Fotolia
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
35 min
Clean-up-day a Faido con la madrina Christa Rigozzi
Non sono mancate le polemiche: il movimento eXtinction Rebellion Ticino ha manifestato contro l'organizzatore McDonald's
MANNO
2 ore
Inaugurata la nuova ala del Centro Diurno Terapeutico
Maggior sostegno sarà dato anche ai famigliari degli ospiti, grazie ad una maggiore flessibilità oraria
FOTO
CANTONE
2 ore
Consegnati i diplomi del Centro Studi Villa Negroni
Nel 2020 l’attività del CSVN ha incluso 21 certificazioni, 135 corsi e 63 convegni.
LUGANO
5 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
5 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
5 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
6 ore
Posteggi occupati per un uso più sostenibile
Il Park(ing) Day è stato organizzato dall'ATA e dai giovani dello sciopero per il clima
LUGANO
16 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
MAGADINO
19 ore
Cinque nuovi allievi piloti
A Magadino si sono svolte le selezioni finali. Tra 14 finalisti è stato scelto anche un ticinese
FOTO
LUGANO
21 ore
Incidente in via Brentani a Lugano
Scontro tra due auto. Una è finita contro un palo della luce
CANTONE
22 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
BELLINZONA
22 ore
Un altro passo verso il nuovo ospedale
In pubblicazione a Bellinzona la variante di PR “Infocentro-Saleggi”
CANTONE
16.07.2018 - 07:150

«Il nido non avrà posto per il mio bimbo»

Lo sfogo di una madre. Attualmente gran parte della domanda è soddisfatta, ma la situazione migliorerà ulteriormente entro due-tre anni

BELLINZONA - «Mio figlio aveva l’asilo nido prenotato e la tassa d’iscrizione pagata già dallo scorso gennaio. Ora mi dicono che a inizio settembre non lo potranno prendere». È lo sfogo di una mamma, che con un breve preavviso si è trovata costretta a cercare d’urgenza un’altra struttura con un posto disponibile per un bimbo di pochi mesi. «E non è facile, non mancano le liste d’attesa». In effetti quest'ultimo è un problema che, ci confermano dal Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), riguarda soprattutto le strutture che offrono rette in base al reddito e che quindi sono accessibili a una fascia d’utenti più ampia.

L'ideale? Altri duecento posti - L’offerta attuale permette comunque di soddisfare gran parte della domanda. In Ticino sono attivi 57 asili nido autorizzati, per un numero complessivo di 1’751 posti al 100% (il numero di bambini è più alto, visto che molti sono iscritti per alcune giornate alla settimana). «Ai posti al nido vanno aggiunti quelli in famiglia diurna o le soluzioni combinate, per esempio con il supporto dei parenti ci dice Marco Galli, capo dell’Ufficio cantonale del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani, che in ogni caso aggiunge: «Se ci basiamo su degli indicatori internazionali, l’ideale sarebbe di disporre di altri 150-200 posti».

Dodici nuove iniziative - Entro due-tre anni la domanda potrebbe però essere pienamente soddisfatta, ci spiega ancora Galli: «Attualmente al nostro ufficio sono state annunciate dodici nuove iniziative, di cui sei dovrebbero poter vedere la luce nei prossimi dodici mesi». E si parla anche della riforma fiscale e sociale, grazie alla quale vi saranno più risorse a disposizione, «che consentiranno a brevissimo l’aumento dei posti, un ulteriore miglioramento della qualità offerta, l’innalzamento delle condizioni salariali, il coinvolgimento delle imprese con appositi incentivi, nonché una diminuzione delle rette a carico delle famiglie».

Muoversi già durante la gravidanza - Per assicurarsi l’iscrizione in un asilo nido, la raccomandazione è comunque di «muoversi prima ancora della nascita, valutando le possibili soluzioni interne alla famiglia o i servizi esistenti» conclude Galli.

Una nuova sede a causa della disdetta

Lo sfogo della mamma riguarda il nido Peter Pan di Savosa, che effettivamente dal prossimo settembre potrebbe temporaneamente avere dei problemi di disponibilità: per uno dei due appartamenti che ora occupa in via Sole 8 è infatti giunta la disdetta da parte della proprietà. Per il nido, che conta una trentina di iscritti, di fatto rappresenterà una riduzione degli spazi e quindi dei posti disponibili.

L'Associazione aislo nido Peter Pan è però attualmente impegnata nella creazione di una sede più moderna e ampia, come ci dicono dal Dipartimento della sanità e della socialità. «Sono in atto dei cambiamenti» ci spiegano, sottolineando comunque che non è ancora possibile prevedere le tempistiche: «La ricollocazione dell’asilo nido ci è stata annunciata, ma per poter decidere se la nuova sede sia idonea è necessario entrare nel merito del dossier».

Si dice ottimista Renato Tami, presidente dell’associazione: «Il luogo per la nuova sede c’è, stiamo lavorando alacremente per soddisfare i requisiti per l'approvazione». E aggiunge: «In ogni caso lo spazio di Savosa, seppur ridotto, sarà mantenuto». La realizzazione della nuova sede sarà quindi un ampliamento, che permetterà al nido di crescere.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 anni fa su tio
Per me dovrebbero dare un stipendio a chi decide di fare la casalinga e mamma. È il lavoro più duro che ci possa essere se lo si fa bene !!
Equalizer 3 anni fa su tio
Che tristezza, sì trovo si una grande tristezza che a pochi mesi dalla nascita di un figlio/a la preoccupazione più grande sia dove lo lascio che devo/voglio andare a lavorare.
gabola 3 anni fa su tio
@Equalizer Considerando quel che costano,lavori per mantenere l'asilo e ti ritrovi i figli grandi con dei principii non tuoi!!! Godeteveli fin che son piccoli
ToMaTe_81 3 anni fa su tio
I titoli catastrofistici acchiappaclic non passeranno mai di moda su tio? Non possono prendere il bambino perchè a loro volta la struttura ha avuto la disdetta dal proprietario dei locali; ecco messa giù così nessuno se lo sarebbe filato più di quel tanto l'articolo. Puntare sugli approfondimenti non sul "titolone".
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 15:55:22 | 91.208.130.85