Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
25 min
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
1 ora
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
2 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
2 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
3 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
5 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
5 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
6 ore
Martina Hirayama ricevuta da Manuele Bertoli
CANTONE
6 ore
Consuntivo 2018, c'è l'ok del Gran Consiglio
CANTONE
6 ore
Troppi voli cancellati: «Non si può andare avanti così!»
CANTONE
7 ore
Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio
CANTONE
7 ore
Mountain bike elettriche da condividere fra Biasca e Blenio
LOCARNO
7 ore
Carte di credito, cellulari e leasing con identità altrui. Arrestata
CANTONE
8 ore
Terza corsia sull'A2? «Basta con le soluzioni prefabbricate»
BELLINZONA
10 ore
Frena per evitare lo schianto, 15enne in ospedale
CANTONE
09.08.2018 - 08:060
Aggiornamento : 10:50

Le vacanze in Italia mettono alla prova le riserve di sangue

Oltre duecento persone non possono donare a causa di un soggiorno in aree interessate dalla presenza del Virus del Nilo occidentale. O anche per via delle zecche

LUGANO - Soltanto a luglio in Ticino oltre duecento persone non hanno potuto donare il sangue a causa del Virus del Nilo occidentale o delle zecche. In particolare le vacanze in determinate aree dell’Italia settentrionale stanno infatti mettendo alla prova le riserve di concentrati di globuli rossi nel nostro cantone. Si parla delle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia (in Emilia Romagna), e di Padova, Rovigo, Vicenza e Venezia (in Veneto), dove di recente è stata riscontrata la presenza del virus. Aree, queste, frequentate anche dai ticinesi, che al rientro in Svizzera da un soggiorno di oltre ventiquattro ore devono rinunciare per un mese alla donazione di sangue.

«Abbiamo rimandato circa 140 persone, la maggior parte per la permanenza nelle aree interessate dal virus o per le zecche. Sono invece circa cento coloro che abbiamo escluso telefonicamente prima che si presentassero nelle nostre sedi» ci dice Mauro Borri, direttore operativo del Servizio trasfusionale della Svizzera italiana, aggiungendo che «sono inoltre numerosi i donatori che hanno ricevuto l’informazione e si sono autosospesi».

Si tratta di una misura precauzionale, che potrebbe però essere evitata. Perlomeno per il Virus del Nilo occidentale, per il quale il Servizio trasfusionale sta valutando - afferma ancora il direttore - «l’introduzione di un test in biologia molecolare che ci permetta di accettare tutti i donatori». Nessun test precoce è invece previsto per le punture da zecche, che potrebbero trasmettere la Malattia di Lyme o la meningoencefalite.

Certo, durante il periodo estivo le riserve di sangue sono messe alla prova, anche per i suddetti motivi. Ma non c’è da allarmarsi, assicura il nostro interlocutore. Al momento serve comunque sangue dei gruppi A (positivo e negativo) e 0 (positivo e negativo). «Questa settimana nelle tre sedi di Lugano, Bellinzona e Locarno dovremo raccogliere circa trecento donazioni, una quantità importante nel periodo estivo» conclude il direttore Borri.

1 anno fa All'ospedale universitario mancano i donatori di sangue
1 anno fa «Buona riserva di sangue, ma servono più donatori»
Commenti
 
driver1973 1 anno fa su tio
Articolo vergognoso per come è stato esposto
Alessandro Bianconi 1 anno fa su tio
Ok, grazie al giornalista per la risposta avuta telefonicamente poco fa. Premetto che sono un donatore di sangue da oltre trent'anni e che il sistema gestito dall'Avis in Italia e' una delle eccellenze della penisola. Volevo quindi segnalare che il divieto di donare sangue dovrebbe essere esteso anche a chi soggiorna o ha soggiornato negli Stati Uniti, in Canada, ed in alcune zone di Austria, Grecia, Serbia, Ungheria, Grecia e Ungheria. Invito quindi il giornalista che asserisce di avere avuto le notizie dal servizio trasfusionale, di farsi parte diligente nel verificare se noi qui in Italia siamo maggiormente cauti o se in Svizzera lo sono di meno. Conoscendo la prudenza Svizzera la cosa mi farebbe specie. La fonte dalla quale ho attinto l'elenco di Paesi sopra indicati e' il centro del sangue (il link non lo posso mettere). Nel sito del centro del sangue c'e' una cartina aggiornata giornalmente e l'elenco completo dei luoghi ove soggiornare rende inabili alla donazione.
Alessandro Bianconi 1 anno fa su tio
perche' avete cancellato ilmio post?
JulIana Mara Passos 1 anno fa su fb
Dove devo andare per donare ? Sono a Arogno ☘️☘️☘️ tanto non sono andata in vacanza?
Rossi Jenny 1 anno fa su fb
Lugano all'ospedale Civico. Dove c'è il Cardiocentro
Manuela Quattropani 1 anno fa su fb
io ho già dato la scorsa settimana!!!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 22:40:23 | 91.208.130.89