tipress
LUGANO
17.05.2018 - 12:340

Enrico Morresi: «Non era difficile prevedere la morte del GdP»

Firma storica del giornalismo ticinese, Morresi si esprime sulla chiusura del quotidiano. «Un terzo quotidiano in Ticino non avrebbe potuto sopravvivere»

LUGANO - Enrico Morresi è una firma storica del giornalismo ticinese. Per tanti anni ha scritto su quotidiani e settimanali. È tuttora membro della Fondazione del Consiglio svizzero della stampa. «Naturalmente, il fatto dispiace. Nel mondo dei media, sempre meglio una voce in più che una voce in meno», ci dice Morresi raggiunto al telefono. 

Una chiusura quella del GdP che non coglie di sorpresa. «Non era difficile prevedere che un terzo quotidiano in Ticino non avrebbe potuto sopravvivere - aggiunge Morresi - c'è stata la crisi della pubblicità, naturalmente: ma c'è stato anche un calo di lettori, cioè una disaffezione: l'ultima cifra della tiratura del "Giornale del popolo" gli riconosceva meno di diecimila copie: un numero inferiore a quelle che stampava nel 1950! Per ora non so dire di più. Mi mancano le informazioni per sapere se almeno l'ipotesi di un settimanale sia stata o meno considerata».

Commenti
 
GI 1 sett fa su tio
non è certo "un fulmine a ciel sereno"...un pochino peccato per la pluralità di stampa (=idee) sempre meno presente....
Tags
morresi
difficile prevedere
enrico morresi
quotidiano
enrico
gdp
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-05-25 20:40:18 | 91.208.130.87