CANTONE / SVIZZERA
07.02.2018 - 16:480

Giuristi ticinesi contro l’iniziativa sui giudici stranieri

“Comitato di Berna” intende contrastare la proposta dell’UDC, in quanto contraria alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo

BELLINZONA - Un gruppo di giovani giuristi ticinesi sparsi per la Svizzera ha dato vita al "Comitato di Berna". L'obiettivo è «combattere la deriva razzista, la strumentalizzazione delle paure e la manipolazione dello spirito critico della popolazione».

Questi giovani ticinesi - avvocatesse e avvocati, studentesse e studenti, dottorande e dottorandi - sentono «il bisogno di attivarsi per il dibattito politico svizzero e ticinese, in particolare da un’ottica giuridica».

Il primo "campo di battagliat" è l’iniziativa dell’UDC chiamata “Il diritto svizzero anziché giudici stranieri (Iniziativa per l’autodeterminazione)” che verrà votata nel 2018. In particolare - specifica il Comitato di Berna - «ci opponiamo ai suoi effetti più gravi, ovvero l’attacco alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo».

Lo scorso 20 febbraio 2017, tutti i professori di diritto pubblico della facoltà di giurisprudenza di Zurigo hanno pubblicato su Jusletter una presa di posizione molto chiara che si oppone a questa iniziativa. Hanno in particolar modo criticato l’insicurezza giuridica che ne conseguirebbe. «Non ci sono state, invece, in Ticino - sottolineano in un comunicato stampa - prese di posizione paragonabili».

Il Comitato di Berna ha deciso di far sentire la propria voce contro «il silenzio del mondo giuridico ticinese» e «l'abuso della democrazia per meri interessi elettorali», nonché «i principi costituzionali sempre più alla mercé di fini politici»: «Noi giovani giuristi e giuriste pensiamo che sia ora di esporsi in modo chiaro contro un razzismo sempre più palese che porta a voler vedere nello “straniero” la fonte di qualsiasi male».

Il Comitato di Berna non intende «affermare che l’ordinamento giuridico svizzero vada bene così com’è: il risveglio di una coscienza giuridica critica passa però anzitutto attraverso la dura opposizione a queste forme di abuso a cui l’UDC ci ha abituati».

Riunitosi per la prima volta a Berna, il gruppo fondatore è composto da:
Martino Colombo – studente al master in diritto, Berna;
Filippo Contarini – dottorando in teoria del diritto, Lucerna;
Valerie Debernardi – studentessa al master in diritto, Ginevra e Basilea;
Jana Drzalic – dottoranda in diritto penale, Zurigo;
Olivier Peter – avvocato, Ginevra;
Giulia Walter – studentessa al master in diritto, Lucerna e Ginevra .

Tags
diritto
berna
comitato berna
comitato
iniziativa
ticinesi
giuristi
giuristi ticinesi
master diritto
master
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-19 17:23:15 | 91.208.130.87