tipress
CANTONE
17.05.2018 - 21:500

Pentecoste è sinonimo di code al Gottardo

In arrivo tre giorni da bollino rosso sull'asse nord-sud del Paese

LUGANO - Ci siamo appena lasciati alle spalle la Pasqua e l'Ascensione con i consueti disagi alla circolazione e già ci attende un'altra festività: la Pentecoste.  Si preannuncia quindi un altro fine settimana ad alta intensità di traffico con transiti molto elevati soprattutto sull'asse nord-sud del paese.

Traffico già sostenuto da venerdì - Il ponte di Pentecoste metterà ancora una volta a dura prova la pazienza dei viaggiatori, soprattutto per gli automobilisti diretti verso sud. Molti turisti - secondo le stime di ViaSuisse - si metteranno in viaggio già venerdì mattina e i primi disagi al portale nord della galleria del San Gottardo si faranno sentire verso le 10.00 per poi aumentare man mano nel pomeriggio. Il culmine sarà raggiunto tra le 19.00 e le 20.00 quando le code a Göschenen dovrebbero toccare i 5-6 km di lunghezza. Stando alle previsioni di Viasuisse, le colonne si dissolveranno solo dopo la mezzanotte. 

Sabato da bollino rosso - Chi si metterà in viaggio sabato dovrà mantenere i nervi ben saldi in prossimità della galleria del San Gottardo, dove i veicoli inizieranno ad incolonnarsi fin dalle prime ore dell'alba. Le colonne potrebbero raggiungere i 10 km già alle 6.00 di mattina con attese di oltre un'ora e mezza. Tra le 7.00 e le 10.00 i tempi d'attesa potrebbero aumentare ulteriormente e gli automobilisti potrebbero rimanere bloccati per circa 15 km e dover aspettare 3 ore e mezza prima di immettersi nella galleria. Non a caso, la giornata di sabato è considerata da "bollino rosso". Le code andranno a diminuire nel corso del pomeriggio e la galleria dovrebbe essere percorribile senza intoppi a partire dalle 18.00. 

Lunedì di Pentecoste: i primi rientri - I primi rientri sono previsti già il lunedì di Pentecoste. Le code al portale sud della galleria del San Gottardo dovrebbero toccare il massimo della loro lunghezza tra le 13.00 e le 20.00. Le colonne potrebbero infatti facilmente arrivare a 7 km. A partire poi dalla mezzanotte, il traffico in galleria dovrebbe riprendere a scorrere normalmente. Martedì la circolazione sull’asse nord-sud dovrebbe essere meno intensa, anche se delle code potrebbero formarsi a partire da mezzogiorno. Le colonne potrebbero raggiungere i 5 km e durare fin verso le 17.00. Durante il resto della settimana delle code potrebbero formarsi quotidianamente tra mezzogiorno e le 20.00.

Il percorso alternativo più adatto - La galleria del San Gottardo non è l'unica strada che porta verso le regioni del sud. Quando davanti alla galleria del San Gottardo le code raggiungono i 6 km e i tempi d'attesa superano l'ora, forse conviene optare per un percorso alternativo. Ad esempio, gli automobilisti provenienti dalla zona di Zurigo, dalla Svizzera orientale o dalla regione di Basilea possono transitare dalla A13 del San Bernardino. Ma anche questa autostrada può nascondere delle insidie: in caso di traffico intenso potrebbero formarsi delle code tra Coira e Rothenbrunnen in direzione sud con attese di oltre un’ora e, in caso d’incidente, è possibile che l’autostrada venga chiusa al traffico. Durante i rientri, le code più lunghe potrebbero formarsi sul tratto tra Bellinzona e la galleria del San Bernardino così come nella zona di Rothenbrunnen. I viaggiatori provenienti dall’Altopiano e diretti verso sud possono utilizzare il servizio dei treni navetta del Lötschberg e poi quello del Sempione e infine transitare dall’omonimo passo. Gli automobilisti che partono dalla Svizzera romanda potranno invece optare la galleria del Gran San Bernardo anche se, contrariamente alla galleria del Gottardo, questa è a pagamento. 

Come evitare le code? - Per le partenze, si consiglia di mettersi in viaggio venerdì mattina: fino alle 11.00 le code davanti al portale nord della galleria del San Gottardo non dovrebbero superare i 3 km. Un buon consiglio è anche quello di viaggiare durante la notte tra venerdì e sabato o di partire all’alba di sabato. Fino alle 5.00 di mattina non si prevedono più di 4 km di coda a Göschenen. Per i rientri, sono assolutamente da evitare il lunedì o il martedì pomeriggio. Lunedì sera o nella notte tra lunedì e martedì sono invece considerati gli orari migliori per attraversare le Alpi in direzione nord. Ma è anche possibile viaggiare in tutta tranquillità senza doversi imbattere in inutili code, utilizzando ad esempio il treno. Come ogni anno, le FFS mettono infatti a disposizione treni e vagoni supplementari. Per maggiori dettagli, basta consultare il sito: 

Viaggiare informati - Con l’app gratuita del TCS (disponibile sugli Android e Apple) gli automobilisti sono sempre informati prima e durante il viaggio. Le informazioni sono direttamente trasmesse dalla centrale di Viasuisse a Bienne.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 11:19:28 | 91.208.130.85