città, insomma, non sborserà nulla. Inoltre dovranno "rimettere in carreggiata" tutto quello che modificheranno per la gara». 

Tra gli altri requisiti chiesti dalla Città vi sono: trasporti adeguati per l'avvicinamento alla gara; seminari con la Supsi su sostenibilità e energie alternative, oltre alla possibiltà di vedere un circuito alternativo per i prossimi anni, in grado di ridurre l'impatto sul quartiere. «Noi siamo in corsa - conclude Borradori -. Una risposta dovremmo averla a breve, probabilmente già nei prossimi giorni. Lugano, dovesse ospitare la gara, sarà sicuramente più trendy, ma c'è il risvolto della medaglia, un ingombro e delle criticità non indifferenti che non abbiamo intenzione di sottovalutare».

Commenti
 
casi89 1 anno fa su tio
hola verbania.se ce una che non capisce sei proprio ut.scusami ma non tutti possono essere intelligenti come te,ed e meglio.perche non vai in governo?
nordico 1 anno fa su tio
Anche Berna è interessata. E con Berna non si scherza. Lo dice anche Cassis.
rojo22 1 anno fa su tio
@nordico ... e se lo dice lui...
madras 1 anno fa su tio
Chi vivrà vedrà.
casi89 1 anno fa su tio
lasciate perdere.non sprecare millioni per niente.con questi soldi si potrebbe in piccola parte,finanziare i premi cassa "MALATA" ¨!
Verbania 1 anno fa su tio
@casi89 Meglio non commentare un articolo che non hai capito. Quali milioni?
Ilaria PG 1 anno fa su fb
E i Verdi dove sono, che tanto si stanno impegnando per contrastare il rally? ?
Mirko Zxy 1 anno fa su fb
Tranquilli ieri sera intervistati dal Quotidiano questi verdi scassa marroni , hanno detto che faranno ricorsco con la scusa che per il tracciato verranno abbattuti degli alberi ,???
mgmb 1 anno fa su tio
Le monete di stagno non servono a niente, vogliamo le monete d'oro, quelle si che ne vale la pena." Borradori" lascia perdere, la formula E non vale una moneta di stagno. La formula E non sarà mai una formula 1, é e sarà un fallimento, non interessa a nessuno.
Esse 1 anno fa su tio
@mgmb 3 numeri (...dati del 2015) (nel frattempo è cresciuta esponenzialmente) 1 - 5,2 miliardi di interazioni sui social media 2 - fino a 361.500 spettatori a bordo pista (1a edizione e-prix di Zurigo 160000 ; F1 Monza 2017: 185000) 3 - pubblico TV globale cumulativo di 190,3 milioni
Lore62 1 anno fa su tio
@mgmb ...>>La formula E non sarà mai una formula 1<<... non hai idea di cosa scrivi, tempo ancora qualche decennio e come tutti i mezzi di trasporto odierni la F1 va al museo...
Gio65 1 anno fa su tio
Lo scorso anno ve la siete fatta scappare perché qualche ottudo municipale non era disposto a "spostare" qualche albero mi pare di ricordare...d'altro canto siete sempre molto lungimiranti vedi aereoporto...
Sì totale Motorsport Svizzera Ja gesamt Motorsport Schweiz 1 anno fa su fb
Visto che loro ci sono, Borradori batta anche per riportare il Motorsport totale in Svizzera!
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-20 13:35:32 | 91.208.130.89