CANTONE
12.06.2018 - 15:150
Aggiornamento : 16:35

"Tieni conto dei conti": al via la campagna di sensibilizzazione

Il piano cantonale "Il franco in tasca" intende incoraggiare le persone a riflettere sulla gestione del budget e sul rischio d'indebitamento, così come a chiedere aiuto

BELLINZONA - "So quanto spendo ogni mese? Ho bisogno di aiuto nel gestire le mie finanze?". È stata presentata questo pomeriggio da Paolo Beltraminelli e Roberto Sandrinelli la campagna di sensibilizzazione del piano cantonale di prevenzione contro l’indebitamento eccessivo “Il Franco in Tasca”. Gli obiettivi sono molteplici: incoraggiare le persone a porsi delle domande, riflettere sul fatto che nessuno è indenne dal rischio di indebitamento, migliorare la capacità di gestione del budget, sfatare il tabù legato ai soldi e fare conoscere gli enti di aiuto attivi sul territorio.

Oltre il tabù - Il denaro è considerato un tabù nella nostra società: se i soldi ci sono si tende a mostrarli, quando non sono sufficienti si è portati a evitare il problema o a «cercare scorciatoie» in finanziamenti spesso pericolosi. Spendere è sempre più facile, con molte occasioni di acquisto e di pagamento (acquisti online, carte di credito e debito, pagamenti SMS). Pagare, però, non sempre è altrettanto facile e può capitare di trovarsi realmente in difficoltà.

Prevenzione e aiuto - "Il Franco in Tasca", il piano cantonale pilota di prevenzione all’indebitamento eccessivo, vuole sensibilizzare la popolazione illustrando storie di vita comuni che possono aiutare molti.

Sono due i messaggi principali veicolati, illustrati da Chiara Bramani, di Consultati SA: «"Pensi/Spendi", che insiste su aspetti preventivi ed educativi (Tengo i conti? Come faccio a non andare in rosso? Ho bisogno di aiuto per gestire le mie finanze?) e "Debito/Aiuto", che invita chi è in una situazione d’indebitamento eccessivo a chiedere aiuto».

I canali - Oltre al rinnovato sito www.ilfrancointasca.ch, la sensibilizzazione verrà veicolata attraverso spot alla radio, banner sui siti d'informazione ticinesi, campagne sui social network,  affissione sui mezzi pubblici, nonché volantini indirizzati a fasce specifiche della popolazione.

Il piano di prevenzione "Il Franco in Tasca" - che mette in rete oltre 20 partner sul territorio e quasi trenta misure di azione in prevenzione, formazione e intervento - è coordinato da un Gruppo strategico interdipartimentale composto da rappresentanti del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS), Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS), Dipartimento delle istituzioni (DI) e Dipartimento delle finanze e dell'economia (DFE).

Guarda le 4 immagini
Commenti
 
Laura Bernasconi 10 mesi fa su fb
Cominciate a tagliare su premi casse malati, vedete quanti soldoni restano in tasca !!!!
Lonely Cat 10 mesi fa su tio
Lasciate perdere, è una causa persa. La gente sa fare benissimo i conti in tasca propria. Proprio perché sa fare bene i conti sa che indebitarsi in Svizzera conviene, quindi lo fa. Piuttosto date un buon esempio di risparmio non facendo nessuna campagna.
Bandito976 10 mesi fa su tio
Piú che altro prima di lanciare questa campagne si deve risolvere il problema del lavoro, del dumping, e dell'effetto sostituzione.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-04-21 04:53:08 | 91.208.130.87