ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
13 min
EFG International cede le attività retail in Ticino a BancaStato
Le parti hanno concordato di non rendere noti i dettagli economici dell’operazione.
SORENGO
46 min
La lotta contro il cancro passa da un ago
L'agopuntura è una terapia di supporto sempre più riconosciuta nelle cure oncologiche, ma ovviamente non le sostituisce
LUGANO 
1 ora
Ingrado di reggere l'inverno... ma anche il Covid
Per proteggere l'utenza fragile e debilitata dalle dipendenze verranno posati due prefabbricati all'ingresso del Centro
SHANGHAI
1 ora
«Covid, vi siete comportati malissimo»
Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice, bacchetta gli europei dalla Cina. Guarda il video.
CANTONE
8 ore
Presunti contagi, Locarno in testa: «Non sappiamo spiegarlo»
Luca Crivelli, Co-Responsabile del progetto Corona Immunitas Ticino: «Questa differenza sarà oggetto di studio»
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
9 ore
Schianto a Gnosca, muoiono padre e figlio di un anno
Un'automobile si è schiantata contro il muro di una chiesetta posizionata da parte alla strada cantonale.
LUGANO
11 ore
Auto contro bici a Viganello: il ciclista non ce l'ha fatta
L'uomo di 63 anni è deceduto in ospedale a causa delle gravissime ferite riportate nell'incidente di sabato pomeriggio.
CANTONE
11 ore
Permessi, si va verso l’Alta vigilanza
Il direttore del DI Norman Gobbi potrebbe essere sentito dalla Commissione della gestione già la prossima settimana
BELLINZONA
13 ore
Flavio Petraglio lascia il Rabadan
Il presidente abbandona la conduzione del carnevale di Bellinzona per motivi legati al lavoro e alla famiglia.
LUGANO
14 ore
Una festa d'autunno in versione light per il Covid-19
Per l'evento che si terrà questo weekend (tempo permettendo) verrà pedonalizzato il lungolago di Lugano.
COLDRERIO
16 ore
Merlot del Ticino agli onori
Il Ronco 2013, prodotto a Mezzana, ha vinto la Gran Medaglia d’Oro al “Mondial du Merlot et assemblages”
CANTONE
16 ore
«Voleva sopprimerla per fare la "bella vita"»
Processo in Appello, ma la richiesta di pena non cambia: carcere a vita per assassinio
LEVENTINA
17 ore
L'antenna "finanziaria" fa discutere
Dopo Wwf e Pro Natura, anche i deputati dell'Mps scendono in Campo... Tencia
SVIZZERA / ITALIA
18 ore
Accordo sui frontalieri, c'è la conferma
«La pandemia ha mostrato quanto siano preziosi i lavoratori italiani in Svizzera e in particolare nel Ticino»
CANTONE
19 ore
«In Russia troveremmo un sicario»
Nel processo bis per il delitto di Monte Carasso è in corso la requisitoria dell’accusa
CANTONE
20 ore
23 mila ticinesi sono entrati in contatto con il virus
Primi risultati dello studio Corona Immunitas sulla sieroprevalenza del virus SARS-CoV-2 nella popolazione ticinese.
CANTONE
27.07.2018 - 06:000
Aggiornamento : 10:40

Evasori in cerca di asilo, le banche alzano (più o meno) le saracinesche

Da UBS a Credit Suisse, passando per BancaStato, ecco la strategia dei diversi istituti. E l'esperto mette in guardia: «Un giorno potrebbero essere dolori per chi ha accettato soldi non dichiarati»

BELLINZONA - Messi sempre più all’angolo da un segreto bancario che traballa, gli evasori svizzeri cercano porti sicuri per i loro capitali. Ma le banche si dicono sempre più riluttanti ad accoglierli. «La gestione dei depositi non dichiarati al Fisco svizzero - conferma Paolo Bernasconi, avvocato e docente di diritto penale dell'economia - è ormai considerata rischiosa da molte banche. Finché un giorno la FINMA dirà che le banche non dovevano accettare depositi fiscalmente non dichiarati.E forse lo dirà anche il Ministero pubblico federale. Allora saranno dolori per tutti». In attesa della FINMA, l'autorità di sorveglianza dei mercati, prevale il fai da te. Notizie insider riferiscono, ad esempio, di un grosso istituto attivo anche in Ticino che avrebbe fatto uno screening della propria clientela, mettendo gentilmente alla porta le persone non in regola col fisco. Di sicuro ci sono banche che hanno stretto le loro maglie e altre che invece si limitano allo stretta osservanza della legge. Ed è presso queste ultime che molti degli “sfrattati” avrebbero chiesto, ottenendola, ospitalità.

La "linea" del Credit Suisse... - Ma quanto la “conformità fiscale”, ossia la completa dichiarazione dei soldi depositati, viene richiesta? Abbiamo girato la domanda a Credit Suisse, UBS e BancaStato. «La conformità fiscale è un presupposto per una relazione d’affari con Credit Suisse - dichiara la portavoce del CS Regione Ticino -. La banca ha inserito un relativo paragrafo nei contratti di apertura dei conti e nelle condizioni generali. La banca vuole fare affari solo con clienti che hanno completamente dichiarato i loro valori patrimoniali». Quando questo “codicillo” è stato introdotto non è dato sapere: «Già da qualche tempo» si limita a dire la portavoce.

... e quella di UBS - Anche UBS, spiegano dal servizio media, «chiede ai nuovi clienti con domicilio in Svizzera una conferma scritta che il patrimonio depositato sia in regola con la legge fiscale. Questa pratica rientra nel processo di apertura di un conto». E con i clienti vecchi? «UBS parte dal presupposto che i suoi clienti adempiano a tutti gli obblighi fiscali in vigore per il patrimonio depositato presso di noi». E comunque la banca cita le condizioni generali, secondo cui: «Il cliente è responsabile dell’osservanza delle disposizioni legali e regolamentari. Tra cui vi è anche l’obbligo di dichiarare le imposte e pagarle».

La scelta di BancaStato - Tra i due colossi elvetici una banca di matrice pubblica, come BancaStato, sembra seguire una linea meno “inquisitoria”. Sembra, poiché come spiega qui sotto il presidente dell’Associazione bancaria ticinese, Alberto Petruzzella, «le possibilità di indagine per una banca sono limitate». E comunque la Direzione generale di BancaStato afferma che «in presenza di alcuni elementi che potrebbero indicare la non conformità fiscale (per esempio società di sede o conti cifrati), la Banca ha deciso di non più aprire nuove relazioni. Queste misure sono state concordate con altre banche cantonali in attesa che dal legislatore vengano eventualmente imposti particolari obblighi di verifiche alla banche».

Alt davanti a offshore e conti cifrati - BancaStato non accetta dunque clienti i cui conti appaiono cifrati o rimandino a società di sede, ossia offshore. E comunque tali filtri basterebbero, visto che BancaStato dichiara: «Abbiamo verificato le nostre banche dati dalle quali non risulta un aumento del flusso di clientela da altre banche». E le altre banche cantonali che linea adottano? Su tutte spicca la Basler Kantonalbank, che sul proprio sito avverte: «Vogliamo gestire solo capitali tassati. Indipendentemente dal fatto che i clienti provengano dalla Svizzera o dall’estero».

 

Petruzzella: «Le banche hanno una limitata possibilità d’indagine»

«Ogni banca è tenuta a rispettare le leggi, ma poi ciascuna ha la propria politica ed è normale che non ci siano delle soluzioni operative identiche» spiega Alberto Petruzzella. Secondo il presidente dell’Associazione bancaria ticinese: «Il tema è relativamente delicato, perché le banche non possiedono gli strumenti per andare fino in fondo in questo genere di controlli. E non sarebbe nemmeno il loro compito. Quello che le banche non devono fare è dare un aiuto attivo all’evasione fiscale». Petruzzella, che è stato responsabile della Regione Ticino di Credit Suisse ricorda che «la responsabilità fiscale è sempre e comunque del cliente. Dopodiché le possibilità di indagine per una banca restano limitate. Se ci sono situazioni palesi che qualcosa non va la banca di solito interviene, altrimenti i numeri hanno la meglio. Andare a chiedere a migliaia di clienti comporterebbe un grosso lavoro amministrativo. Un impegno, oltretutto, che rischierebbe di essere molto formale e poco sostanziale. La firma su un formulario non garantisce che il cliente abbia dichiarato la verità».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Mah...
GI 2 anni fa su tio
le maledette cassette di sicurezza.....che non rilasciano estratto conto...o ricevute di qualsiasi tipo....per "versamenti o prelievi"....
pulp 2 anni fa su tio
@GI Le cassette di sicurezza sono comunque tracciate (hanno un conto di appoggio dove si addebita la tassa e gli accessi alla cassetta sono regolarmente registrati). Inoltre visto che il contante è sempre più "sospetto" se ci fossero dei cambi di moneta (tipicamente nuove banconote) il rischio è che la banca non li cambi più... (perlomeno di fronte a cifre importanti). Oggi esiste la possibilità di fare delle autodenunce e fino a CHF 200'000 è considerato un caso "bagatella". Non ci sono multe, non ci sono ricadute penali e grossomodo una regolarizzazione non costa più del 5 - 6% del capitale, se questo non è stato alimentato in modo importante negli ultimi 10 anni. I rischi? Semplice - se le banche diventeranno ancora più rigide (e non ci vuole una votazione popolare per questo) i clienti potranno trovarsi costretti a cambiare istituto.... finchè ne trovano uno disponibile. Ma se poi cambiano le regole del gioco, rischiano di trovarsi i conti bloccati e magari le regole per l'autodenuncia completamente stravolte (con multe....) o addirittura che l'autodenuncia non esista più e si va in procedura ordinaria. Da ultimo, potrebbe anche essere ridiscussa la norma prevista dall'art. 305 bis cpv 1 bis, che dall'1.1.2016 ha elevato l'evasione fiscale (qualificata) a reato PENALE. Pensateci... ma la cosa migliore allo stato attuale delle cose non è scappare, ma mettersi in regola e affidarsi ad uno specialista per farlo.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@pulp " la cosa migliore è mettersi in regola con uno specialista" concordo al 100% con Pulp... L'alternativa fai da te potrebbe essere di aprire un conto in una IFE ( Entità Finanziarie Internazionali ) a Puerto Rico... Niente scambio dati... e alcune aprono addirittura on line... pare che alcune di queste entità finanziarie siano state aperte da prestigiose banche per i loro clienti... :-)))))
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 07:46:44 | 91.208.130.85