TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
1 ora
Il giallo della biblioteca Torriani
La sinistra del Magnifico Borgo chiede lumi su una convenzione stipulata nel 1990 con un privato cittadino
FOTO E VIDEO
CAMPIONE D'ITALIA
1 ora
Coronavirus, nell'enclave la scuola resta chiusa
Si tratta di una delle misure preventive messe in atto dalla Regione Lombardia
CANTONE
1 ora
Coronavirus, mascherine e disinfettanti introvabili anche in Ticino
Diverse farmacie del Luganese li avevano finiti già questa mattina. E non è dato sapere quando arriveranno nuove scorte
LUGANO
2 ore
Incentivi per le e-bike: tutte le informazioni
Ecco come effettuare la richiesta di contributo e chi ne può usufruire
CASLANO
3 ore
Ciclista a terra, la polizia cerca testimoni
Chi avesse assistito alla collisione o avesse informazioni in merito è invitato a telefonare alla Centrale d'allarme
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 ore
Altro che psicosi coronavirus: in tanti alla risottata
La gente è accorsa numerosa alla classica risottata di carnevale organizzata in Piazza Riforma
BERNA / TICINO
3 ore
Coronavirus: la Svizzera prende provvedimenti supplementari
Le misure dovranno servire ad impedire o ritardare il più possibile un'ondata della malattia nella Confederazione
FOTO E VIDEO
LOCARNO
3 ore
Schianto all'incrocio. Disagi e un ferito
Sul posto Polizia e un'ambulanza del Salva
FOTO
CANTONE
4 ore
Lugano 2040: ci sposteremo con droni e bus su richiesta
È una riflessione che si pone come punto di partenza per definire il futuro del nostro territorio
CANTONE
4 ore
Una conserva artigianale su due presenta una caratterizzazione non corretta
Analizzate conserve alimentari artigianali. In un caso rilevata scarsa igiene
LUGANO
5 ore
Mettono in scena un incidente per truffare l'assicurazione
Quattro persone sono finite in manette. Una di loro deve rispondere pure di falsità in documenti
FOTO
CADENAZZO
6 ore
Una sostanza grigia in un canale
Sul posto i Pompieri per scongiurare un eventuale inquinamento
CANTONE
03.09.2018 - 14:020

La scuola è ricominciata: meglio andarci a piedi

Il Consiglio di Stato ripropone il progetto cantonale a comuni, allievi e famiglie per un tragitto «più sicuro e accattivante». Ecco le regole d'oro per essere sicuri nel traffico

BELLINZONA - Questa mattina le scuole ticinesi hanno riaperto le porte agli allievi. Il nuovo anno scolastico è iniziato e tra le preoccupazioni legate a tutto questo c'è anche quella relativa al traffico e alla sicurezza sulle strade. Il Consiglio di Stato ha quindi deciso di rilanciare il progetto cantonale Meglio a piedi, rinnovando gli auguri a tutti gli allievi per «un anno pieno di soddisfazioni, in cui crescere insieme e diventare sempre più indipendenti anche camminando sul percorso tra casa e scuola».

Affrontando tutti i giorni il percorso casa-scuola, infatti, ci si muove, si scopre il quartiere, si aumenta l’autonomia, si rafforzano le vecchie amicizie e se ne fanno di nuove. Il progetto cantonale si rivolge a comuni, allievi della scuola dell’obbligo e alle loro famiglie affinché il tragitto da casa a scuola sia sempre più sicuro e accattivante.

Il Piano di mobilità scolastica - Sono già 40 i comuni ticinesi che hanno aderito al progetto, concretizzandolo attraverso un Piano di Mobilità Scolastica (PMS): oltre 14'000 fra bambini e ragazzi frequentano la scuola in comuni che hanno ridotto il traffico intorno alle scuole realizzando le Isole Felici, rendendo le strade più sicure e adatte alla mobilità lenta, introducendo percorsi pedonali e fermate Scendi e vivi, dove chi è accompagnato in auto può scendere per raggiungere la scuola a piedi in sicurezza.

Attraverso i PMS si può contribuire anche ad un cambio di mentalità tanto importante quanto universalmente vantaggioso; andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici consente di fare movimento, risparmiare tempo e denaro, con esso si contribuisce a migliorare l’ambiente e a ridurre il traffico, facendo guadagnare tutti in qualità di vita.

Il sostegno economico - Per questi motivi, nella seduta di questa settimana, il Consiglio di Stato ha rinnovato il sostegno al progetto cantonale Meglio a piedi che promuove una visione unitaria sul tema della mobilità lenta, sostenendola con strumenti progettuali e contributi ai comuni che introducono un PMS. Nei prossimi anni, inoltre, il progetto estenderà la sua azione puntando alla mobilità lenta per tutti, non solo per gli allievi, forte anche delle esperienze precedenti e di un quadro di politiche e strategie settoriali più mirato.

Il ruolo della famiglia - Se dunque i comuni possono lanciare PMS sul loro territorio, cosa possono fare i genitori con e per i loro ragazzi? Anche chi non potesse abbandonare definitivamente l’auto, ma vivesse comunque ad una distanza da scuola compatibile con una passeggiata, almeno una volta alla settimana potrebbe accompagnare suo figlio a piedi oppure per tramite del trasporto pubblico. In questo modo potrà studiare il percorso ideale e più sicuro, lasciando al bambino progressiva iniziativa finché sarà pronto per andare in piena autonomia. Se poi fossero disponibili percorsi pedonali o piste ciclabili, sarebbe peccato non approfittarne, in bicicletta naturalmente sempre con il casco in testa!

Il progetto - Meglio a piedi è un progetto interdipartimentale sostenuto dal Consiglio di Stato. Coordinato dal Dipartimento della sanità e della socialità (Servizio di promozione e valutazione sanitaria dell’Ufficio del medico cantonale), il progetto è condotto in collaborazione tra Dipartimento del territorio (Sezione della mobilità e Sezione dello sviluppo territoriale), Dipartimento delle istituzioni (Progetto Strade sicure e Polizia cantonale) e Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Sezione delle scuole comunali e Sezione dell’insegnamento medio). I contributi a disposizione dei comuni per la realizzazione di Piani di mobilità scolastica sono garantiti tramite l’Ufficio Fondi Swisslos e Sport-toto. 

Infine, Meglio a Piedi coglie l’occasione per ricordare ai più piccoli le regole d'oro per essere più sicuri nel traffico:

 Fatti vedere! Indossa sempre la pettorina catarifrangente
 Cammina lungo il marciapiede o lungo il ciglio della strada
 Per attraversare: fermati, guarda a sinistra, a destra e poi ancora a sinistra
 Guarda l’automobilista negli occhi, assicurati che ti abbia ben visto e che l’auto sia ferma
 Anche attraversando, controlla sempre che non arrivino nuovi veicoli

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-24 17:02:02 | 91.208.130.89