TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
AGNO
45 min
«L’aeroporto può cambiare rotta»
LOSONE
2 ore
Licenziato dalla Agie: «Ora a 58 anni cosa faccio?»
RIVIERA
3 ore
Fiamme all'esterno di un deposito a Cresciano
CANTONE
4 ore
«Il caso Kering faccia scuola, servono condizioni quadro»
CANTONE
5 ore
Riforma fiscale, il messaggio del Governo entro l'estate
LUGANO
5 ore
Sciopero delle donne, "semaforo verde" dal Municipio
CANTONE
5 ore
«Le strutture logistiche resteranno, ma saranno ridimensionate»
LUGANO
6 ore
«Quel semaforo deve restare in versione cantiere?»
CANTONE
6 ore
Radio Ticino, problemi tecnici risolti
MASSAGNO
6 ore
Nuova viabilità vicino alla Migros
CANTONE
6 ore
Dipendenti pubblici: «Alta guardia sindacale sulle trattative»
LUGANO
6 ore
Nuova vicedirettrice per il Liceo cantonale di Lugano 2
MELIDE
8 ore
500 indiani in visita alla Swissminiatur
CANTONE
9 ore
L'ACS ricorda Lauda, poi aggiunge: «Non demonizziamo il trasporto in auto»
CANTONE
9 ore
Consegnati i Master 2019 della Supsi
BELLINZONA
24.01.2018 - 10:570

I commercianti di Piazza Indipendenza contro il Rabadan

Sei gerenti di negozi si rivolgono al Municipio lamentandosi della presenza di barriere e nastri già 20 giorni prima dell’inizio del carnevale

BELLINZONA - Un gruppo composto da sei commercianti di Bellinzona si è rivolto al Municipio per lamentarsi della posa di barriere e nastri in Piazza Indipendenza - che «bloccano parzialmente la viabilità dei passanti sul marciapiede» - in vista del carnevale. Il problema - viene contestato - è che questi sono stati posati «ben 20 giorni prima dell’inizio della manifestazione», prevista dall’8 al 13 febbraio.

I sei gerenti trovano «scorretto» che si pensi alla sicurezza e ai controlli per il carnevale «senza tenere minimamente conto dei danni finanziari che vengono arrecati ai commercianti»: «diventa difficile - scrivono - trovare il piacere di soffermarsi davanti alle vetrine dei nostri negozi transennati, o anche solo attraversare la piazza considerato come lo sguardo incroci solo un monumento protetto da tubi di metallo e veicoli e moto posteggiate in modo selvaggio».

In conclusione, i commercianti auspicano che il Municipio sappia il prossimo anno attivarsi «al momento opportuno» e nei «tempi giusti» in vista dei preparativi del carnevale.

Commenti
 
albertolupo 1 anno fa su tio
Hanno ragione. C’è anche la domanda di fondo sul perché una società può beneficiare in modo esclusivo, facendo pagare l’entrata, di una parte consistente del centro storico.
matteo2006 1 anno fa su tio
@albertolupo La mia domanda di fondo è che senso ha un capannone in mezzo ad un prato e cosa mi rappresenta dello spirito del carnevale? vedi "carnevali" in alcuni paesi. Il comune ha il suo bel guadagno dal carnevale ed immagino che la società rabadan sia un pro forma per separare comune e società carnevale ma che è quasi una società del comune seppure gestita separatamente e che paga l'affitto del suolo pubblico.
Bär 1 anno fa su tio
in effetti hanno ragione, neanche un mese prima e la città sembra una gabbia
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-22 21:30:59 | 91.208.130.87