LUGANO
24.05.2018 - 15:500

Primo premio al progetto "Aria" per la scuola di Viganello

Giuria unanime per lo svizzero Epure, Architecture et Urbanisme (capofila) con Enrico Garbin congiuntamente a Passera & Associati SA, Tecnoprogetti SA e Officina del Paesaggio

LUGANO - Il Municipio ha ratificato la decisione della giuria che ha visto l’assegnazione del 1° premio per la progettazione del nuovo centro scolastico di Viganello allo studio di architettura vodese Epure, Architecture et Urbanisme (capofila) con Enrico Garbin congiuntamente al gruppo interdisciplinare di specialisti composto dagli studi luganesi Passera & Associati SA, Tecnoprogetti SA e Officina del Paesaggio. 

L’Esecutivo è soddisfatto dell’esito del concorso e delle proposte presentate per la futura scuola elementare di Viganello che sarà composta da cinque sezioni; sono inoltre previste due sezioni di scuola dell’infanzia, una di nido dell’infanzia, una palestra e spazi amministrativi.

Il concorso, pubblicato il 28 luglio scorso, ha suscitato l’interesse di 92 studi di architettura provenienti da Svizzera, Italia, Francia, Germania e Spagna. La gara con procedura libera prevedeva due fasi: nella prima, i concorrenti hanno elaborato un concetto urbanistico-architettonico. I progetti di prima fase consegnati entro il termine previsto sono stati 61. La giuria, riunitasi a metà gennaio, ha valutato le singole proposte, selezionando 10 progetti.

I concorrenti ammessi alla seconda fase hanno sviluppato la loro idea, elaborando un progetto interdisciplinare in collaborazione con gli specialisti. La giuria, riunitasi il 16 e 17 maggio scorsi, ha deciso all’unanimità di assegnare il primo premio al progetto con motto ARIA dello studio di architettura svizzero Epure, Architecture et Urbanisme (capofila) con Enrico Garbin, con sede a Moudon, congiuntamente al gruppo interdisciplinare di specialisti composto dagli studi luganesi Passera & Associati SA (per l’ingegneria civile), Tecnoprogetti SA (per gli aspetti di impiantistica, polizia del fuoco e fisica della costruzione) e Officina del Paesaggio (per l’architettura del paesaggio).

Il progetto vincitore ha convinto per «la soluzione urbanistica chiara e misurata, con un unico edificio con contenuti ben organizzati, posto lungo via Sara Frontini. L’ampio spazio pubblico è intelligentemente strutturato in modo da creare luoghi differenziati a beneficio degli allievi, garantendo però nel contempo l’uso anche da parte della popolazione al di fuori degli orari scolastici».

Dal 1. al 13 giugno, a Villa Ciani, si terrà un’esposizione pubblica di tutti i progetti presentati, con inaugurazione prevista lunedì 28 maggio alle ore 16, alla presenza della presidente di giuria e municipale Cristina Zanini Barzaghi.

L’esposizione è aperta al pubblico nei giorni feriali, dalle ore 17 alle ore 19, e eccezionalmente sabato 9 giugno, dalle ore 9 alle ore 13.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-03-21 17:55:57 | 91.208.130.87