Tio/20minuti
TENERO
10.08.2018 - 06:000
Aggiornamento 11:38

In campeggio con aria condizionata e jacuzzi: ma quanto durerà?

La febbre per il glamping resta alta. E nella Svizzera italiana si continua a investire in strutture di lusso. Il video tra carrozzoni da circo e mobile home   

TENERO - Per fortuna c’è (anche) il glamping. Il settore alberghiero ticinese arranca a sorpresa. Nel primo semestre del 2018 il Ticino è stato l’unico cantone svizzero a perdere pernottamenti (-6,9%). Un crollo in controtendenza rispetto al resto del Paese. A cui fa da contraltare il trend del momento. Perché il concetto turistico, che unisce i termini glamour e camping, piace. E parecchio. «Anche se poi – precisa Simone Patelli, presidente dell’Associazione campeggi ticinesi – nel resto d’Europa questo trend, nato in Francia, era in voga già da anni. Noi siamo avvantaggiati da un paesaggio spettacolare».

Il grande amore – Una statistica effettuata dal sito web specializzato camping.info dimostra che i campeggi svizzeri non sono mai stati così frequentati come ora. Ben 3,2 milioni i pernottamenti nel 2017 (+ 14% rispetto al 2016). E il Ticino, grazie ai suoi 748.901 pernottamenti (distribuiti in 34 campeggi e con un pernottamento medio di 3,6 notti), sarebbe il cantone più amato, con una crescita del 13,6% rispetto all’anno precedente.

Milioni spesi in investimenti – Durante tutto il 2018, solo nei campeggi del Sopraceneri sono stati investiti oltre 14 milioni di franchi. Soldi destinati, soprattutto, ai miglioramenti a livello di comfort. Già nel 2017, proprio grazie anche al glamping, TCS Camping aveva registrato un +8% alla voce pernottamenti. «Nei nostri campeggi – spiega Mattia Galli, responsabile operativo TCS campeggi – abbiamo una vasta offerta. Il turista può soggiornare in un pod di legno, in un carrozzone da circo, oppure in una tenda safari, o addirittura in una mobile home, con cucina, bagno e doppi servizi».

Senza attrezzatura – «Proprio per questa gamma variegata di possibilità – commenta Patelli – è difficile stabilire numericamente quante strutture siano dotate di impianti glamping nella Svizzera italiana. Il confine con il campeggio classico a volte non è ben definito. Diciamo che il glamping è sicuramente qualcosa di alternativo, di esperienziale e di più lussuoso rispetto a una tenda e a un materassino. Poi, però, ci sono varie sfumature. Il concetto di base è quello di campeggiare senza attrezzatura».

La doccia con la cromoterapia – Sono a decine gli esempi di glamping in Ticino. Da Muzzano a Bellinzona (Molinazzo), passando per Tenero. Dove troviamo il campeggio Miralago. «In alcune nuove strutture – fa notare il gerente Mauro Depoli – abbiamo pure installato la vasca per l’idromassaggio e la cantina per i vini». Sempre a Tenero incontriamo Gabriella Rolfo, responsabile marketing del Campofelice. «Abbiamo appena aperto una nuova area dedicata ai clienti glamping. Tutti i nostri bungalow hanno l’aria condizionata. E c’è pure la doccia con cromoterapia».

Non è il futuro – Patelli, nonostante l’euforia del momento, invita tutti a mantenere i piedi ben saldi per terra. «Perché, nonostante i grandi investimenti fatti e il boom di richieste, non ritengo che il glamping rappresenti il futuro. È comunque un mercato di nicchia. Certamente si tratta di un buon mezzo per fare parlare del Ticino. Questo sì. Perché già per natura in Ticino c’è la tradizione del campeggio. Ma non penso che il glamping sostituirà mai definitivamente la tenda. Ci sarà un’evoluzione continua, che andrà monitorata».

Commenti
 
donzella 5 gior fa su tio
A cosa è servita la nuova legge sui campeggi del 1992... Per ritornare peggio di prima.. No comment...
albertolupo 5 gior fa su tio
Ho come l’impressione che si stiano erigendo strutture in barba a quello che permetterebbe il piano regolatore... ...edifici che a loro volta si sottraggono al rispetto delle norme edilizia, polizia del fuoco, ecc, ecc.?
lo spiaggiato 5 gior fa su tio
Ottima idea... :-))))
87 5 gior fa su tio
Non è campeggio se non puoi passare la serata in compagnia accanto ad un fuoco all'aperto (da escludere in periodi di allarme siccità). Il campo DEVE essere almeno a 20 minuti a piedi da ogni servizio (ristoranti, negozi...). Tutto il resto è fuffa.
Laura Bernasconi 5 gior fa su fb
Peccato che la stragrande fetta del popolo itinerante trova poche e carissime strutture.
Laila Berger 5 gior fa su fb
Il vero campeggio è quello senza aria condizionata e senza jacuzzi 😉
Alessio Vidili 5 gior fa su fb
E non si fa in campeggi attrezzati...
Potrebbe interessarti anche
Tags
glamping
campeggi
campeggio
ticino
pernottamenti
rispetto
tenda
aria
strutture
aria condizionata
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-15 18:54:24 | 91.208.130.87