Lisa Macconi e Alex Brandino sono partiti per tre anni di interscambio a Cochabamba, dove la sociologa luganese sosterrà una ONG femminista attiva da quarant’anni nella difesa dei diritti delle donne
LUGANO
07.08.2018 - 17:060

Due ticinesi in Bolivia per un "arcobaleno"

Lisa Macconi e Alex Brandino per tre anni staranno in Bolivia con un unico obiettivo: difendere i diritti delle donne.

LUGANO - Kurmi in lingua quechua significa arcobaleno. Un arcobaleno che abbracciava la città di Cochabamba è l’immagine che ha accolto Lisa Macconi la prima volta che è arrivata in Bolivia come cooperante di Comundo, nel novembre del 2011. Vi è rimasta per due anni, lavorando in un progetto di prevenzione della violenza di genere. Oggi, dopo cinque anni di vita ticinese, ha deciso di ripartire assieme al compagno Alex Brandino per una nuova esperienza , sempre nel campo della parità di genere. Lisa lavorerà infatti all’Instituto de Formación Feminina Integral (IFFI) con lo scopo di promuovere e rafforzare una rete di organizzazioni di donne e di rappresentanti di istituzioni pubbliche e private che lavora affinché le politiche pubbliche, e in particolare le politiche fiscali, tengano maggiormente in considerazione la prospettiva di genere.

Il progetto: promozione di politiche fiscali con una prospettiva di genere
Nonostante negli ultimi anni la situazione delle donne in Bolivia abbia registrato un generale miglioramento (il Parlamento è composto per il 53% da donne, l’uguaglianza tra donne uomini è sancita dalla Costituzione dal 2009 ed esiste una Legge specifica contro la violenza di genere e i femminicidi), la questione dei diritti delle donne è un esempio concreto di quanto le leggi e i discorsi politici purtroppo molto spesso rimangano a uno stadio teorico. Nella realtà la società boliviana rimane fortemente patriarcale e machista, in cui la maggior parte delle donne vive una situazione di svantaggio e subordinazione rispetto agli uomini.

Maggiori informazioni su www.comundo.org/macconi e sulla loro pagina Facebook “BettyInBolivia”.

COMUNDO si impegna per una maggiore giustizia sociale.
COMUNDO è la maggiore organizzazione svizzera di cooperazione allo sviluppo attraverso l’interscambio di persone e conta un centinaio di cooperanti professionisti impegnati in Asia, Africa e America Latina. È il risultato dell’unione delle associazioni Inter-Agire e Bethlehem Mission Immensee (BMI). COMUNDO si focalizza sull’interscambio diretto di esperienze e competenze tra cooperanti e organizzazioni partner locali. Nei paesi in cui è presente si adopera per la protezione dei mezzi di sussistenza, la promozione della democrazia e della pace e la salvaguardia dell’ambiente. In Svizzera, attraverso le sue sedi di Bellinzona, Friborgo e Lucerna, COMUNDO rafforza la cittadinanza globale favorendo comportamenti socialmente ed ecologicamente responsabili.

Tags
donne
bolivia
genere
arcobaleno
comundo
politiche
macconi
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-18 19:16:54 | 91.208.130.86