tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
4 ore
Ciclista investito a Bellinzona in pericolo di vita
Lo riferisce la polizia cantonale. Si tratta di un 20enne svizzero del Bellinzonese.
BELLINZONA
6 ore
Giovane ciclista investito sulle strisce
L'incidente è avvenuto in Via Tatti a Bellinzona. Ferite serie per il ragazzo in sella alla bicicletta.
AGNO
7 ore
Si rovescia bidone contenente una sostanza pericolosa: intervengono i pompieri
L'incidente è avvenuto in un'azienda di Agno. Evitato l'inquinamento della falda. Non si registrano feriti.
BELLINZONA
7 ore
Lo sfidante sarà il vice
Simone Gianini occuperà la seconda poltrona del Muncipio di Bellinzona
CENTOVALLI
9 ore
Fiamme nella valle di Remo
Pompieri in azione oggi pomeriggio nei boschi delle Centovalli
LUGANO
9 ore
All'Usi 91 diplomati in comunicazione... a distanza
La tradizionale cerimonia si è tenuta questo pomeriggio (in diretta streaming) nell'Aula Magna del Campus ovest.
CANTONE
10 ore
I piccoli si scontrano con le spese di spedizione
L'e-commerce va forte in tempo di pandemia? Tra i big di certo. Ma c'è una fetta di negozianti che soffre ugualmente.
CANTONE
12 ore
Ancora pochi giorni per iscriversi a quattro scuole professionali
Le iscrizioni alle SAM di Bellinzona e Trevano e alle SSPSS di Giubiasco e Canobbio scadono tra il 26 e il 28 maggio.
CANTONE
13 ore
Cocaina, fermato un altro spacciatore
Ennesimo colpo assestato al traffico di droga dopo gli arresti delle scorse settimane.
CANTONE
14 ore
La TV che "usa" le donne
Televisione italiana sotto accusa da parte della NZZ. Ne parliamo con Luca Tiraboschi, ex direttore di Italia 1.
BLENIO
16 ore
La Greina Trail non cede al Covid-19
La pandemia non ha scoraggiato gli organizzatori della quarta edizione programmata il 21 e il 22 agosto a Campo Blenio.
CANTONE
17 ore
I City Angels arrivano anche a Mendrisio
Per l'espansione dell'attività è iniziata la selezione di nuovi volontari
CANTONE
17 ore
Covid: in Ticino 9 casi e un decesso
Stabilità sul fronte ospedali, che ospitano, con una nuova ammissione, 29 pazienti affetti dal virus.
CANTONE
17.05.2018 - 21:500

Pentecoste è sinonimo di code al Gottardo

In arrivo tre giorni da bollino rosso sull'asse nord-sud del Paese

LUGANO - Ci siamo appena lasciati alle spalle la Pasqua e l'Ascensione con i consueti disagi alla circolazione e già ci attende un'altra festività: la Pentecoste.  Si preannuncia quindi un altro fine settimana ad alta intensità di traffico con transiti molto elevati soprattutto sull'asse nord-sud del paese.

Traffico già sostenuto da venerdì - Il ponte di Pentecoste metterà ancora una volta a dura prova la pazienza dei viaggiatori, soprattutto per gli automobilisti diretti verso sud. Molti turisti - secondo le stime di ViaSuisse - si metteranno in viaggio già venerdì mattina e i primi disagi al portale nord della galleria del San Gottardo si faranno sentire verso le 10.00 per poi aumentare man mano nel pomeriggio. Il culmine sarà raggiunto tra le 19.00 e le 20.00 quando le code a Göschenen dovrebbero toccare i 5-6 km di lunghezza. Stando alle previsioni di Viasuisse, le colonne si dissolveranno solo dopo la mezzanotte. 

Sabato da bollino rosso - Chi si metterà in viaggio sabato dovrà mantenere i nervi ben saldi in prossimità della galleria del San Gottardo, dove i veicoli inizieranno ad incolonnarsi fin dalle prime ore dell'alba. Le colonne potrebbero raggiungere i 10 km già alle 6.00 di mattina con attese di oltre un'ora e mezza. Tra le 7.00 e le 10.00 i tempi d'attesa potrebbero aumentare ulteriormente e gli automobilisti potrebbero rimanere bloccati per circa 15 km e dover aspettare 3 ore e mezza prima di immettersi nella galleria. Non a caso, la giornata di sabato è considerata da "bollino rosso". Le code andranno a diminuire nel corso del pomeriggio e la galleria dovrebbe essere percorribile senza intoppi a partire dalle 18.00. 

Lunedì di Pentecoste: i primi rientri - I primi rientri sono previsti già il lunedì di Pentecoste. Le code al portale sud della galleria del San Gottardo dovrebbero toccare il massimo della loro lunghezza tra le 13.00 e le 20.00. Le colonne potrebbero infatti facilmente arrivare a 7 km. A partire poi dalla mezzanotte, il traffico in galleria dovrebbe riprendere a scorrere normalmente. Martedì la circolazione sull’asse nord-sud dovrebbe essere meno intensa, anche se delle code potrebbero formarsi a partire da mezzogiorno. Le colonne potrebbero raggiungere i 5 km e durare fin verso le 17.00. Durante il resto della settimana delle code potrebbero formarsi quotidianamente tra mezzogiorno e le 20.00.

Il percorso alternativo più adatto - La galleria del San Gottardo non è l'unica strada che porta verso le regioni del sud. Quando davanti alla galleria del San Gottardo le code raggiungono i 6 km e i tempi d'attesa superano l'ora, forse conviene optare per un percorso alternativo. Ad esempio, gli automobilisti provenienti dalla zona di Zurigo, dalla Svizzera orientale o dalla regione di Basilea possono transitare dalla A13 del San Bernardino. Ma anche questa autostrada può nascondere delle insidie: in caso di traffico intenso potrebbero formarsi delle code tra Coira e Rothenbrunnen in direzione sud con attese di oltre un’ora e, in caso d’incidente, è possibile che l’autostrada venga chiusa al traffico. Durante i rientri, le code più lunghe potrebbero formarsi sul tratto tra Bellinzona e la galleria del San Bernardino così come nella zona di Rothenbrunnen. I viaggiatori provenienti dall’Altopiano e diretti verso sud possono utilizzare il servizio dei treni navetta del Lötschberg e poi quello del Sempione e infine transitare dall’omonimo passo. Gli automobilisti che partono dalla Svizzera romanda potranno invece optare la galleria del Gran San Bernardo anche se, contrariamente alla galleria del Gottardo, questa è a pagamento. 

Come evitare le code? - Per le partenze, si consiglia di mettersi in viaggio venerdì mattina: fino alle 11.00 le code davanti al portale nord della galleria del San Gottardo non dovrebbero superare i 3 km. Un buon consiglio è anche quello di viaggiare durante la notte tra venerdì e sabato o di partire all’alba di sabato. Fino alle 5.00 di mattina non si prevedono più di 4 km di coda a Göschenen. Per i rientri, sono assolutamente da evitare il lunedì o il martedì pomeriggio. Lunedì sera o nella notte tra lunedì e martedì sono invece considerati gli orari migliori per attraversare le Alpi in direzione nord. Ma è anche possibile viaggiare in tutta tranquillità senza doversi imbattere in inutili code, utilizzando ad esempio il treno. Come ogni anno, le FFS mettono infatti a disposizione treni e vagoni supplementari. Per maggiori dettagli, basta consultare il sito: 

Viaggiare informati - Con l’app gratuita del TCS (disponibile sugli Android e Apple) gli automobilisti sono sempre informati prima e durante il viaggio. Le informazioni sono direttamente trasmesse dalla centrale di Viasuisse a Bienne.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-18 03:45:39 | 91.208.130.87