Davide Giordano
MASSAGNO
06.02.2018 - 07:150
Aggiornamento 12:22

La “rivolta” delle mamme: si va al cinema col bebè

Curiosa iniziativa lanciata dalla giovane attrice Aglaja Amadò: «In questo modo, usciamo dalla routine»

MASSAGNO – Al cinema mentre si allatta il bebè. E senza provare alcuna vergogna se, nel momento più bello del film, il neonato si mette a piangere. L’idea è venuta alla giovane attrice luganese Aglaja Amadò, mamma da pochi mesi della piccola Luce. Primo appuntamento: domani, mercoledì 7 febbraio, alle 14.30 al Lux Art House di Massagno. Forse ne seguiranno altri. Ma intanto sui social l’evento piace e fa discutere. «Quando si è mamme da poche settimane – dice l’attrice – si vive in un mondo di pannolini e poppate. E anche una cosa banalissima come la visione di un film può diventare un miraggio».

Un’esigenza comune – L’idea, a livello internazionale, esiste già da anni. Aglaja, tuttavia, ha semplicemente seguito il suo istinto. Il cinema le mancava. «Quando i bambini sono così piccoli, la mamma non vuole separarsi dal proprio bimbo. Anche perché bisogna allattarli con frequenza. D’altra parte l’ipotesi di dovere attendere cinque o sei mesi per potere vedere una pellicola sul grande schermo mi angosciava. Discutendo con altre mamme, mi sono resa conto che la mia esigenza era condivisa anche da tante altre donne. Pure da quelle che magari non andavano al cinema da anni. Ti rendi conto che ti manca una cosa solo quando non la puoi più fare».

La comunità – Si parte con “Ella & John” di Paolo Virzì. Con la speranza di bissare nelle settimane successive. «Quando una donna è in gravidanza, entra in contatto con un nuovo universo. Ci sono i corsi preparatori, lo yoga. Nasce una comunità di mamme che si scambiano consigli e suggerimenti. Ho conosciuto decine di ragazze in questi mesi, che oggi sono entusiaste del mio progetto».

Niente imbarazzo – Un segnale di apertura e di modernità. Che aiuta a dimenticare anche situazioni di disagio. «Ancora troppe volte quando un neonato piange in pubblico, la gente guarda la mamma con sguardi che possono rivelarsi anche intimidatori. A volte c’è chi ti fa sentire in imbarazzo, chi ti chiede con insistenza se il bambino piange perché ha fame. Ecco, nel mio pomeriggio al cinema saremo tutte sulla stessa barca. E se una mamma dovesse avere bisogno di una mano, saremo tutte pronte a dargliela».

Le precisazioni del gerente - A seguito di alcuni commenti comparsi su Facebook e nel blog, Joel Fioroni - il gerente del cinema LUX - tiene a precisare quanto segue:

«La proiezione è stata pensata appositamente per l’occasione e si tiene di mercoledì (nostro giorno di chiusura) fuori orario rispetto la nostra abituale programmazione. Sul nostro sito internet e sul nostro programma il pubblico è ben avvisato dell’iniziativa e della presenza di neonati in sala. Non possiamo comunque limitare l’accesso alle sole mamme. Il volume del film, come riportato su sito e programma, verrà abbassato e regolato di conseguenza. Si tratta di una prima, un’iniziativa simpatica e intelligente che valuteremo in seguito se riproporre. Chi vuole godersi il film in tutta tranquillità è libero di farlo durante tutti i regolari orari di programmazione proposti dalla nostra sala e dalle altre sale del cantone».

Commenti
 
albertolupo 3 mesi fa su tio
Non avevo ancora guardato il filmato... Ma quella lì è completamente imbesuita! "...passare un momento di felicità tutti assieme..." ...con un bambino di pochi mesi al cinema?!?!?
grumpy 3 mesi fa su tio
La giovane attrice ha trovato il modo per apparire finalmente in una notizia. Visto poiu che si tratterebbe (per fortuna!!!) di una programmazione quasi "riservata", non vedo che razza di notiziona sia...
beta 3 mesi fa su tio
A certe lungimiranti creature si dovrebbe impedire di fare figli . ... Infatti é ampiamente dimostrato che per farli tacere si avvalgono di tutti i metodi inimmaginabili ma si dimenticano che normalmente i piccoli vogliono SOLO affetto e vicinanza che li tranquillizzino e sicuramente non hanno bisogno ne di film, di tablet e amenicoli vari . Le nostre nonne, che non erano stupide, ci riuscivano benissimo !
catone82 3 mesi fa su tio
Infatti è l'articolo che non è chiaro. È UNA proiezione APPOSTA. Nessuna rivolta, ma va pare?
Mattiatr 3 mesi fa su tio
Per il figlio delle mamme che seguiranno l'esempio non ci saranno sicuramente conseguenze positive a udito e vista ma a questo hanno già espresso pareri più completi che condivido negli altri commenti. Fatto stà che io voglio esprimere la mia opinione da consumatore. Se vuoi allattare tuo figlio al cinema non ho problemi tanto io guardo lo schermo non le mogli degli altri. Il problema sorge quando si mette a piangere. È un impulso spontaneo che non si può frenare ma ciò non cambia il fatto che si sta rovinando la visione ad altri. Visione che è stata pagata. A questo punto per me sono allo stesso livello di chi telefona in sala. Quindi NO se rovini l'esperienza (pagata) di un film ad altri non stupirti se ti viene lanciata una ciabatta o se la volta dopo i gerenti di lamenteranno. Non mi stupirebbero eventuali richieste di rimborso.
Bär 3 mesi fa su tio
le nuove mamme rivoluzionarie
Alessandra Rendina 3 mesi fa su fb
Non fermatevi al titolo, leggete l’articolo!
Mirtha Bergerhoff 3 mesi fa su fb
Che idea assurda, c’è un momento per tutto. Si tanto si voglie vedere un film, il tuo marito, una amica poi curare il piccolo. Ma sopra tutto, povero piccolino, no creo che abbia piacere di trovarsi gli.
bledsoe 3 mesi fa su tio
Non solo l'udito! A noi è stato fortemente consigliato di non far vedere immagini su schermi (di qualsiasi tipo) fino ai tre anni. Queste mamme parlano di bebè, ma scherziamo? Oltre ai grandi magazzini come svago immagino siano quei genitori che tengono calmi i figli a tavola con il tablet o il telefonino. Le passeggiate sono troppo impegnative ormai...
Anto Ferrari 3 mesi fa su fb
Certo, solo i neonati, perchè un bimbo quando è più grandicello saprà metterti a posto quando si annoia 😄
miba 3 mesi fa su tio
Ma lasciatele fare le loro esperienze, positive o negative che siano
Clémentine Nagel 3 mesi fa su fb
Se non si può fare a meno del cinema per 6 mesi...!!! Beh forse un problemino c’è
Marco Antonio 3 mesi fa su fb
Ilaria Accogli
Letizia Rossinelli 3 mesi fa su fb
Io non mi sognerei mai di portare un bebé al cinema... è solo esibizionismo ed egoismo da parte di genitori senza buon senso....
Elvi Gajtani 3 mesi fa su fb
Idea carina... ma sinceramente trovo annoiante per un neonato chiuderlo in una sala buia e con rumori a tratti spaventosi. La mia piccola non gradirebbe mai questa opzione. Trovo più bello una passeggiata all’aria aperta con tanto di sole se proprio si vuole uscire dalla routine. Questo è un mio parere è rispetto chi ha avuto l’idea e chi forse la pensa come me
Bruna Bralla 3 mesi fa su fb
Sono solo egoiste ed esibizioniste che non vogliono rinunciare a niente , altro che un pomeriggio di evasione dalla routine. Ma li portano pure alle feste con musica a balla e a mezzanotte sono lì a scolare birra con i piccoli che ciondolano dal sonno , e hanno il coraggio di definirsi mamme !
skorpio 3 mesi fa su tio
Ma all udito del bambino si è pensato ? Uscire di casa e dalla routine per chiudersi in un cinema al buio... e invece una bella passeggiata no? Questa gente è quella che quando i bambini saranno grandi e piove assalterà i grandi magazzini....
Mafferetti De-Vittori Claudia 3 mesi fa su fb
La routine te la crei..coi bimbi...Non giudico anzi..come detto la proiezione é apposta x genitori con bimbi piccoli, suppongo che tutto sarà studiato appositamente...tipo di film volume audio ecc...ma la mia domanda è...veramente il bimbo ne ha bisogno? Magari meglio pagare una Baby sitter re andare a gustarsi, in pace un bel film? (X chi non ha nonni zii parenti disposti a curare i pargoli)
Sian Visentini 3 mesi fa su fb
Da Carlo Rio head shot?
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Forse non è molto chiaro, visti i commenti beceri, ma si tratta di una proiezione APPOSTA per mamme (e genitori) con bebé, non una rivendicazione per qualsiasi proiezione...
Laila Berger 3 mesi fa su fb
Se facessero una sala solo per mamme con bebè/bambini piccoli non ci sarebbero problemi. Se invece i pargoletti sono presenti dove ci sono persone che vanno al cinema per vedersi un film in santa pace e per rilassarsi mi spiace, sono contraria.
Stefania Pinoli 3 mesi fa su fb
saetta 3 mesi fa su tio
Se questa iniziativa è destinata solo a loro mi va benissimo, però qui mi sembra veramente che si tratti di esibizionismo!
Patrizia Bruno 3 mesi fa su fb
E il rispetto per gli altri che pagano per vedersi un film dove va a finire se il bebè inizia a strillare o altro? Prossimo passo? Cani e gatti? Io reputo sia una crudeltà obbligare un bebè in un posto buio. Non è di quello che necessità in quella fascia di età! Che le madri con bebè li lascino in altre mani sicure e vadino loro a prendersi due ore di relax al cinema!
Donatella Franzoni 3 mesi fa su fb
Nulla in contrario se sono proiezioni solo per mamme con bebè, anzi😃Permettere ai piccolissimi di entrare in sala no, quando vado al cinema voglio godermi il film in pace senza dovermi preoccupare del piccoletto che strilla.
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Ma è esattamente così! È una proiezione speciale, mica per qualsiasi proiezione
BP69 3 mesi fa su tio
Non fate figli se non volete rinunciare alla vostra libertà!!!
Alessandra Menerella 3 mesi fa su fb
A che pro? Se piange come un disperato manco tu che sei la mamma segui il film!!!!
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
Ma che razza di idea!...
Adriana Ardito 3 mesi fa su fb
Sono mamma di 3 tesori e il cinema può fare a meno di pianti e di cuffie nelle orecchie dei piccoli .
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Perché cuffie? Sicuramente il volume verrà adeguato alla presenza dei bambini
Elena Tarlato 3 mesi fa su fb
Non fa bene alla salute di un bebè la TV e nemmeno i rumori molto forti che potrebbero spaventarlo!!!! Portateli nella natura che è meravigliosa...
Edgarda Lepori Albasio 3 mesi fa su fb
Certi film non li farei vedere a un bebè
saetta 3 mesi fa su tio
Mi spiace ma questo non è per niente un segnale di apertura e modernità, questa è la conferma di quanto succede negli ultimi anni...gran parte di genitori irresponsabili che mettono al mondo dei figli pretendendo di mantenere lo standard di vita precedente...rendetevi conto che la vita dopo la loro nascita cambia radicalmente!
catone82 3 mesi fa su tio
Bellissima iniziativa! I commenti qui come al solito mi lasciano basito. Uno dovrebbe rinunciare a qualsiasi svago perché è genitore? Si tratta di un momento di condivisione in cui le mamme si possono godere un film e i neonati comportarsi liberamente. Immagino che il volume del film venga adeguato alla presenza dei piccoli.
albertolupo 3 mesi fa su tio
@catone82 Nessuno dice che un neogenitore debba rinunciare a ogni divertimento, ma come giustamente fa notare qualcuno a ogni momento la cosa giusta.
87 3 mesi fa su tio
Capisco che alle neomamme possa mancare il cinema, ma questa "rivolta" serve solo a farsi pubblicità, ed è irrispettosa degli altri utenti presenti in sala durante la proiezione. Il cliente che paga il (caro) prezzo del biglietto, lo fa per vedersi il film in santa pace. Già è fastidioso quando è pieno di gente che parlotta e sghignazza che ti fa perdere alcune battute del film, figurarsi quando un bambino comincia a strillare. Il fatto che anche voi paghiate il biglietto non vi dà il diritto di fare tutto il casino che vi pare (pago 17.- fr e ho il diritto di infastidire altre 50 o più persone che hanno pagato a loro volta i 17.- fr e che hanno a loro volta il diritto di quiete). A questo punto, se il cinema è più importante di vostro figlio, fate affidamento ad una babysitter, a cui affiderete il vostro latte per quelle due ore di assenza.
catone82 3 mesi fa su tio
@87 Ma l'hai letto l'articolo? Si tratta di una proiezione APPOSTA per mamme (e genitori) con bebé, mica di qualsiasi proiezione.
87 3 mesi fa su tio
@catone82 Ho letto l'articolo! A me sembra che si tratti di una "rivolta" delle mamme che si organizzano per andare in un cinema insieme. NESSUN riferimento ad una proiezione dedicata alle mamme. Si fa riferimento al "progetto", ma non si spiega in cosa consista, se non l'idea "rivoltosa". Se fosse una proiezione dedicata non avrei nulla da obiettare. In questo caso allora è tio.ch che non è in grado di scrivere un articolo chiaro.
Sabrina Trevisan 3 mesi fa su fb
Io ne ho 2 ma non mi sono mai permessa...il motivo? Proprio perché uno va al cinema per rilassarsi!
saetta 3 mesi fa su tio
non capisco come fai a gustarti un film con dieci bebè in sala che piangono...preferisco aspettare qualche mese e gustarmelo in pieno da sola e in santa pace. Hai deciso di avere dei figli e questo comporta dei sacrifici!
catone82 3 mesi fa su tio
@saetta Quindi chi organizza un momento apposta per i genitori (che per fortuna tuo non è obbligatorio) non fa sacrifici? Mica si parla di un film al giorno, immagino, ma penso sia bello che una volta ogni tanto ci si possa concedere un film senza rinunciare ad avare il proprio bebé con sé.
Lorella Castellini 3 mesi fa su fb
Se dovesse succedere, quindi, posso non provare nemmeno io imbarazzo nel venirti a chiedere i soldi del biglietto, se come dici sul più bello inizia a piangere? Nessuno vi obbliga a far figli, é una scelta vostra, non vedo perché però dovete obbligare noi a sopportarli!
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Ma è così difficile capire che è una proiezione APPOSTA per le mamme, e non qualsiasi proiezione?
Lorella Castellini 3 mesi fa su fb
Gec Blec Dal momento che non lo scrivono chiaro e netto, per me, letto così, può essere un appuntamento come un altro ad una comune proiezione. Poi, se altrove hanno specificato questa cosa, tanto meglio. Tio non l’ha fatto 😉
Ania Righini 3 mesi fa su fb
Come dice sempre mio papà quando faccio qualche stupidaggine.. “dai su abbi un po’ di quella roba là” 😂
Angelo Michele Maiorano 3 mesi fa su fb
Non si fa un passo che subito saltano fuori tremila problemi
turbo 3 mesi fa su tio
va bene per la mamma...ma per il bambino?non mi sembra una grande idea, anzi! pensiero un po egoista!? hai voluto fare il genitore? (della serie botte piena e moglie ubriaca!)
Pepperos 3 mesi fa su tio
@turbo :)
Florian Flo 3 mesi fa su fb
Bello e simpatico, il rispetto per chi è li per guardarsi il film in santapace lo portiamo alla prossima proiezione?
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Ma è una proiezione APPOSTA per le mamme, mica una qualsiasi
Stefanie Kuchler 3 mesi fa su fb
Gec Blec Hahaha welcome to the Internet
Gec Blec 3 mesi fa su fb
Stefanie madonna, è peggio di quanto immaginassi
Stefanie Kuchler 3 mesi fa su fb
Gec Blec 😩
Sandra Rezzonico-Abderhalden 3 mesi fa su fb
La routine una se la crea da sola, io ho tre figlie ma quando erano piccine ogni giorno inventavo qualcosa. Un film io me lo gusto, mica lo guardo cosi a spezzoni tra versi, pianti e pannolini, non capisco questa strana cosa del cinema coi neonati. Con loro si sta occhi negli occhi, si portano a fare passeggiate e si cantano canzoni... al cinema si va ogni tanto per staccare e gustarsi un buon film in santa pace e in silenzio! Ma forse sono strana io...
Sandra Induni Bellotti 3 mesi fa su fb
Non sei strana ,sei normalissima anch'io la penso come te e poi se vuoi andare al cinema ci sarà pure qualche nonna suocera zia a cui lasciare il bambino 😉questo genere di mamme esibizioniste proprio non le sopporto😡
Sandra Rezzonico-Abderhalden 3 mesi fa su fb
Secondo me è egoismo e mancanza di empatia, tanto per cambiare! Credo siano poche per fortuna le mamme cosi! Non riesco mai a capire, in nessun contesto, la mancanza di rispetto per gli altri. In questo caso verso il neonato in primis. Ho sempre pensato che la mia libertà finisce dove inizia la tua ... 😅
saetta 3 mesi fa su tio
Non so come fai a gustarti un film quando in sala ci sono diversi bebè che piangono...meglio aspettare qualche mese e godersi il film in pieno. Hai deciso di avere figli e questo comporta dei sacrifici.
matteo2006 3 mesi fa su tio
@saetta ben detto ma al giorno d'oggi vogliono tutto e subito.
ctu67 3 mesi fa su tio
Ne riparliamo quando i figli hanno 15 anni
Potrebbe interessarti anche
Tags
cinema
mamme
mamma
bebè
aglaja
attrice
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-05-21 04:44:24 | 91.208.130.87