Tipress
LOCARNO
17.05.2018 - 11:480

Oltre 800 “voci” per il futuro Parco Nazionale

Tante sono le adesioni raccolte dal gruppo “Abitanti per il Parco” in poco più di un mese

LOCARNO - Nell’arco di poco più di un mese il gruppo “Abitanti per il Parco” ha raccolto oltre 800 adesioni da parte di cittadini uniti dalla volontà di essere ottimisti ed avere «il coraggio di provare per 10 anni» la via del Parco Nazionale del Locarnese «passati i quali si potranno apportare eventuali miglioramenti e si tornerà a votare per decidere se continuare oppure no».

«Le poche limitazioni delle libertà individuali nelle zone centrali sono largamente compensate dal bene che la collettività può trarre dal Parco», sottolinea inoltre l’associazione invitando «ad avere fiducia nelle istituzioni e nelle autorità comunali».

Commenti
 
bobà 6 mesi fa su tio
Esatto Pulp! Non vuole dare seguito alla mia richiesta, perchè non vuole accettare l'evidenza.
Salbra 7 mesi fa su tio
Va bene tutto ..il Parco la protezione dell'ambiente ecc.ecc. , ma personalmente sono sempre stato contrario e lo sono tuttora quando si vuole limitare qualsiasi genere di libertà ad ognuno ! Sia dal ciclista che vuole farsi escursioni in montagna che il semplice "camminatore" che se ne va`tranquillamente a spasso con il proprio cane ! Non intervengo sul'eventualità degli espropri sui rustici (in quanto non ben informato).... però se fosse vero, come dicono che non verranno mai espropriati perché non tolgono semplicemente l'articolo di legge !!! Quindi se non lo vogliono fare ci sarà un motivo ?
bobà 7 mesi fa su tio
@Salbra Concordo pienamente
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@Salbra Libero di voler rinunciare a un piano di rilancio che porta 52 milioni nella regione per non dover legare il cane (tra l'altro già obbligatorio da diverso tempo), per poter uscire dai sentieri per passeggiare tra i dirupi, o per poter sbiciclettare sulle creste, dove magari rotolando a valle avrebbe anche la s-fortuna di imbattersi in un fungo o mirtillo vietato alla raccolta. Se va a guardare nel dettaglio dove sono le zone centrali, unica zona con limitazioni, vedrà che sarà molto più tranquillo.
Pedar 7 mesi fa su tio
@Salbra Ammiro il tuo senso civico Salbra... "sono sempre stato contrario e lo sono tuttora quando si vuole limitare qualsiasi genere di libertà ad ognuno" una frase veramente da incorniciare, perché vuol dire che sei a favore di premere il gas sull'autostrada fino a 300 all'ora, di fumare anche nelle aule scolastiche, di lasciar la cacca dei cani sui marciapiedi, di picchiare tua moglie, di cacciare di frodo, di pescare i pesci sotto misura, e chi più ne ha più ne metta..... Caro mio Salbra e Bobà che concorda pienamente con te, ma non vi è veramente mai capitato di riflettere prima di aprir bocca e di immaginarvi come sarebbe la nostra società senza regole, una società in cui tutti sono perfettamente liberi di fare quel che vogliono?... scommetto che sareste i primi a lamentarvi! La libertà di ogni individuo finisce dove comincia l'interesse collettivo!
Tato50 7 mesi fa su tio
@Salbra Se usano la "democrazia" come faranno in quel di Losone !!! Fanno votare la popolazione per il ritorno degli asilanti in caserma ma, indipendentemente dall'esito, sarà il Consiglio Comunale a decidere ;-((( Dicono che è una votazione "esplorativa", ma se hanno già votato e approvato in linea di massima, cosa buttano via carta per per nulla, tanto il dado è tratto !! Se useranno lo stesso metro per il Parco, semm a posct ;-))
bobà 7 mesi fa su tio
@Pedar La regola del parco 5.2.1 dice che è proibito portare cani con e senza guinzaglio ed é una regola assurda dato che cio non mette in pericolo nessuno, contrariamente alla velocità di un auto.
Mattiatr 7 mesi fa su tio
@Pedar Caro Pedar, non mi sembra che il tuo commento si molto centrato con l'argomento e con quello che voleva dire Salbra. Ma essendo comunque giusto voglio contribuire pure io al discorso. La Svizzera è una nazione in cui puoi fare quello che vuoi, non mi pare che ci sia una guardia che ti segue e ti limita le azioni. Quindi se vuoi picchiare, sporcare e cacciare puoi farlo dove e quando vuoi. Nessuno ti bloccherà a meno che sia una cosa estrema e ti fai beccare. Poi se vieni visto e ti fanno pagare le conseguenze. Infatti come ben saprai di disgraziati ce ne sono comunque, se provi a piazzarti la sera e la mattina all'imbocco di una qualsiasi valle non vedrai molte auto a 50 Km/h. Però il sintomo di civilizzazione maggiore è a parer mio la maturità di auto imporsi dei limiti, perché in fondo le leggi sono questo, siamo noi che le scegliamo e siamo noi che le proteggiamo. Non è grazie alla polizia se le leggi vengono rispettate ma grazie a noi. Ovviamente però devono essere leggi giuste e utili, una multa di 300 franchi perché sono uscito da un sentiero è fuori di testa. Sopra tutto in una zona già ''colonizzata'' come quella del locarnese. Impedire a elicotteri, biciclette, ricercatori di funghi e tutti quelli che la montagna la conoscono e la vivono si vedranno solo aumentare delle limitazioni futili. Perché non si dovrebbe poter uscire da un sentiero, vale veramente la pena? Tutto questo lo si vuol creare per proteggere una natura che allo stato attuale non necessita di nulla. E la cosa peggiore è che la maggior parte che voteranno questo progetto non conoscono nemmeno il nome del boschetto dietro casa, non conoscono il nome dell'alpe che non riceverà più l'aiuto di un elicottero per il lavoro, non conosce cosa ha bisogno la natura e cosa vive nelle foreste ticinesi. L'unica cosa che vedono è il miraggio dei milioni che arriveranno. Ma sono soldi che non si sa dove finiranno, in quali comuni? Spesi in che? A quali ditte verranno assegnati i lavori? Chi dice che gli uffici dovranno essere in valle, non sono forse più comodi a Locarno? Il PNL è solo l'insieme di belle idee che mascherano delle limitazioni. Io potessi votare sul tema vorrei avere qualche garanzia, vedo molta precisione negli articoli di legge e poca precisione nei progetti. Se io ti dico che ti faccio su casa ma non potrai usare metà delle stanze tu che rispondi? E se poi la casa è in compensato, senza coibentazioni ecc.?
Tato50 7 mesi fa su tio
@Mattiatr I milioni servono per allargare i sentieri ;-))) Ma se io ho un bisogno impellente nel regolamento c'è scritto che posso uscire dal sentiero o la faccio in mezzo così almeno il tedesco che arriva dopo...............;-)
Salbra 7 mesi fa su tio
@SuperGigio Buongiorno SuperGigio non è per non poter andare a spasso con il cane al guinzaglio ( perché il cane non lo puoi proprio portare, ne al guinzaglio né senza guinzaglio.) , ma quello che mi irrita è la limitazione della propria libertà ..e questo che mi disturba ! E poi i 52 mio. ,in parte già stanziati per lavori terzi, andranno solo nelle tasche di chi di dovere (come al solito)..mentre il popolino..oltre a non ricevere niente..verrà anche sommerso da divieti e leggi ! Mi sembra che ultimamente ne abbiamo già troppe ..di leggi..
Mattiatr 7 mesi fa su tio
@Salbra MUSICA!!!! Ovviamente i 52 mio faranno comodo a qualcuno, tutti che parlano delle lobby di cacciatori che sono contrari al parco per fini personali, ma le varie aziende? Dovranno essere specializzate in un qualche campo? Gli appalti come funzioneranno? Saranno liberi o su invito? Ci sono troppe variabili che non sono precisate, inoltre se il parco non esiste ancora da dove arrivano i soldi degli interventi già svolti? Non mi piacciono queste imprecisioni.
Tato50 7 mesi fa su tio
@bobà Idem ;-)) Se poi uno è pro e usa l'insulto per far valere le sue ragioni, vuol dire che non ha argomenti per un dibattito civile. Se sono questi i rappresentanti del "lo vogliamo" allora siamo messi male ;-((
Pedar 7 mesi fa su tio
Caro Bobà, proprio non puoi fare a meno di sparar cazzate. Quelle che tu chiami "gravi limitazioni" riguardano esattamente l'1.3% del territorio cantonale, quello dove i tuoi amici cacciatori non potranno più cacciare. Per illustrare "l'enormità" di questo territorio basta dire che equivale a un quadrato di 6000m x 6000, e ciò in cambio di ben 52 milioni!!! La storia dell'espropriazione dei rustici poi è una balla stratosferica. In Svizzera il diritto di proprietà è sacrosanto, anche nei parchi e noi viviamo in uno stato di diritto in cui "pacta sunt servanda", se non capisci il latino, vuol dire che i patti devono essere osservati e questo è un principio fondamentale del diritto civile. Ma tu ovviamente ti ispiri esclusivamente alle balle che diffondono quelli del comitato "noalparco", senza darti la pena di verificare. Sei proprio una testa di rapa
bobà 7 mesi fa su tio
@Pedar Caro Pedar, dal suo tono offensivo (lei mi ha dato della "testa di rapa") si vede proprio di che pasta lei sia fatto! Vada a vedere cosa dice il regolamento del PNL: Art 5.5.4: ESPROPRIAZIONE nel caso un edificio non sia di interesse pubblico. Queste sono verità messe nero su bianco. Prima di offendere vada a verificare lei stesso leggendo il regolamento del parco nazionale del locarnese; io lo so a memoria. Già che ci sarà legga anche gli altri articoli che ledono le libertà individuali: il 5.5.1 il 55.2, il 5.3.1, il 5.4.1, il 5.5.2, il 5.5.3, il 5.7.2, il 5.8.2. Gli articoli della pesca, della caccia e della raccolata di funghi+sassi+vegetali, sono il 5.9, il 5.10 ed il 5.11
Tato50 7 mesi fa su tio
@Pedar A qualcuno fanno comodo i 52 milioni come i 600'000 franchi annui per far rientrare dalla finestra gli asilanti ? Spero faccia la fine di quell'altro Parco nella Valle del Sole, dove erano tutti pro e poi l'hanno trombato e che la si pianti di dire cosa possiamo fare perché di regole che limitano la nostra libertà ne abbiamo già abbastanza !!
Pedar 7 mesi fa su tio
@bobà Non so dove sei andato a cercarti le tue informazioni, ma quelle che fanno stato dal punto di vista legale, sono quelle iscritte nel Piano di Utilizzazione Cantonale (PUC-PNL / art. 44 e segg. Lst) adottato dal Consiglio di Stato, previa consultazione dell'Ufficio Federale dell'Ambiente. Ebbene nell'articolo "10 Disposizioni per la zona centrale", al capoverso 10, sta scritto esattamente quanto segue "Nei limiti concessi dal diritto federale per gli edifici e impianti privati nella zona centrale vige lo stato di diritto acquisito", il che significa in linguaggio non giuridico: niente espropriazioni!
bobà 7 mesi fa su tio
@Pedar Gli articoli citati, sono parte del documento ufficiale che lei e qualsiasi altro cittadino può trovare nel sito ufficiale del Parco Nazionale Locarnese. In alto a sinistra clicchi il bottone "carta del parco", in seguito clicchi "Capitolo B - Contratto per il Parco per la fase operativa decennale (2019 - 2028) - PDF" e si aprirà la carta del parco che contiene il regolamento. Da pagina 25 in poi, potrà leggersi il regolamento della zona centrale. Se lei finora era in buona fede, avrà delle belle sorprese. Buona lettura
bobà 7 mesi fa su tio
@Pedar Per quanto riguarda le norme di attuazione PUC-PNL l'articolo 18 dice (ho fatto copia/incolla): "Fanno inoltre stato le disposizioni del Regolamento della zona centrale allegato al Contratto del Parco e nella Carta del Parco."
Pedar 7 mesi fa su tio
@bobà Già, soltanto che da nessuna parte è fatto menzione di "espropriazione", ne nella Carta del Parco, ne nell'OPar, ne nel PUC. Quel che dice l'OPar a chiare lettere è che "L'effettivo esistente delle costruzioni e degli impianti è garantito" cosa che è ribadita anche dalla Carta del parco e dal PUC-PNL. Quel che la Carta del parco dice inoltre è che "Costruzioni e impianti che al momento dell'istituzione del Parco non sono più utilizzabili secondo la destinazione (rovine, diroccati, ecc.), devono generalmente essere smantellati soltanto se ciò si rende necessario per ragioni di protezione ambientale, di sicurezza o estetiche. Lo stesso vale per costruzioni e impianti che durante la fase d'esercizio sono abbandonati e vanno in rovina" e questo perché nessuno di noi vuole vedere in giro per il nostro magnifico paesaggio impianti ed edifici abbandonati in rovina, a meno che si tratti di reperti archeologici.
bobà 7 mesi fa su tio
@Pedar Caro Pedar, vada per favore nel sito del PNL, nella carta del parco (come ho spiegato prima), faccia copia / incolla qui in questo blog di tio dell'articolo 5.5.4 La ringrazio anticipatamente
pulp 7 mesi fa su tio
@bobà premesso che condivido tutto quello che hai scritto, voglio qui dare seguito alla tua richiesta (che evidentemente il tuo interlocutore precedente non vuole evadere) "Se una costruzione o un impianto esistenti non sono di pubblico interesse, sono rimossi quando se ne presenta l'occasione (art. 17 cpv. 3 frase 2 OPar). Fintanto che una costruzione o impianto esistente gode della protezione secondo i paragrafi 5.5.1, 5.5.3 e 5.5.4 prevalgono gli interessi privati al loro mantenimento. In questi casi la rimozione è possibile soltanto in base a un accordo contrattuale oppure a un'espropriazione formale cresciuta in giudicato e contro piena indennità." ....ebbene si che si legge "esproprio" eccome se si legge. No a questo parco, voluto per gli amici degli amici che godranno anche dei benefici finanziari (altro che far girare l'economia locale).
bobà 7 mesi fa su tio
Purtroppo molta gente non si rende conto delle gravi limitazioni della libertà individuale che il PNL avrà! Dato che si tratta di un Parco Nazionale, tutto ciò che i promotori del PNL potranno dire, sarà comunque Berna a dettare le regole, come le regole del defunto Parco Adula che furono stravolte da Berna. Pensate che ciò che scrivo siano delle fakes-infos? Andate a vedere sul sito del PNL, e cercate le regole. Fra le varie regole restrittive, c'è n'é una inquietante! L'articolo 5.5.4 dice in pratica che e un edificio (cascina, rustico) non è di pubblico interesse sarà rimosso con espropriazione. Poveri proprietari di cascine!
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@bobà "Al lupo! Al lupo, al lupooo!!!" Arriverà Perna e ci esproprierà dei nostri rustici, non saremo neanche più liberi di raccogliere sassolini sui pizzi, e i lupi arriveranno a sbafarci i mirtilli!! Sarà una catastrofe.. ;) Caro Bobà, ma cià va là.
bobà 7 mesi fa su tio
@SuperGigio Caro SuperGigio, dei sassolini me ne frego anch'io, ma chi ha una cascina nella zona centrale non potrà, ad esempio, raccogliere la legna per accendere il camino (non si può raccogliere nulla, ne sassi, ne funghi, ne vegetali verdi e secchi), ne si può portarla con l'elicottero dato che non è permesso l'atterraggio ed il decollo.
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@bobà Nel tuo urlare allo scandalo ti sei per caso dimenticato di specificare il quantitativo totale dei rustici in questione? Diciamolo: circa 10. E sottolineiamolo: CIRCA DIECI in tutto il parco! Di chi sono? Tutti i proprietari sono già al corrente, tanto per tranquillizzare chi ci sta leggendo. Proprietari che sicuramente potranno continuare a passare belle serate al tepore del loro camino, per esempio mantenendo disboscato il loro monte.
bobà 7 mesi fa su tio
@SuperGigio Non mi sembra che io sia un tipo che urla, semmai cerco di dare del "lei" a chi non conosco e non offendo nessuno. Si vede che lei non è della zona: per esempio, in due delle zone centrali: zona centrale Porcaresc 11 edifici. Zona centrale Rüscada, ve ne sono 20 (se vuole le elenco il numero esatto monte per monte) . Siamo già a 31 in solo due zone centrali. Si è vero, i proprietari sono stati messi al corrente, gli hanno raccontato che non verranno mai espropriati; ma allora perché non è stato rimosso l'articolo 5.5.4 (esproprio) dal regolamento? Dire che i proprietari dei rustici sono stati avvisati, non vuol dire che questi sono d'accordo, anzi!
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@bobà Di Porcaresc si riferisce all'alpe ristrutturato anche grazie al parco? Nel Rüscada include Corte Nuovo, altro progetto sostenuto dal parco? Dato ufficiale del parco: Rustici privati cat.1A e 3 circa 10 rustici. Ora, mi aiuti lei visto che non sono della zona: posso fidarmi di un progetto voluto e sostenuto da gli 8 sindaci, relativi municipali e quasi totalità dei patriziati, o devo dare retta a Lei, Babà?
bobà 7 mesi fa su tio
@SuperGigio Caro SuperGigio, mi fa piacere che lei dubiti di cosa scrivo io, ma dovrebbe dubitare cosa scrive chiunque. Quindi le propongo di cercare lei stesso le informazioni su siti ufficiali: vada nel sito della confederella delle cartine (lo trova su google digitando maps of switzerland). Cerchi il toponimo Ruscada e conti quanti edifici (non i diroccati) ci sono nei seguenti monti: Alpe Ruscada / Corte Nuovo / Guald / Urarz / Sett / Igola / Monte Rotondo, e mi scriva qui in questo blog di Tio quanti edifici lei trova. Vada nel sito ufficiale del PNL e controlli se i monti che le ho detto fanno parte della zona centrale (troverà 21 edifici). Faccia la stessa cosa per la zona di Porcaresc. A proposito dell'alpe ristrutturato a suo dire dal PNL: La ristrutturazione del caseificio di Porcaresc avverrà in queste settimane perchè il cantone l'ha imposto; i soldi NON SONO del Parco (il PNL non li ha ancora) ma del patriziato e di un privato. Aspetto la lista degli edifici che troverà. Grazie.
pulp 7 mesi fa su tio
@SuperGigio Domanda.... ma perché se non è della zona, si scalda tanto? Ummmm Ummmm Ummmmm
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@pulp Risposta: perché amo il mio Paese. E io le chiedo: in questa sua performante riflessione mi può spiegare il ruolo dei capitani degli oppositori Sandro Rusconi, abitante di Arosio (Alto Malcantone), e di Fabio Regazzi, abitante di Gordola? E in anticipo alla sua risposta aggiungo: mi può spiegare il confine/priorità tra l'interesse privato che difende Regazzi (presidente dei cacciatori, associazione) e quello collettivo (consigliere nazionale, interessi dei ticinesi)? Grazie.
pulp 7 mesi fa su tio
@SuperGigio E perché sarebbero solo i fautori del parco ad amare il proprio paese? Questa è proprio bella.... Tanto per cominciare, bisognerebbe dimostrare l'interesse collettivo e non mi sembra che sia così "collettivo" visto che per proprietari di rustici, pescatori, cacciatori, mountain bikers ecc. ecc. le varie limitazioni non sono certo nel loro interesse. Detto questo mi sembra ovvio che Regazzi e Rusconi, facciano quello che fanno proprio per questo motivo.... sottolineano i punti critici di questo parco e le incongruenze.
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@bobà La sua conta "fai da te" non ha alcun senso per il semplice motivo che lei sta parlando di rustici PRIVATI (categoria 1A e 3), dicasi quelli degli abitanti. Se togliamo dalla conta totale i rustici dei patriziati, i diroccati, le cappelle, i bacini, ecc. arriviamo a circa 10. Dubitare è un bene, ma anche avere fiducia nelle istituzioni non è male. Ah, tra l'altro contrariamente a quello che lei afferma i proprietari dei rustici in zona centrale hanno diritto all'utilizzo del legname per uso proprio, l'ho appena letto negli incarti che mi ha consigliato di leggere. Non l'ha letto Lei?
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@bobà La sua conta "fai da te" non ha alcun senso per il semplice motivo che lei sta parlando di rustici PRIVATI (categoria 1A e 3), dicasi quelli degli abitanti. Se togliamo dalla conta totale i rustici dei patriziati, i diroccati, le cappelle, i bacini, ecc. arriviamo a circa 10. Dubitare è un bene, ma anche avere fiducia nelle istituzioni non è male. Ah tra l'altro, contrariamente a quello che lei afferma, i proprietari dei rustici in zona centrale hanno diritto all'utilizzo del legname per uso proprio, l'ho appena letto negli incarti che mi ha consigliato di leggere. Non l'ha letto Lei?
bobà 7 mesi fa su tio
@SuperGigio No, non l'ho letto! Davvero i proprietari dei rustici potranno tagliare la legna? Mi dica in quale articolo del regolamento sta scritto; andrò subito a leggere. Grazie per l'informazione
Tags
parco
nazionale
parco nazionale
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-17 02:15:15 | 91.208.130.87