+ 10
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
6 ore
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
7 ore
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
8 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
9 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
11 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
11 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
12 ore
Martina Hirayama ricevuta da Manuele Bertoli
CANTONE
12 ore
Consuntivo 2018, c'è l'ok del Gran Consiglio
CANTONE
13 ore
Troppi voli cancellati: «Non si può andare avanti così!»
CANTONE
13 ore
Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio
CANTONE
14 ore
Mountain bike elettriche da condividere fra Biasca e Blenio
LOCARNO
14 ore
Carte di credito, cellulari e leasing con identità altrui. Arrestata
CANTONE
14 ore
Terza corsia sull'A2? «Basta con le soluzioni prefabbricate»
BELLINZONA
17 ore
Frena per evitare lo schianto, 15enne in ospedale
LOCARNO
11.08.2018 - 15:570
Aggiornamento : 19:15

Pardo d’oro a "A land imagined"

Successo per il regista Yeo Siew Hua. Carlo Chatrian: «Locarno71 è stata un’edizione ricca e diversificata, come da tradizione. Un festival dove si progetta il futuro»

LOCARNO - L’edizione 2018, la sesta e ultima sotto la direzione artistica di Carlo Chatrian, si sta concludendo con successo ed è stata coronata con il Pardo d’oro a "A land imagined" del regista di Singapore Yeo Siew Hua, un film noir a tinte sociali.

293 sono stati i film mostrati in meno di due settimane, 18 sotto il cielo di Piazza Grande e 15 in Concorso internazionale. Tra i grandi ospiti di quest’anno indimenticabili il saluto alla Piazza di Ethan Hawke e Ted Hope, le conversazioni con il pubblico di Meg Ryan, Bruno Dumont e la masterclass di Kyle Cooper; il ricordo di Paolo Taviani al fratello Vittorio e la simpatia di Diego Abatantuono e Sandra Milo.

Il direttore artistico Carlo Chatrian è soddisfatto: «Vissuta a temperature altissime, Locarno71 è stata un’edizione ricca e diversificata, come è nella tradizione di un festival che non ha paura di accostare gli estremi e di unire il sorriso alla riflessione. Agli ospiti che hanno portato la loro esperienza e simpatia, si sono affiancate proposte nuove che bene sono state accolte, penso al successo di critica del film La Flor o alla bella risposta del pubblico alla proiezione notturna della serie televisiva di Bruno Dumont. Nella ricerca estetica di una forma adeguata a una realtà che cambia rapidamente, dove le immagini sembrano onnipresenti, i film premiati raccontano di un mondo dove l’uomo è ancora la misura di tutte le cose. Le giurie hanno premiato 12 donne – fra cui due registe svizzere – su 25 riconoscimenti. La 71esima edizione ha confermato che Locarno è un festival dove si progetta il futuro».

La serata di Piazza Grande si conclude con le premiazioni ufficiali e la proiezione del film di chiusura I Feel Good di Benoît Delépine e Gustave Kervern.

Il 72° Locarno Festival si terrà dal 7 al 17 agosto 2019.

Altri premi - Il premio speciale della giuria è andato al documentario "M", della francese Yolande Zauberman, mentre quello per la migliore regia alla cilena Dominga Sotomayor e al suo "Tarde para morir joven".

Andra Guți, per il suo ruolo in "Alice T.", del regista rumeno Radu Muntean, ha vinto il riconoscimento per la migliore interpretazione femminile. Quello per l'interpretazione maschile è invece andato a KI Joobong in "Gangbyun Hotel", del sudcoreano Hong Sangsoo, già vincitore del Pardo d'oro nel 2015. La giuria ha inoltre attribuito una menzione speciale alla pellicola "Ray & Liz", del britannico Richard Billingham.

Il Premio del pubblico di Piazza Grande è andato a "BlacKKklansman", del regista statunitense Spike Lee, mentre la regista svizzera Bettina Oberli si è aggiudicata il Variety Piazza Grande Award, per il suo film "Le vent tourne", girato nel Giura. Questo premio, assegnato da alcuni critici della rivista presenti a Locarno, mira a favorire la carriera internazionale di una pellicola.

Nella sezione Cineasti del presente a vincere è stato "Chaos" della regista siriana Sara Fattahi, che vive a Vienna. Premio speciale alla svizzera Nicole Vögele per il suo documentario "Closing Time".

Concorso internazionale

Pardo d’oro
A LAND IMAGINED di YEO Siew Hua, Singapore / Francia / Paesi Bassi

Premio speciale della giuria
M di Yolande Zauberman, Francia

Pardo per la miglior regia
TARDE PARA MORIR JOVEN di Dominga Sotomayor, Cile / Brasile / Argentina / Paesi Bassi / Qatar

Pardo per la miglior interpretazione femminile
Andra Guți per ALICE T. di Radu Muntean, Romania / Francia / Svezia

Pardo per la miglior interpretazione maschile
KI Joobong per GANGBYUN HOTEL (Hotel by the River) di HONG Sangsoo, Corea del Sud

Menzione speciale
RAY & LIZ di Richard Billingham, Regno Unito

Concorso Cineasti del presente

Pardo d’oro Cineasti del presente
CHAOS di Sara Fattahi, Austria / Siria / Libano / Qatar

Premio per il miglior regista emergente – Città e Regione di Locarno
DEAD HORSE NEBULA di Tarık Aktaş, Turchia

Premio speciale della giuria Ciné+ Cineasti del presente
CLOSING TIME di Nicole Vögele, Svizzera / Germania

Menzioni speciali

FAUSTO di Andrea Bussmann, Messico / Canada
Rose, personaggio di L’ÉPOQUE di Matthieu Bareyre, Francia

Signs of Life

Signs of Life Award ELECTRONIC-ART.FOUNDATION per il miglior film
HAI SHANG CHENG SHI (The Fragile House) di LIN Zi, Cina

Fundación Casa Wabi – Mantarraya Award
LE DISCOURS D’ACCEPTATION GLORIEUX DE NICOLAS CHAUVIN di Benjamin Crotty, Francia

First Feature

Swatch First Feature Award, Premio per la migliore opera prima
ALLES IST GUT di Eva Trobisch, Germania

Swatch Art Peace Hotel Award
RŪGŠTUS MIŠKAS (Acid Forest) di Rugilė Barzdžiukaitė, Lituania

Menzione speciale
TIRSS, RIHLAT ALSOO'OUD ILA ALMAR'I (Erased, Ascent of the Invisible) di Ghassan Halwani, Libano

Pardi di domani

Concorso internazionale

Pardino d’oro per il miglior cortometraggio internazionale – Premio SRG SSR
D’UN CHÂTEAU L’AUTRE di Emmanuel Marre, Belgio / Francia

Pardino d’argento SRG SSR per il Concorso internazionale
HEART OF HUNGER di Bernardo Zanotta, Paesi Bassi

Premio per la migliore regia Pardi di domani – PIANIFICA
EL LABERINTO di Laura Huertas Millán, Francia / Colombia / Stati Uniti

Premio Medien Patent Verwaltung AG 
JE SORS ACHETER DES CIGARETTES di Osman Cerfon, Francia

Menzione speciale
LA MÁXIMA LONGITUD DE UN PUENTE di Simón Vélez, Colombia / Argentina

Concorso nazionale

Pardino d’oro per il miglior cortometraggio svizzero – Premio Swiss Life
LOS QUE DESEAN di Elena López Riera, Svizzera / Spagna
(Locarno Short Film Nominee For The European Film Awards 2018)

Pardino d’argento Swiss Life per il Concorso nazionale
ABIGAÏL di Magdalena Froger, Svizzera

Premio per la migliore speranza svizzera
ICI LE CHEMIN DES ÂNES di Lou Rambert Preiss, Svizzera

Prix du Public UBS
BLACKKKLANSMAN di Spike Lee, Stati Uniti

Variety Piazza Grande Award
LE VENT TOURNE di Bettina Oberli, Svizzera / Francia

Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 05:02:04 | 91.208.130.85